Forte San Marco e cresta del Cordespino.


Published by Menek , 1 April 2019, 11h42.

Region: World » Italy » Veneto
Date of the hike:31 March 2019
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Time: 5:15
Height gain: 830 m 2722 ft.
Height loss: 830 m 2722 ft.
Route:Tra rocce e cenge, di Km 14,000
Access to start point:Raggiungere Rivoli Veronese poi seguire per Zuane. Seguire in direzione Madonna della Corona, parcheggiate nello slargo attrezzato lungo la strada.
Maps:Mapnik+a muzzo

Oggi sono orfano dell'amico Alex e allora mi devo inventare qualcosa, magari un giro un po alla "modo mio"; sì, facciamo una visitina al Forte San Marco, ma...
Parto da Zuane (avevo già ispezionato con Alex dove lasciare l'auto), e dopo un brevissimo passaggio nel bosco (sentiero) comincio a studiare il percorso che mi porterà verso la zona più rocciosa della piccola elevazione. Dico subito che lì c'è la possibilità di salire al Forte mediante comodo stradello, ma non fa al caso mio. Ammetto che faccio fatica a descrivere il percorso, diciamo che sono andato a cercarmi le difficoltà, arrampicandomi (max II°) nei posti più disparati e seguendo qualche vaga traccia lasciata da animali selvatici, lì la roccia è calcarea e bella abrasiva (quando non incontrate piccole colate di massi), quindi, facile trasformare il tutto in un piacevole "parco giochi".
Dopo 30/40 minuti di piacevole palpeggiamento roccioso raggiongo la dorsale, ma rimanendo sulla parte declinante la Val d'Adige, dove una flebile traccia mi porta in poco tempo al Forte San Marco. Teoricamente l'interno del Forte non è visitabile per qualche pericolo di crollo, ma con prudenza, una volta trovato l'ingresso, si può "perdere" un po di tempo per visitare questo manufatto dove è possibile trovare ancora vecchie scritte lasciate dai militari oltre alle vaccate vergate dai soliti ignoti.
Finita la visita al Forte ora riprendo il cammino, credo ci sia un sentiero agevole che porta al Monte Cordespino, ma io seguo ancora una traccia piuttosto stretta, con vecchia bollatura giallo/rossa, e che ancora una volta rimane declinante, quando non esposta verso la Val d'Adige. E' un tracciato interessante, non c'è che dire, e sembra quasi che sia manutenuto dai climbers, almeno questa è l'impressione che ne ho, gli indizi sono molti.
Passo qualche cengia esposta verso le falesie e altre cenge me le invento (se ve la sentite vale la pena), poi risalgo brevemente uno sperone semi roccioso e mi riporto sulla traccia che mi porta con bei passaggi verso il Monte Cordespino dove c'è tempestato di paletti con scritte varie. Anche queste credo siano opera dei climbers. Al Cordespino consumo il mio pasto frugale, il caldo maggengo toglie quasi il fiato, una buona occasione per prendere il sole senza maglietta.
Ora affronto la discesa, direzione N, un bel sentierino che attraversa un bosco di Lecci e che sbuca in Loc. Pozza Gallet, qua invece di prendere  la strada del ritorno mi viene la brillante idea di incamminarmi verso un monte dove sono presenti delle antenne. Cammino su asfalto, passando qualche frazione, ma quando passi Cavaion, Negrar, Gamberon sino a giungere a Me Cojon, beh, allora è giunto il momento di dire basta al catrame per fare un salutare dietro front. Ritorno a Pozza Gallet, dove c'è una sorta di passo, seguendo un sentiero che passa a dx di una villa scendo verso Gamberon per poi risalire in moderatissima pendenza sino ad un'altra frazione, qua per non allungare ancora di più il giro risalgo sino quasi al Forte per poi prendere lo stradello militare che mi riporta nei pressi del punto di partenza.
Nota 1): Cazzeggi vari...
Spinosauro: Coraggio, tra una settimana a Verona ci sarà il Vinitaly.
Valtur: I cantieri del Brennero e della Tav diventano meta turistica. D'altronde dopo 30 anni anche le auto e le moto storiche non pagano il bollo.
Geppetto Dibba: "Mi sono iscritto ad un corso di falegnameria." L'ho sempre detto che costui è una sega.

A' la prochaine!      Menek

Hike partners: Menek


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (24)


Post a comment

danicomo says:
Sent 1 April 2019, 11h54
Va che bella pietra e che belle peonie!
Ti sei trasferito in Veneto? Per quanto?

