Monte Generoso - Via Variante - & dintorni


Published by Andrea! Pro , 21 January 2019, 20h34.

Region: World » Switzerland » Tessin » Sottoceneri
Date of the hike:16 January 2019
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Via ferrata grading: PD+
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Monte Generoso 
Height gain: 2300 m 7544 ft.
Route:24,3 km a/r
Access to start point:Rovio (Svizzera).

Oggi è il mio turno di salire la nuova Via Variante al Monte Generoso e l'affronto con ancora nella testa la carica ... di/del Coca ... di domenica. Parto da Rovio di buon passo e seguendo le chiare indicazioni mi alzo di quota velocemente grazie al sentiero che non molla un attimo. Dalla Baita di Perostabbio inizia ufficialmente la Via Variante. L'ottimo sentiero permette di attraversare questo irto e bel versante del Generoso, superando tratti scoscesi senza eccessiva difficoltà, grazie anche ad alcune catene, gradini di pietra ... bello!

Sbuco sulla dorsale e salgo subito in cima al Generoso arrivando giusto in tempo per gustarmi il parziale panorama prima che le nubi si chiudano. Scambio due chiacchere con un signore di Erba e ritorno per un tratto sui miei passi per salire sul Baraghetto e da questo, scendendo dalla Ferrata Angelino, proseguire lungo la cresta fino alla Cima della Piancaccia. Ora punto alla Cima dei Torrioni e poi alla Cima Crocetta da dove scendo a muzzo per transitare dal Rifugio Guardie di Confine. Tornato al Passo Crocetta imbocco il bel sentiero che praticamente a mezzacosta mi porta al Barco dei Montoni.

Da qui, dopo che finisce la recinzione di una proprietà privata, mi porto sulla dorsale transitando da Cima Boll con le sue trincee e, sempre rimanendo in dorsale, proseguo al Monte Orimento e poi scendo all'Alpe di Orimento. Raggiungo poi Erbonne e dopo esser passato sopra al ponte di legno sul Breggia, riprendo a salire per tornare verso il Generoso. Anche questo sentiero sale deciso, con buona pace per le gambe, soprattutto in un tratto con gradoni di pietra.

Arrivo all'ormai famoso Fiore di Pietra (oggi chiuso) e mi godo per un poco la beata solitudine del posto ... credo cosa abbastanza rara. Comincio quindi la discesa "ufficiale" prima lungo il sentierone per il Bellavista dopodichè devio per Rovio. Lungo questo sentiero di discesa il vento dei giorni scorsi ha creato una particolare condizione: si passa attraverso zone con notevoli cumuli di foglie alternati a zone completamente "spoglie" e capita magari di inciampare in un gradino nascosto e ritrovarsi sommersi fino al mento nello strato di foglie... però che bel caldo che si percepisce!


Hike partners: Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (11)


Post a comment

Menek says:
Sent 21 January 2019, 21h44
solo tu potevi tirare fuori un giro così...

Andrea! Pro says: RE:
Sent 22 January 2019, 18h31
Avevo parecchia voglia di "tirare" le gambe ...
A!

blepori Pro says:
Sent 22 January 2019, 07h13
ripetuta la generoso! Bravo. Il fiore di pietra è chiuso fino a primavera, siamo stati su per l'epifania che era l'ultimo giorno di apertura. Ciao Benedetto

Andrea! Pro says: RE:
Sent 22 January 2019, 18h32
Già avevo in mente di andare a dare un'occhiata, in più amici ci sono stati di recente ... e già che c'ero ho solcato altri sentieri nuovi.
Ciao.
A!

rochi says:
Sent 22 January 2019, 09h42
Varianti, ferrate, cavalcate, saliscendi.
Complimenti a gambe e polmoni (e pure alla testa, senza quella non si combina niente).
Ciao!
R.

Andrea! Pro says: RE:
Sent 22 January 2019, 18h43
Grazie.
"Varianti, ferrate, cavalcate, saliscendi" ... in effetti è un giro molto vario, non ci si annoia mai. Poi poterli fare a poca distanza da casa ... oggi è stato un valore aggiunto.

Oggi gambe e polmoni giravano proprio bene. A volte gli effetti di una lunga salita (come quella del Coca di domenica) portano strascichi di stanchezza, altre volte invece ti danno una maggior carica ... oggi è stata la maggior carica a prevalere ...e soprattutto poter camminare con zaino e scarponi più leggeri!
Ciao.
A!

Camoscio says:
Sent 23 January 2019, 09h33
Un giro del genere sarebbe già un' impresa in estate...figurarsi in inverno! Complimenti! ;)

Andrea! Pro says: RE:
Sent 23 January 2019, 10h15
Grazie ma oltre alle "poche" ore di luce, le condizioni non erano certo invernali.
Ciao.
A!

Camoscio says: RE:
Sent 23 January 2019, 10h26
Sì, pensavo soprattutto al fatto che le giornate sono corte e che bisogna portarsi dietro l'abbigliamento invernale. Già questo a me basta per rinunciare :)

GIBI says:
Sent 30 January 2019, 18h47
Come sviluppo i tuoi giri e i miei magari a volte si avvicinano però poi tu ci picchi dentro dei dislivelli disumani ... praticamente hai fatto in una volta quello che per noi umani sarebbe due ben distinte salite al Generoso !

Grande !!! ... ciao Giorgio

Andrea! Pro says: RE:
Sent 30 January 2019, 19h17
Grazie, ottimizzo le giornate ... ;)))

Poi la prima parte di salita va via veloce, in meno di due ore fai fuori metà dislivello ... così hai tempo di fare il resto con più "calma".

In genere io cerco prima il dislivello, preferendolo allo sviluppo.
A!


Post a comment»