Wildheupfad


Publiziert von paoloski Pro , 5. Oktober 2010 um 22:17.

Region: Welt » Schweiz » Uri
Tour Datum: 1 August 2010
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-UR 
Zeitbedarf: 4:30
Aufstieg: 170 m
Abstieg: 1150 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Dall'uscita di Altdorf Nord della N2 si seguono le indicazioni per Fluelen e Schwyz, giunti alla rotonda si gira a destra e dopo un centinaio di metri, sulla sinistra si vede la stazione di partenza della funivia per Eggbergen. Il parcheggio costa 3 FrS per l'intera giornata.
Unterkunftmöglichkeiten:Alberghi ed alberghi di montagna a Fluelen ed Eggbergen.
Kartennummer:UBW Urnersee

Wildheu è il nome tedesco di quelli che in Ticino sono noti come "prati secchi" ed in Italia come "prati magri" e che costituiscono uno dei biotopi con la più alta biodiversità esistenti.  Il Wildheupfad è un sentiero, privo di difficoltà, che ci porta a conoscere da vicino questo meraviglioso ambiente. Il percorso parte dalla stazione superiore della funivia Fluelen - Eggbergen e, con qualche saliscendi, arriva fin sotto le pendici del Rophaien (segnavia 587). Dopo pochi metri su una stradina si arriva ad una piazzola con un potente cannocchiale che permette di vedere nitidamente le montagne circostanti ed una "postazione olfattiva", sulla destra inizia il sentiero che fra prati ricchissimi di specie botaniche, erbe e fiori, e fra nugoli di farfalle, portano ad un fitto bosco, ci si abbassa di qualche metro e, attraversato il Gruonbach, si risale per una cinquantina di metri per giungere al pianoro di Unter Huetterboden dove si trovano alcune costruzioni rurali, si raggiunge una fontana e si prosegue verso nord in direzione dell'isolata baita di Steinrustig. Da qui il sentiero percorre dei pendii più ripidi; dopo aver attraversato prati esposti a nordovest e ad ovest ci troviamo ora sulle pendici della catena Rophaien - Diepen rivolte a meridione, si nota un cambiamento graduale ma ben visibile delle specie floristiche ed arboree: il bosco diviene più rado, assumendo l'aspetto di bosco - pascolo, sola costante la presenza di innumerevoli farfalle.
Nei pressi di Aelpeli troviamo dei montanari intenti a sfalciare l'erba ed altri occupati a farla scendere a valle con una teleferica. Un lavoro improbo ma altamente meritorio: senza lo sfalcio regolare questi prati sarebbero presto invasi da specie erbacee più alte ed invasiva che soffocherebbero ben presto le specie eliofile più basse e pregiate.
Il sentiero è sempre ben segnato ma è bene non farsi distrarre troppo da panorama eccezionale visto che le pendenze sono decisamente elevate. A Franzen l'alpeggio offre una possibilità di ristoro ed un orizzonte più ampio, da qui partono anche due sentieri segnalati in bianco e blu: uno conduce alla vetta del Rophaien l'altro percorre in discesa i ripidi fianchi del Franzenstock per giungera a Gibel, dove si trova la stazione a monte di una funivia.
 Noi decidiamo di proseguire sul Wildheupfad fino ad Ober Frimseli e ad Ober Axen, qui c'è la possibilità di scendere a valle con un'altra funivia o, come decidiamo di fare, di proseguire su sentiero fino a Usserdorf. Da qui percorriamo il Weg der Schweiz fino a Fluelen e poi al parcheggio della stazione di partenza della funivia per Eggbergen.     

Tourengänger: paoloski, annna


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»