Menek says: RE:
Sent 1 April 2019, 13h52
C'era una fioritura da primavera piena in mezzo a rocce fantastiche.
Sono da Alex, ogni tot mi piazzo da lui. :)))
Ciaux
Menek

Alpingio says: RE:
Sent 2 April 2019, 21h23
davvero, rocce e fiori bellissimi ;)

Menek says: RE:
Sent 3 April 2019, 16h49
Confermo! E' stato un giro veramente piacevole. Ciaooo

cristina says:
Sent 1 April 2019, 12h06
Non c'è più provinciale, statale o autostrada che non abbia il suo eterno lavoro...domenica per non farci mancare il lavoro stradale quotidiano abbiamo trovato un restringimento dopo la galleria del Barro con niente ma assolutamente niente di cominciato...solo coni per portare le due corsie a una...pesce di aprile in anticipo, gli automobilisti ringraziano!

Menek says: RE:
Sent 1 April 2019, 13h54
E se ci aggiungiamo le strade inutili che hanno fatto...siamo al top!
Ciaux
Menek

GIBI says: RE:
Sent 2 April 2019, 11h21
... l'ho beccata anche io domenica scorsa e non ne capivo il reale motivo ... però in settimana si spera che lavorino !

cristina says: RE:
Sent 2 April 2019, 11h47
Dovrebbero iniziare i lavori per il ponte, ma quel restringimento non so a cosa serva, non c'è nulla :-(((

Camoscio says:
Sent 1 April 2019, 22h29
Bravo per l'inventiva! Il tuo giro ha proprio un sapore d'avventura che per me rimane il motivo principale per cui frequento le montagne! ;)

Menek says: RE:
Sent 3 April 2019, 16h00
A me ste robe piacciono tanto, ma tanto... :) Ciaooo
Menek

blepori Pro says:
Sent 2 April 2019, 07h20
caro mene, mi sa che risuciresti a ravanare anche nel giardino di casa :))) ormai la malattia è all'ultimo stadio. Ciao Benedetto

Menek says: RE:
Sent 6 April 2019, 19h21
:))) Caro Benedictus, il ravano fa parte dei giri, vero? A me piace molto "perdermi" nella Natura. Salutoni
Menek

blepori Pro says: RE:
Sent 7 April 2019, 08h03
il ravano è l'ultima fase di evoluzione del giro, quando ormai la meta non conta più e più tardi ci si arriva meglio è :)))

Menek says: RE:
Sent 8 April 2019, 12h45
:) :) :)

Sent 2 April 2019, 09h03
Giro inventato... giro ravanato...
Giro orfanello, ma giù il capello... :-)

Hai portato a casa un pò di bella roccia "pizzocolina"...?!

Salutoni...

Angelo

Menek says: RE:
Sent 3 April 2019, 16h01
:))) Grazie Angelo! Roccia fantastica che ti fa stragodere! Ciaux
Menek

GIBI says:
Sent 2 April 2019, 11h28
Povero orfanello ... non hai paura di perderti ?

scherzi a parte gran bella fioritura

ciao Giorgio

Menek says: RE:
Sent 3 April 2019, 16h03
L'orfanello voleva perdersi, ma non c'è riuscito! :) Fioritura magnifica, non ho neanche fotografato tutte le varietà incontrate. Ciaooo
Menek

veget says:
Sent 3 April 2019, 10h13
Cosicchè oggi hai dato sfogo al tuo naturale piacere e spirito di "avventura".
Un' escursione "piena" di avvenimenti , la scelta del tracciato i fiori, i panorami..... Quando sei solo, non hai "timori"...estrai il vero Menek!
Buona continuazione sulle montagne di Alex
Ciao Dome
Eu


Menek says: RE:
Sent 3 April 2019, 16h05
Hai ragione Eu, quando sono solo l'avventura è d'obbligo... e se trovo il tempo ho già una bella idea. Abbracci
Menek

martynred says:
Sent 4 April 2019, 15h04
grande Menek! Le mie zone...che conosco poco :(

Menek says: RE:
Sent 4 April 2019, 17h19
Eh si Marty, questa è (era) casa tua... ci sono degli angoli bellissimi dove il ravanage potrebbe diventare materia scolastica. Ciaux
Menek

martynred says: RE:
Sent 5 April 2019, 12h18
io la sento ancora casa :( , sono un'eterna vagabonda!

Menek says: RE:
Sent 5 April 2019, 13h19
Il vagabondare ha un suo perché quando voluto...


Post a comment»