Pizzo di Claro e dintorni


Publiziert von UpTheHill , 14. September 2009 um 09:11.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:13 September 2009
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo di Claro   CH-GR   CH-TI 
Zeitbedarf: 8:30
Aufstieg: 1200 m
Abstieg: 1200 m

C'è l'ho davanti agli occhi ogni mattina, quando esco di casa, alla sera quando rientro. Limpido nella luce del mattino, rannuvolato quando arriva un temporale, si erge sempre dalla catena a cui appartiene in modo netto. Dal Q250 a cui abito, guardo su da una vita verso il suo Q2727, e da una vita mi ripropongo "Ci vado". Ma tutte le cartine che consulto mi danno un grado di difficoltà fuori dalla mia portata...

Quest'anno scopro che la Società Alpinistica Valmaggese organizza l'ascensione con una guida, Bruno (che avrei dovuto incontrare alla capanna Pian di Crest il 22 luglio). E' l'occasione buona: dallo scambio di mail intercorso tra Bruno e me mi sono fatto un'ottima opinione delle sue capacità, e decidiamo di rischiare. Bruno inoltre mi comunica che si tratta di una escursione facile...

Rita purtroppo è strapresa con l'inizio dei corsi di maturità socio-sanitaria, ha un casino di lavoro di preparazione ancora da fare, e decide a malincuore di rinunciare per potersi preparare per la settimana scolastica. Bruno è riuscito a mettere assieme un bel gruppo (in tutto saremo in 13, ma questo non ci ha portato sfortuna, anzi), e ci ritroviamo alle 7:30 tra Grono e Rovedero per ottimizzare i mezzi di trasporto (c'è chi arriva da Varese, chi da Locarno, chi da Lugano).

Salita in auto all'Alp Stabveder, in val Calanca, e alle 8:30 siamo pronti per la partenza. Percorriamo l'ultimo tratto di sterrata fino all'Alp Stabveder, non ancora scaricata, poi da li saliamo praticamente dritti verso la bocchetta che dà accesso al canalone di salita.  Rimango indietro (e se rimango indietro), i miei compagni scompaiono all'orizzonte... Mi attendono alla bocchetta, dove ci fermiamo per un piccolo spuntino, poi via di nuovo. E nuovamente rimango indietro (costante di tutta l'escursione). A circa due terzi della salita, comodamente sdraiata su di un sasso, reincontro Cornelia, che mi ha atteso gentilmente (non so se su sua iniziativa, o richiesta di Bruno). Via per l'ultima pezzo di salita, Cornelia mi straccia nuovamente... In tre ore arrivo anch'io (Siso ci ha impiegato 2 ore e 5 minuti), e raggiungo i miei compagni alla croce. Nel frattempo si è alzata la nebbiolina. Loro sono lì da un'eternità, così, ordine di marcia, si riparte. Neanche il tempo di ingurgitare un cornetto, e scattare due foto, e via di nuovo.

A questo punto penso che rientreremo per la stessa via... E no, sorpresa... Discesa lungo la parete Ovest verso il lago Canée. Guardo giù, e il cuore salta almeno tre battiti. Il sentiero (per me) ha una pendenza orrificante, c'è ancora neve ed è ghiacciato. Metto via la macchina fotografica, e seguo Bruno, che con pazienza infinita mi attende. Sono continuamente al limite dell'iperventilazione, ma passetto dopo passetto, una strusciata di sedere dopo l'altra, arrivo anch'io alla promimenza dove gli altri si sono fermati per il pranzo (cioè, loro sono praticamente già al caffé).

Panino e frutta, e vista sul bellissimo laghetto Canée, che grazie all'assenza di vento riflette tutto ciò che sta attorno. Grossi nuvoloni cominciano ad arrivare, la meteo in effetti ha pronosticato piogge a partire dal pomeriggio. Di conseguenza, via veloci verso il passo de Mem per poter superare la bocchetta e rientrare nella zona della val Calanca. Il sentiero è aereo, spesso non tracciato, passa continuamente tra pietraie. I miei compagni zampettano tranquilli, e, indovina, io rimango indietro. Li perdo di vista, tra una svolta e l'altra, e probabilmente mi imbrugo diverse volte, rendendo il mio percorso ancora più difficile. Li reincontro al passo, dove prendiamo il sentiero che scende verso l'Alp di Mem.

