Rifugio Campel Bas 1720mt - Festa di compleanno


Publiziert von giorgio59m (Girovagando) , 15. November 2018 um 19:14. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Misox
Tour Datum:11 November 2018
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Forcola-Arsa   CH-GR 
Zeitbedarf: 3:00
Aufstieg: 550 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada per il Gottardo, a Bellinzona Nord, prendere per S.Bernardino. Proseguire in direzione del S.Bernardino e uscire a Lostallo. All' uscita prendere a destra e subito a sinistra, strada stretta che fiancheggia l'autostrada. Alla prima strada verso destra, svoltare in direzione di una centrale elettrica, segnale di divieto di passaggio. La strada Rura - Montogn è Agricolo Forestale e chiusa al traffico, bisogna munirsi di permesso da richiedere alla Cancelleria di Lostallo (sono gentilissimi), gratuitamente e ... via email ! Unica nota importante: la strada è lunga 17Km, gli ultimi 2km sterrati, stretta e con pochi slarghi. Si può percorrerla anche con vetture normali, con attenzione.
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Campel Bas e Campel Alt Chiedere alla Cancelleria di Lostallo disponibilità e apertura rifugi, oltre al permesso per la strada

   
 

L' Amicizia è un dono

           Vista da Giorgio     -    (giorgio59m)     


No, non è facile e banale retorica.

Per vari motivi ci è capitato di rivedere anche assieme molte delle escursioni del nostro passato, ed oltre alle lacrimucce (da coccodrillo) del come eravamo giovani, la più spontanea delle espressioni era quante ne abbiamo combinate assieme!

E quante ne abbiamo ancora da combinare …

Momenti di gioia, di sudore, di fatica, di paura, di pranzi e di bevute, di fornelli accesi, di freddo e di caldo, di cime e di rifugi, di creste e sentierini che spariscono, di cenge, di tremilametri, ma tutti momenti vissuti assieme, e che senza la forza e lo spirito del gruppo si sarebbero così realizzate.

Chiusa l’introduzione, torniamo sul sentiero.

Festa di compleanno, e per noi è un rito. Nei periodi freddi si cucina in un bel rifugio, in primavere si abbina una cima ad un rifugio, in estate si stappa prosecco a tremila.

Il meteo delle ultime settimane invita a stare chiusi in casa, e le previsioni per la domenica non sono proprio incoraggianti, ma nulla ci ferma e partono le indagini sul rifugio che deve ospitarci.

Stavolta torniamo in Mesolcina e precisamente, direi di nuovo, in Val Montogn, è la terza visita quest’anno.

Obiettivo il rifugio Campel Bas a 1720mt, ci siamo passati nel 2011, ed allora era una baitella in sasso decisamente anonima e scarsamente equipaggiata, la classica baita da cacciatori.

Ma sappiamo, grazie alla escursione di ale84, e qualche contatto con il patriziato che è stato ristrutturato completamente ed aperto nel 2016, oggi si presenta come una piccola e deliziosa baita di montagna completamente in legno.

Chiesto il permesso in auto, percorriamo la lunga strada che porta all’ Alpe Montogn, ormai tutta asfaltata con alcuni tratti cementati. E’ perfetta fino al ponte vicino all’ Alp de Val Arbola, poi è sterrata ma ben percorribile anche da vetture normali.

Partenza alle 08:40, ce la siamo presa comoda, tanto con il meteo che si presenta non si può ambire a molto di più. Tra l’altro gli zaini sono più che pesanti, carichi di cibo, bevande e paiolo della polenta! Ad aiutarci nella trasumanza, oltre al gruppo completo, ci sono gli amici Francesco ed Amedeo, che rivediamo dopo lungo tempo.

Ci incamminiamo in Val Montogn, scendendo verso il torrente perdendo oltre 50mt, dopo un breve tratto in piano deviamo a sinistra su un ponte metallico con assi e parapetti in legno.

Il torrente è in piena e scorre impetuoso mentre attraversiamo a gambe larghe il ponticello, il legno bagnato è viscido come se fosse cosparso di sapone.

Uno alla volta passiamo, ma non è finita qui.

