Leirhnjúkur Mountain


Publiziert von ale84 , 19. August 2009 um 19:38.

Region: Welt » Island
Tour Datum:21 Juli 2009
Wandern Schwierigkeit: T1 - Wandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: IS 
Zeitbedarf: 2:00
Aufstieg: 150 m
Strecke:[LUNGHEZZA 3km] Parking area - Leirhnjúkur Mountain - Parking area
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Il Lago Mývatn si trova nella parte nord-orientale dell'Islanda. Il centro abitato più vicino al lago è il paesino di Reykjahlíd (210 abitanti) sulla riva nord-orientale. Qui vi si arriva seguendo la strada statale 1 o la 848.

Giro ad anello di circa due ore attorno alla Leirhnjúkur Mountain, vulcano attivo che si trova pochi chilometri a nord-est del Lago Mývatn sulla strada n. 863 nei dintorni dell'area vulcanica di Krafla. La zona è caratterizzata da formazioni laviche e solfatare che rendono il paesaggio “lunare” e pieno di diverse sfumature colorate. Zona attiva molto interessante. Il cratere di Leirhnjúkur si formò per la prima volta nel 1727 eruttando lava per ben due anni filati. Nel 1746 ci fu una seconda eruzione e quello che è rimasto lo si può osservare tuttora.
Il sentiero/circuito è ampiamente segnalato e in alcuni punti sono state posizionate delle passerelle di legno per non camminare sul terreno bollente ed evitare così di ustionarsi seriamente, le indicazioni sono da seguire alla lettera. Turisti incoscienti hanno riportato serie ustioni per aver voluto fare di testa loro!  
Le temperature del suolo possono toccare gli 80°-100°C, quindi meglio restare alla larga!
Se il terreno diventa chiaro è segno che scotta, se esce del fumo beh è evidente che scotta ancora di più!!!
Lungo il percorso abbiamo notato delle belle pozze di acqua azzurra ribollente non adatte per farci un bagnetto! Dalla montagna esce fumo ovunque e le diverse sfumature di colore che vanno dal giallo al rosso la rendono davvero affascinante.
Durante la gita siamo passati poi attraverso delle distese stratificate di lava nera formatesi durante le eruzioni del vulcano Krafla, le ultime chiamate anche "Krafla-fires" iniziate nel 1975 dopo un'interruzione di 250 anni.
Percepibile quasi ovunque il forte odore dello zolfo...davvero uno schifo! Sembrava proprio odore di...(si può dire?!?)...odore di cacca! beaaah :-( 
Per fortuna alla partenza avevo ben pensato di indossare giacca e pantaloni impermeabili, infatti qualche minuto dopo ha iniziato a piovere, quella pioggerellina islandese fine fine soffiata ovunque dal forte e gelido vento. La temperatura si aggirava sui 5°C ma con il vento ne abbiamo percepiti molti meno. Oltre alla giacca avevo addosso: una maglia a maniche lunghe, una maglietta, un pile fine, un pile grosso, le ghette di lana, i pantaloni, guanti, berretta e sciarpa!!! Stavo bene! 
È stata una bella passeggiata durante la quale abbiamo avuto modo di vedere da vicino cose molto particolari ed interessanti. L'Islanda sorprende per la sua varietà di colori e per come essi siano vivi anche con le nuvole ed il cattivo tempo. 
 

Altre foto dell'Islanda sul sito personale di Mauro78: Ariafina

Tourengänger: ale84, Mauro78

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T1

Kommentar hinzufügen»