E di nuovo schumachano lasciandomi indietro... Dopo meno di 20 minuti non li vedo più... Percorro tutto l'Alp di Mem e il Pian del Baitel da solo: il sentiero anche qui corre tra piccole ganne e roccette, ma per fortuna niente problemi di vertigini. Devo essere sincero: me lo sono goduto, il silenzio, rotto solo da qualche fischio di marmotta, due corvi imperiali che volteggiavano lassù. Mi piace camminare da solo, senza rumori attorno, e non mi sono offeso per il distacco megagalattico che mi hanno dato. Le gambe iniziano ad essere stancotte, oggi ho fatto più dislivello di quello a cui sono abituato, in salita rallento ancora più del solito, ma la testa comanda... 

Li ritrovo alla bocchetta dove ci eravamo fermati per la colazione al mattino: sono gentili, e non mi sfottono, forse anche perché ho portato cioccolata, frutta secca e cornetti per tutti. Breve sosta, la meteo ci ha risparmiati tranne qualche leggera goccia tra il passo di Mem e questa bocchetta.

Iniziamo la discesa, i miei quadricipiti sono ormai al limite. Ripassiamo dall'Alp Stabveder, e via lungo la forestale fino alle auto, dove arriviamo alle 17:00.

A casa, alla sera, porto fuori Rita, e le faccio vedere parte del percorso (quello dalla cima al Pas de Mem): non era proprio un'escursione facile (per me), ma sono orgoglioso di avercela fatta. Le prometto che la porterò, ma solo salita e discesa dalla stessa via, salendo da Stabveder. E, by the way, oggi ho battuto il mio record di altezza :-)

PS: abitando in via Pizzo di Claro a Bellinzona, come potevo non andarci? Quando il destino è già segnato...

Descrizione completa dell'escursione con tutte le foto.

Tourengänger: UpTheHill

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (15)


Kommentar hinzufügen

Seeger Pro hat gesagt: ...ma sono orgoglioso di avercela fatta
Gesendet am 14. September 2009 um 10:20
Ciao Nino
La storia è incredibile. Credo che hai imparato qualche cosa. (D'explicare tra noi). Ricordomi di essere lasciato solo...non potevo più dormire.
E finalmente: Molto grazie per l'incontro e per il CD con bellissime foto.
Saluti, anche a Rita
Andreas

UpTheHill hat gesagt: RE:...ma sono orgoglioso di avercela fatta
Gesendet am 14. September 2009 um 10:54
Ciao Andreas,

sono contento che il CD sia arrivato bene. Imparare qualcosa: si, ieri ho spinto un po' più avanti i miei limiti... e questo aiuta.

Buona settimana, un caro saluto anche a te.

heliS hat gesagt: Complimenti!
Gesendet am 14. September 2009 um 10:43
Per la gita, per la forza d'animo e per non essertela presa per il fatto che spesso, troppo spesso, ti hanno lasciato solo. Una buona guida dovrebbe mantenere il gruppo unito e adottare il passo del piu' lento ... non sentirti mai in colpa perchè gli altri sono piu' veloci di te! E te lo dice una "polentona" :)
Ciao e buone camminate
S.

UpTheHill hat gesagt: RE:Complimenti!
Gesendet am 14. September 2009 um 10:52
Ciao heliS,

Grazie per i complimenti, fanno sempre bene al mio spirito narcisista :-)

Non ho appunti da muovere a Bruno: non ho mai chiesto loro di rallentare il passo, e, come ho scritto, mi sono goduto al 100% la zona dall'alpe Mem alla bocchetta. Non ho difficoltà ad orientarmi, e non ho mai corso pericoli. E gli altri dodici, penso si sarebbero "rotti le p..." ad andare alla mia velocità. Magari tra qualche anno anch'io la farò alla loro velocità :-)

heliS hat gesagt: RE:Complimenti!
Gesendet am 14. September 2009 um 11:32
Non volevo muovere nessuna polemica :) tranquillo!

