Rophaien - Diepen


Publiziert von paoloski Pro , 6. Oktober 2010 um 22:47.

Region: Welt » Schweiz » Uri
Tour Datum:22 August 2010
Wandern Schwierigkeit: T4- - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-UR   Zürcher Hausberge   CH-SZ 
Zeitbedarf: 6:30
Aufstieg: 1370 m
Abstieg: 1370 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Dall'uscita di Altdorf nord della N2 si seguono le indicazioni per Schwyz, a Sisikon si gira a destra per la Riemenstaldenstrasse, si passa oltre Riemenstalden e si prosegue fino a Chaeppeliberg. Qui si trova un pargheggio nei pressi della stazione di partenza della funivia, trovandolo pieno ritornare verso valle e girare subito a sinistra traversando il ponte sul Riemestaldner Bach, dopo un centinaio di metri di strada sterrata, nei pressi di grosse cataste di legna, si trova un altro parcheggio.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Giro circolare.
Unterkunftmöglichkeiten:Alberghi a Riemestalden, la Lidernenhuette SAC a Gitschen.
Kartennummer:UBW Urner See

Da Chaeppeliberg, o da Cher, dove si trova l'altro parcheggio, si segue la strada forestale fino ad Alplen; qui si seguono le indicazioni per l'Alpler See, il sentiero sale per un ripido versante erboso fino a raggiungere il pianoro in cui si trova il lago, lo si contorna in senso antiorario e si sale nel bosco fino all'alpeggio di Rophaien. Da qui si segue per un breve tratto la stradina che contorna l'elevazione detta Stock. A quota 1765 m circa si lascia la stradina per prendere il sentiero indicato sulla destra, lo si segue salendo per prati molto ripidi fino alla cima. Poco prima della vetta, in un punto da cui si gode di una vista mozzafiato sulla sottostante Axenstrasse, si incontra il sentiero che sale dal versante sud. In vtta si trova una croce di dimensioni spropositate ed il libro di vetta e, normalmente, una gran folla. Il panorama è giustamente rinomato!
Si seguono ora i segnavia bianco - blu che portano all'inizio dell'aerea cresta che porta al Diepen, il sentiero è stretto ma ben tracciato e porta in breve al Roten Chopf, si trova qualche breve tratto dove un cavo metallico facilita il percorso. Le pendenze dei due versanti sono veramente notevoli, decisamente non consiglierei lquesta gita  a chi soffre di vertigini! 
Dalla sella a quota 1956 m si risale all'Aebneter Stockli con qualche semplice passo di arrampicata facilitato da corde fisse. Da questa cima, che in realta si contorna poco sotto la vetta, si scende alla larga sella di quota 2028 m, dove si trovano dei minuscoli laghetti, per poi risalire, dapprima su sentiero poi senza traccia, le pendici del Diepen. La cima offre un panorama veramente magnifico ma scarse possibilità di sosta data l'assidua frequentazione ovi-caprina!
Tornati alla sella di quota 2028 m si segue il sentiero che, in direzione nordest porta alla Firtigraetli da cui si scende all'alpeggio di Rotenbalm.
Poco più avanti, di fianco all'arrivo di una teleferica, parte un sentiero in discesa, lo si segue e dopo pochi metri si giunge ad un bivio: a destra, con segnavia bianco - blu, si diparte quello che, senza perdere quota, porta a Gitschen; a sinistra, con segnavia bianco - rosso, quello che scende all'alpeggio di Zingel per poi risalire a Gitschen dove si trova l'arrivo della funivia. In pochi minuti si arriva alla Lidernenhuette da cui il bel sentiero che riporta a Chaeppeliberg.

Tourengänger: paoloski


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt: Gran belle zone
Gesendet am 28. Oktober 2010 um 20:14
E' un apprezzamento un po' collettivo per molte tue relazioni in Uri, in particolare, che raramente sono visitate da italofoni e distano un po' da noi.
Molto godevole.
Giulio

paoloski Pro hat gesagt: RE:Gran belle zone
Gesendet am 28. Oktober 2010 um 21:26
Ciao Giulio,
in effetti Uri e la Svizzera centrale mi piacciono molto, forse perchè la gente è tanto cordiale ed autentica. Comunque non sono luoghi così lontani: con la mia Aygo impiego 1 ora e 15 minuti per arrivare a Goschenen e 2 ore per arrivare nella Muotathal. Molto meno di quanto ci si impiega per la Val d'Aosta, oltretutto spendendo molto meno visto che per la vignetta autostradale bastano 40 franchi l'anno.
Ciao, paolo


Kommentar hinzufügen»