Erzhornsattel 2744 m


Publiziert von pelle9360 , 10. August 2009 um 19:08.

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Schanfigg
Tour Datum:27 Juli 2009
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 1136 m
Abstieg: 1248 m
Strecke:Innerarosa - Erzhornsattel - Ramozhütte - Arosa
Kartennummer:CNS 1:25000 - 1216 Filisur

Il punto di partenza di questa bellissima escursione è Innerarosa, un nucleo di case posto sopra Arosa, o meglio la stazione a valle della cabinovia Hörnliexpress. Questo luogo è raggiungibile sia in auto ma anche con i bus che transitano ogni mezz'ora da Arosa.
Il sentiero parte sulla curva della strada, a quota 1828 metri, e diventa poi una strada sterrata, la quale conduce in circa 30' al primo punto di passaggio di questa gita: lo Schwellisee, un bel laghetto situato a 1931 metri di altezza. Dopo aver superato un ponticello il sentiero si fa più ripido e, passando un acquedotto e ancora due ponticelli, si arriva all'Älplisee, 2156 metri, il quale dista circa 20' di cammino dal laghetto precedente. Si costeggia in piano su sentiero il lago e dopo poche centinaia di metri si arriva a una diramazione nel punto quotato 2180 metri.
Da adesso in poi il sentiero è marcato in bianco-blu-bianco !! 
Si segue quindi il sentiero di sinistra che, abbassandosi leggermente, porta a guadare il fiume Plessur.
Oltrepassato il  fiume si inizia a salire dolcemente seguendo una traccia facilitata qua e là da dei segni in bianco-blu-bianco pitturati su dei massi. In prossimità della curva di livello che indica i 2300 metri, il sentiero inizia a diventare più ripido ma sempre ben marcato e visibile. Dopo aver superato dei nevai si arriva all'altezza della curva di livello dei 2600 metri. Il sentiero ora si fa ancora più ripido e a zig zag. Esso è comunque sempre ben visibile, ma richiede attenzione nell'affrontare gli ultimi metri poiché si sale su un pendio di fine pietrisco (che fa scivolare). Talvolta si devono usare le mani per qualche corto passaggio esposto. Si giunge alla bocchetta dopo circa 2 h e 20' dall'Älplisee. Il panorama è vasto. Sulla sinistra appare l'Erzhorn, 2924 metri, mentre sulla destra c'è la cresta, con una leggera traccia, che conduce all'Aroser Rothorn, 2980 metri. Dopo una sosta per mangiare siamo saliti in direzione della cima quotata 2866 metri sulla CNS, da dove si può ammirare il tracciato per salire all'Aroser Rothorn. Da qui si può godere di una bella vista sull'Erzhornsattel, sullo Schwellisee e su Innerarosa. Dopo essere ritornati alla bocchetta siamo scesi sempre su sentiero, marcato in bianco-blu-bianco, in direzione della Ramozhütte, 2293 metri di altezza, lungo la Erzhorntälli. Anche qui il sentiero è ben visibile. Alla capanna si arriva dopo una discesa di circa 50'.
Breve pausa per bere e per alcune foto e poi ripartiamo alla volta di Arosa. Qui il sentiero, che torna ad essere marcato in bianco-rosso-bianco, scende parallelo al fiume. Passati i punti quotati 2019 metri e 1933 metri si arriva a un ponticello, situato ad un'altitudine di 1870 metri. Lo si attraversa e si sale per qualche metro, poi si continua in discesa. Il sentiero passa attraverso radi arbusti di pino e più in basso nei boschi. Dopo la diramazione di quota 1643 metri il sentiero diventa strada sterrata pianeggiante e, dopo poco meno di un chilometro, si arriva al depuratore di Arosa (ARA), a quota 1619 metri.
Ora si segue la strada asfaltata che passando dall'Untersee, 1691 metri, arriva all'Obersee, 1734 metri.
Qui si conclude, dopo ben 2 h e 30' di cammino dalla Ramozhütte, la prima paseggiata di questa settimana di vacanza ad Arosa.

Consiglio: 

La salita all'Erzhornsattel è meglio effettuarla partendo da Innerarosa e passando per  i due laghetti, poiché l'ultimo tratto prima della bocchetta è ripido, friabile e leggermente esposto. Quest'ultimo tratto non causa problemi in salita ma, al contrario, può causarne qualcuno di troppo se effettuato in discesa. 
Al contrario la discesa dalla bocchetta alla capanna non crea nessun problema.


Tourengänger: pelle9360

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»