Beato te che non hai problemi di orientamento ... io mi perdo dietro casa mia! Almeno cosi dico, poi non mi sono mai persa ;)
Ciao
S.

Jules hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2009 um 14:50
Mi unisco al meritato coro di complimenti! Non ti nascondo che mi piange il cuore a pensare che fino a metà ottobre sarò in grigio-verde a giocare al soldatino... vabbè! Buona giornata!

UpTheHill hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. September 2009 um 15:08
Ciao Jules,

hai tutto il mio sostegno per far si che le tre settimane volino via senza intoppi.

Basta complimenti: non sono il primo, e non sarò l'ultimo che ci salirà. Sennò arrossisco come un pomodoro...

Attendo con piacere le tue relazioni non appena sei rientrato dal servizio patriottico.

Ciao

giorgio59m hat gesagt: Bravo !
Gesendet am 14. September 2009 um 20:02
Ciao UP, i migliori complimenti per l'impresa. Spero anch'io di arrivarci, ma sono decisamente messo peggio di te ... quando scrivi dei problemi di fiato e vertigini, e gli altri che aspettano, mi sembra di averlo scritto io ... Fortunatamente gli amici piu' stretti mi aspettano, in discesa vado ... giu' come un sasso che rotola.
Un bravo ancora, con molta simpatia ed un po' di invidia.

UpTheHill hat gesagt: RE:Bravo !
Gesendet am 15. September 2009 um 18:39
Ciao Giorgio,

grazie per i complimenti. Beh, creeremo il gruppo "Comunque Vado Non Ostante Tutto". Sei fortunato, io sono lento anche in discesa :-)

nano hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2009 um 23:43
Bravo Nino!
Cominci a fare sul serio, complimenti per la tua costanza.
Io ho provato questo fine settimana a tornare in montagna con il tutore e devo dire che riesco a camminare abbastanza bene . Ora riprenderò a fare cose tranquille in attesa di guarire completamente.
Nel mese di Ottobre (se vuoi ancora farlo ) posso accompagnarvi al Grignone.

Ciao a presto Giuliano

UpTheHill hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. September 2009 um 18:42
Ciao Giuliano,

se faccio sul serio? E si, sto già pensando all'Everest :-)

Sono contento che tu stia recuperando bene, e che non ostante il tutore ti sia possibile zampettare tutt'attorno. Spero che ti sia possibile toglierlo al più presto...

Ottobre: sarà difficile, Rita è strapresa con i corsi blocco della scuola, che vanno da settembre a inizio novembre (dopo i ragazzi vanno in stage), per cui temo che dovremo rimandare alla prossima primavera, ma l'invito è sempre in lista, gradito e apprezzato.

Buona guarigione!!

Ewuska hat gesagt:
Gesendet am 15. September 2009 um 00:45
Ciao Nino,

la Tua impresa (condivido gioia) è solo la conferma che non si scappa dal destino, lo si raggiunge piano :)
il tempo non conta...a meno che Tu non abbia intenzione di diventare un skyrunner!
Cari saluti a Te e Rita.


UpTheHill hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. September 2009 um 18:44
Ciao Ewuska,

grazie, e skyrunner? No, non riesco a correre neanche in pianura... E sono d'accordo con te (e anche Andreas) che il tempo non conta. Ci sono ritmi che vanno rispettati per godere appieno di ciò che si ha.

Saluti ricambiati anche da Rita.

Floriano hat gesagt:
Gesendet am 15. September 2009 um 00:58
Arrivo anche io.... complimenti, chi va piano ....
Aspetto impaziente la tue prossima conquista!!
Saluti
Floriano

UpTheHill hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. September 2009 um 18:45
Grazie Floriano,

e se la prossima conquista si chiamasse Giovanna? Mmmmh, penso che Rita mi ucciderebbe!!!!


Kommentar hinzufügen»