Rifugio Gonnella (3071m)


Published by martynred , 3 July 2019, 18h29.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:30 June 2019
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:45
Height gain: 1400 m 4592 ft.
Route:19 km
Access to start point:via Val Veny-La Visaille (Courmayeur , AO )
Accommodation:Rifugio Gonnella

Partiamo Sabato sera in auto, in 3: io, Raffaele e Andrea, per arrivare a La Visaille intorno le 21:30, parcheggiamo a pochi metri dalla sbarra che impedisce l'accesso alla carrozzabile che porta al Lago di Combal.
Raffaele ed Andrea si preparano per iniziare la loro lunga nottata, mentre io preparo il Doblò per una dormita il più possibile confortevole. Spengo la sveglia delle 5 ed apro gli occhi solamente alle 7.

Raffaele ed Andrea si sono fermati a fare un pisolino al Gonnella e, alle 6:20, ripartono per prendere un pò di quota. Incerta se salire o meno, mi gusto con calma la colazione e risistemo il tutto. Un messaggio di mia sorella mi fa sentire in obbligo a muovere il sedere, mica posso lasciare solo il povero Raffaele! Sia mai!

 


Così, alle ore 8, chiudo l'auto e mi incammino a passo svelto tagliando la strada asfaltata e raggiungere più velocemente il lago di Combal. Da qui, mantengo la destra fino a giungere al Rifugio Combal. Dal Combal seguo le indicazioni per il grazioso Lago del Miage. Dopo l'esperienza dello scorso anno, prendo una piccola traccia che porta sul filo della morena. Una traccia che permette di avvicinarsi al ghiacciaio senza passare dai rognosi detriti al centro (dove ci sono i bolli gialli), una traccia molto affilata ma che davvero semplifica i passi. Al termine della morena si scende a destra per immettersi sul ghiacciaio nascosto dai detriti morenici. Con me ci sono 2 coppie: una italiana e una scozzese. Scambiamo 2 chiacchiere ed insieme cerchiamo la via più accessibile e diretta. Da metà ghiacciaio in poi c'è più neve ed è possibile vedere le tracce di chi è partito prima. A passo svelto (zaino leggero!) seguo le evidenti tracce, sperando che Raffaele e Andrea non siano già sulla via del ritorno. Cerco il Rifugio Gonnella con lo sguardo, ma non lo trovo. Due gole di seracchi scendono sul ghiacciaio, uno è il ghiacciaio del Dome, ed il rumore di qualche sasso che rotola e cascate d'acqua glaciale spezzano il silenzio. (2:20h)
Al termine della lingua e superati 4 crepacci ancora abbastanza chiusi, si sale a destra per prendere il sentiero che punta in direzione E, tagliando in traverso un paio di pendii innevati. Superati questi, il sentiero è ripulito dalla neve e sale rapidamente con qualche tratto attrezzato (scalette e catene). Ci si ritrova poi su un altro tratto innevato che porta alla seconda metà del sentiero, anche questo attrezzato in parte con canaponi (II grado max). Qualche brevissimo tratto di neve ripida ma ben tracciata porta alla base del Rifugio Gonnella. (tot andata: 3:30h)

Il ghiacciaio del Miage può sembrare lungo (5km circa) ma se avete visto e percorso l'Aletschgletscher vi farete una risata!

Al Rifugio sono pochi gli alpinisti già arrivati dalla cima del Bianco e mi stupisco di non vedere Raffaele e Andrea. Attendo ammirando il panorama delle cime che mi circondano e scambiando quattro chiacchiere con gli escursionisti che seguono. Un gruppo del Lago d'Iseo mi sorprende, una di loro è così emozionata e contenta che vuole una foto con due alpinisti scesi dal Bianco, come avessero compiuto un'impresa impossibile. Mi meraviglio, felicemente sorpresa, davanti l'espressione di tanta emozione, resa possibile da questi massicci unici che stanno cambiando rapidamente e chissà per quanto ancora potremmo viverli così.

Dopo 2 ore arrivano anche i due folli! Mezz'ora di pausa e scendiamo come per la via di salita. Sulla cima del Bianco un abbondante gruppo di parapendii colora il cielo azzurro. Una volta arrivati alla morena, anziché proseguire sulla cresta di questa, scendiamo dal sentiero sul suo lato destro fino ad arrivare al Rifugio Combal. Da qui come per andata fino la macchina. (tot rientro: 3:15h)



alla bionda signora...
Scalare non serve a conquistare le montagne; le montagne restano immobili, siamo noi che dopo un’avventura non siamo più gli stessi

(Royal Robbins)

Hike partners: martynred


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (12)


Post a comment

irgi99 says:
Sent 4 July 2019, 07h31
A quando il Monte Bianco dal Gonnella!
Siete andati in avanscopertaaaaa!

Bravissimi
Irene

martynred says: RE:
Sent 4 July 2019, 07h58
É una domanda? In realtà, non so perché, la cima del Bianco.non mi attira così tanto per cui non é in lista ma se capiterà...di certo non in giornata con Raffaele!

cristina says: RE:
Sent 4 July 2019, 09h23
Non so per quale motivo ma nemmeno a me attira il Monte Bianco...se capiterà...

Bellissima la citazione, mi ha fatto venire la pelle d'oca.

martynred says: RE:
Sent 4 July 2019, 11h08
eppure ho appena comprato il libro sul Bianco....hahahaha

irgi99 says: RE:
Sent 4 July 2019, 11h18
no beh in giornata è da matti!!!!
Ciaooo

martynred says: RE:
Sent 4 July 2019, 12h20
vivendo con un matto non si sa mai...

andrea62 says:
Sent 4 July 2019, 08h01
Bellissimo rifugio, uno dei miei principali "mi piacerebbe". Complimenti ai due "folli".
Andrea

martynred says: RE:
Sent 4 July 2019, 11h09
è la che ti aspetta!!!

GIBI says:
Sent 4 July 2019, 08h28
Brava ... che ambiente favoloso ... anche per me il solo raggiungere il Gonnella sarebbe già un gran bel un successo ! ... comunque mi manca troppo la Vallee !

ciao Giorgio

martynred says: RE:
Sent 4 July 2019, 11h09
Gibi, al Gonnella ci arrivi con una gamba te!

Alpingio says:
Sent 4 July 2019, 21h44
Quei 2 sono matti! Bella la citazione, nonché il posto;)
Giovanni

martynred says: RE:
Sent 5 July 2019, 12h24
yes!
Grazie Giovanni!


Post a comment»