Martica + Campo dei Fiori - Anello per le Sorgenti


Published by Simone86 , 12 April 2019, 00h14.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:16 March 2019
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 2200 m 7216 ft.
Height loss: 2200 m 7216 ft.
Route:36 Km
Access to start point:RASA di Varese, parcheggio al cimitero

Come preparazione di un trail lungo sfrutto il "nostro" Campo dei Fiori per un anello che abbia come caratteristica la presenza di sorgenti lungo il percorso, fondamentale se non si vuol girare con 3 litri d'acqua sulle spalle.  Mescolando sentieri conosciuti ad altri mai esplorati ho piacevolmente scoperto alcune zone interessanti di quest'area. L'esplorazione prevede di passare da 5 punti d'acqua e/o sorgenti:

 -Fontanella della Rasa: km 0 
 -Fontanella di Brinzio (una delle varie): km 8,5
 -Fontana Rossa (lato nord Campo dei Fiori): km 14
 -Sorgente Gesiola (Orino): km 20
 -Fontanella al Belvedere (non sempre attiva): km 27
 -Fontanella Piazzale Pogliaghi (non usata): km 31,5
 -Fontanella della Rasa: km 36

Partenza dalla Rasa, direzione Pian Valdes passando dal ripetitore, su pendenza preferibilmente non corribili. Oggi lo scopo è arrivare in fondo bene gestendo le energia, senza strafare e spendendo meno "carburante" possibile, gustandosi il viaggio. Dal Pian Valdes taglio i tornanti risalendo un costone più a est e sbucando all'inizio della salita al Chiusarella q913, prima cima della giornata. Proseguimento per il Martica  q1032 che raggiungo salendo dritto per il ripido sentiero delle MTB e che sbuca prima alla cima W e poi alla vetta vera e propria. Discesa molto tranquilla, niente affaticamenti. Dal Passo Valicci a Brinzio il sentiero è molto piacevole, ben corribile. Ho attrezzato i bastoncini da trekking con due cordini, cosi da fissarli a modi tracolla ben agganciati allo zaino, fantastico, non si muovono!

A Brinzio prima tappa acqua, riempio e bevo tutta la bottiglia (0,75), riempio di nuovo e riparto. Salgo verso il Passo Pizzelle, su sentiero molto scivoloso con fogliame. Qualche ciclista incauto si è spinto fin quassù, forse fraintendendo i cartelli per la Rasa... Al Pizzelle prendo il bellissimo sentiero che aggira tutto il versante N del Campo dei Fiori. E' un sentiero che adoro particolarmente, lontano dall'affollamento del sentiero 1, capita di non incrociare nessuno per chilometri, se non qualche animale. Questo fresco tratto e ben corribile con saliscendi, fino a raggiungere, con sollievo, la tanto attesa fonte di Fontana Rossa, un miracoloso approvvigionamento idrico in mezzo al nulla!  Riparto per Orino, anche qui tra saliscendi. Ora il sentiero si fa molto più brutto, dissestato, pieno di fogli e alberi caduti, certamente non molto frequentato. Al 17°km circa imbocco a valle il sentiero 10, che compie l'anello basso del C.D.F..

Corsa fino ad Orino, da cui ricomincierò la terza e ultima salita fino al Forte. Prima, con immenso piacere, scopro la Sorgente Gesiola, poco sopra Orino. Da qui la tosta salita (annegare nelle foglie) fino al Pian delle Noci. Altro posto mai visto, sempre plurinominato ma mai toccato con mano, un piccolo angolo di tranquillità paradisiaca. Risalgo imboccando il sentiero 2 per il Forte di Orino. Questo tratto, soprattutto quando iniziano i faggi sulla dorsale, è uno dei più suggestivi del Campo dei Fiori. Raggiunto il Forte q1139 mi prendo un quarto d'ora di pausa, è pieno di gente. Facendo molto caldo ho finito l'acqua in salita, bisogna per forza arrivare almeno al Belvedere.

Riprendo la corsa verso la Punta di Mezzo q1227 che raggiungo passando per il sentiero della Cresta, sempre bellissimo. Le gambe iniziano a chiedere tregua. Un ultimo sforzo per l'Osservatorio q1226 e poi giù al Belvedere. Miracolosamente il rubinetto sgorga acqua, nonostante le lunghe settimane di siccità. Sciolgo un Sustenium Plus per tamponare i crampetti e devo dire che il "sostegno" c'è stato eccome, una bomba per cavalli. Dopo una toccata al TreCroci q1111, prendo molto largo il rientro, cercando di macinare più km possibili anche in discesa. Aggiro il Grand Hotel da sotto (un sentiero che si imbocca in zona funicolare vecchia) e poi rientro sulla strada asfaltata. Rientro verso il Sacro Monte per la nominata via Monte TreCroci e arrivo al Piazzale Pogliaghi. Niente sosta.

Prendo un sentiero a nord del Sacro Monte che ne aggira tutto il versante fino a sbucare piacevolmente proprio dietro la V Cappella, anche qui lontano dall'affollamento della via crucis. Da qui non resta che stringere i denti per gli ultimi km passando per Oronco e, lungo la storica Via Salve Regina (sent. 10) tornare su sterrata fino alla Rasa (ultimo tratto asfalto). 

Un bellissimo giro sui nostri monti di casa che, se si vuol cercare, sanno sempre donare una piacevole scoperta in più!
Tempistiche: circa 5h10'



Hike partners: Simone86


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (6)


Post a comment

cristina says:
Sent 12 April 2019, 09h43
Un bel giro alla Poncione....finalmente con la traccia per districarsi in quel dedalo di sentieri!

Simone86 says: RE:
Sent 15 April 2019, 11h18
Poncione è l'esperto maggiore! Chissà quanti altri sentieri ci sono da scoprire, con openstreetmap se ne trovano moltissimi ma tanti altri ancora non sono mappati

Camoscio says:
Sent 13 April 2019, 19h28
Se ci impiegassi anche io 5h a fare tutto il Campo dei Fiori sarebbe bello, così mi basterebbe una giornata...l'unica cosa è che non corro! :) Ad ogni modo prevedo di andarci non essendoci ancora mai stato! Complimenti!

Simone86 says: RE:
Sent 15 April 2019, 11h20
Ciao, certo, volendo lo si spezzetta in piu parti (martica a parte e CDF a parte pure lui) con mille varianti possibili. Buona esplorazione!

gebre says:
Sent 16 April 2019, 07h47
Complimenti, bel giro...e bella gamba!
Hai qualche trail in programma?

Ciao
Alberto

Simone86 says: RE:
Sent 17 April 2019, 08h06
eh bella gamba quella di chi se la corre tutta ahah. stavo preparando il Maremontana 45k (conosci?) molto bello e consigliato, sopra Loano, se non altro anche come trekking veloce, bellissimi sentieri


Post a comment»