forca da tschitta mt 2831-pass d'ela mt 2724-pass digl orgels mt 2689


Publiziert von turistalpi Pro , 31. Dezember 2009 um 19:57.

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Albulatal
Tour Datum: 9 September 2009
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR 
Aufstieg: 1300 m
Abstieg: 1300 m
Strecke:preda-forca da tschitta-pass d'ela-pass digl orgels-chamanna d'ela-bergun
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Lecco per la ss 36 a Chiavenna e poi per il passo del Maloja.Percorrere l'Engadina sino al bivio per il passo Albula.Seguire l'Albulatal sino a Bergun.Parcheggio presso la stazione ferroviaria.
Unterkunftmöglichkeiten:Bergun o Preda

Dato che le previsioni meteo erano ottime, con l'amico Alessandro e l'inseparabile Bilie decido di fare un giro nella valle dell'Albula.Parcheggiato l'auto alla stazione di Bergun, prendiamo il treno per Preda. Da Preda seguendo le segnalazioni ci inoltriamo nella Val Mulix e poi nellaVal Tschitta. Il percorso è piacevole e vario. Incontriamo sul sentiero un bel esemplare di vipera e sulla cresta  della tschimas da tschitta scorgiamo un grosso stambecco.In circa 3 ore e mezzo arriviamo alla forca da Tschitta mt 2831. Bella visione del piz d'Ela e rocce e pietre dai svariati colori: siamo in una zona dai caratteri prettamente dolomitici tanto è vero che siamo nelle piccole dolomiti engadinesi. A mio parere nulla da invidiare alle dolomiti italiane che ben conosco.Dalla forca scendiamo ai lajets molto belli e sempre su buon sentiero perveniamo  al pass d'ela mt 2724 dalle visioni paradisiache: piz d'ela a destra, corn da tinizong di fronte e le alture di cotschen e la pizza grossa a sinistra: bellissimo posto!Dal pass d'ela saliamo a traversare il cotschen per poi scendere al pass digl orgels mt 2689. Il percorso è un poco impegnativo per le pietraie ed i grossi massi  da attraversare.Anche questo passo è bellissimo con la visione del lago tgiel in basso a forma di cuore. Dal passo scendiamo su sentiero ghiaioso sino alla chamanna d'ela incustodita dove vorremmo pernottare. Ma purtroppo vi sono diversi cani e la permanenza con la mia Billie potrebbe essere problematica.Il rifugio seppur piccolo è accogliente e carino (24 posti). Quindi nonostante il desiderio di Alessandro partiamo salendo alla zona degli uglix e poi traversando in discesa e rasentando la chamanna uglix arriviamo a Bergun al parcheggio. Tempo totale impiegato compreso le soste ore 9 circa.E' stato veramente un bel giro vario e piacevole che mi sento di raccomandare con una bella giornata estiva.  

Tourengänger: turistalpi

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

ZS IV
22 Aug 17
Bergüner Stöcke · spez
T5 ZS III
WS+
T6 ZS+ IV
5c

Kommentar hinzufügen»