rifugio Brioschi al Grignone m.2410 (Grigna settentrionale)


Publiziert von Alberto , 25. September 2009 um 15:08.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:22 September 2009
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Zeitbedarf: 3:45
Aufstieg: 1527 m
Abstieg: 1527 m
Strecke:chiesetta Sacro Cuore m.882  -alpe Cova m.1301-rifugio Antonietta al Pialeral m.1400-area pic-nic quota 1453-Sasso di Grigna m.1860-biv.Merlini m.2110-rifugio Brioschi al Grignone m.2410
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano-Lecco-Valsassina-Ballabio-diramazione a sinistra prima del Colle di Balisio-chiesetta Sacro Cuore
Unterkunftmöglichkeiten:rifugio Antonietta (aperto anche al mercoledì tutto l'anno)-rifugio Brioschi (aperto tutto l'anno mercoledì,sabato e Domenica)
Kartennummer:carta 1:35.000 comunità montana della Valsassina-Valvarrone-Val d'Esino e Riviera

Era da qualche giorno che meditavo sul fare un'escursione che impegnasse il mio fisico,così decisi di optare per la Valsassina,destinazione: Grigna settentrionale,ovvero il Grignone m.2410,(la montagna dei milanesi,ma anche i bergamaschi non mancano). Pensavo che partire da casa alle 6.30 era sufficiente: per l'escursione,sì,ma che casino di traffico anche a quell'ora!!!!! Pazienza,spero solo di non avere intoppi lungo il tragitto (es:lavori in corso e obbligatoriamente viaggiare su una corsia),ed in effetti,la tabella di marcia di 1 ora è stata rispettata,così,arrivo alla chiesetta del Sacro Cuore m.882 dove alcune auto erano già parcheggiate (dalla deviazione situata a sinistra,prima del colle di Balisio,la strada,circa 2 km. È in minima parte asfaltata,poi lo sterrato diviene un poco sconnesso,andare adagio). Parto,sono le 7.45,dapprima percorro la sterrata (vietata ai non autorizzati),giungendo circa mezz'ora dopo,al bivio con segnaletica per rifugio Brioschi disl+260 m.: prendo il sentiero di destra e mentre salgo,noto che nel greto del torrente vi sono molti alberi caduti per la stragrande quantità di neve che scivolando a valle li ha sradicati. Il sentiero sale nel bosco di latifoglie e poco dopo giungo all'alpe Cova m.1301 disl.tot.+455 ore+0.25,dove a un centinaio di metri sulla destra vi è un'agriturismo,un piccolo laghetto ed una fontana. Qui,incrocio la stradetta che proviene da Pasturo,la percorro in salita,supero il rifugio Antonietta al Pialeral m.1400 e poco sopra si perviene all'area pic-nic,quota 1453 disl.tot.+571 ore +0.17 dove vi è anche una fontana con ottima acqua fresca. Proseguo,non c'è il classico movimento di escursionisti (non essendo Domenica) e poco sopra mentre percorro il sentiero che si fa strada per i pascoli fino a giungere al Sasso di Grigna m.1860,situato parallelamente alle baite Comolli (la via invernale) disl.tot.+978 ore+0.50 odo il fischio delle marmotte,che tra breve tempo si ritireranno in letargo. Il sentiero ora,si percorre in parte su roccia e prati,puntando diagonalmente verso sinistra,in direzione del bivacco Merlini m.2110 disl.tot.+1228 ore+0.45,da questo punto si sale stando leggermente sotto la cresta.il sentiero che punta decisamente verso destra,pervenendo così al rifugio Brioschi,situato a circa 4 m.sotto la vetta disl.tot.+1527 ore+0.44 per un totale di 3 ore e 40 minuti. Qui al rifugio,volontari giovani e meno giovani,stanno lavorando per la manutenzione del rifugio,chi vernicia e chi sbianca la facciata. Il percorso per la sua lunghezza e dislivello lo classifico come EI= escursionistico/impegnativo,per il tratto che và dal bivacco Merlini in vetta: non bisogna soffrire di vertigini


Tourengänger: Alberto

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»