Dopo pochi minuti ci troviamo ad un affluente minore, da attraversare sopra due tronchi affiancati, qui altro che sapone sembrano rivestiti di grasso!

In condizioni normali è un ruscelletto, ma con le settimane di pioggia è un bel torrente carico di acqua. Ognuno cerca il modo migliore per attraversare, con vari e diversi tentativi, sempre cercando di bagnarsi il meno possibile.

Ricompattati sulla sponda opposta inizia una breve ma intensa salita, su bel sentiero con pochi e sbiaditi bolli, ma ben utilizzato. Ci sono anche gradini di sasso e passaggi sopra e sotto rocce.

Si segue il costone che affianca il riale che abbiamo attraversato, con salita ripida ma mai complessa o pericolosa.

Dopo meno di 1:30 con le pause, scorgiamo il rifugio, e con piacevole sorpresa è davvero una bella baitella, ed è tutta nostra (10:10)


Stanza unica, tutta rivestita in legno, con 4 posti letto, angolo cucina a gas e lavello, stufa a legna.

Buona scorta di legna all’esterno del rifugio. Inutile dire che posti del genere esistono soprattutto per il contributo dei cacciatori.

Appesa al muro la pelle completa di un bel viperozzo …

Iniziano le attività, chi accende la stufa, chi prende l’acqua per la polenta e per lavare. L’acqua è chiusa (abbiamo telefonato al referente), ma sul sentiero a poche decine di metri c’e’ un ruscello dove prelevarne in quantità, e dove mettiamo al fresco i bianchi.

Dopo tante chiacchere iniziali, Gimmy calza il suoi famosi guanti blu per preparare uno stuzzichino a base di tartine con gorgonzola, innaffiate da un spumante ed un rosso.

A tempo debito, il Barba inizia a preparare la polenta, e sempre a tempo debito si scalda la lonza con i porcini preparata da Rosi, la moglie di Gimmy.

Spettacolare il gusto come sempre!

Tutti a tavola per gustare un piattino (vedi foto) di polenta, lonza e porcini da leccare il piatto, chi lo desidera (quasi tutti) prosegue con una fetta di zola che accompagna ancora un po’ di polenta.

Pausa di … riflessione con canti e tentativo di ballo, qualcuno tenta una breve pennica.

La stufa rende bene, passiamo dai +0° ai +16°C

Viene il momento dei dolci, torta e strudel, innaffiati da un ottimo Franciacorta Magnum (per bilanciare lo zaino?).

Caffè, grappa e Genepi (home-made da Francesco), tutto buono.

Ancora pausa prima della chiusura con il classico vin brulè del Barba, perfetto per rimettersi in cammino.

Non vi ho detto che poco dopo il nostro arrivo ha iniziato a piovere e a tratti anche piuttosto bene, e noi per nulla preoccupati. Anche stavolta le previsioni non ci hanno azzeccato, davano nuvoloso ma senza pioggia.

Ma si sa che al tempo non si comanda, e non sarebbe cambiato nulla per noi … siamo impermeabili (all’acqua).

Dopo la veloce foto ricordo all’esterno e indossate mantelle e kway, prendiamo la via del ritorno alle 14:30, scendendo con molta attenzione il terreno è ripido, le pietre e le radici viscide.

Tutto tranquillo, fino al guado, che affrontiamo ben più decisi dell’ andata (sarà l’effetto dell’ alcool?), quindi il ponte principale sempre più saponato.

Ultimi 50mt di salita per il parcheggio dove l’alcool ingerito evapora, per lasciar posto alla necessaria attenzione alla guida sulla strada di ritorno verso Lostallo.

Grazie a tutti, grande giornata, anche se pioveva (fuori …)

 
 

 
 
   
 

           Vista da Roberto   -    (roberto59)                        


AUGURI Gimmuzzo……..nascere nel 59, compiere 59 anni non è da tutti i giorni, bravo un bel traguardo, festeggiarlo in capanna con gli amici poi è il top dei top.
Cibo ottimo, abbondante e digerito alla grande, beveraggio non da meno, compagnia ai massimi livelli, giornatona da incorniciare.
 
Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare, giocare,
preparare la tavola,
a mezzogiorno.

Ci sono cose da fare di notte:
chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per non sentire.

Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
né per mare né per terra:
per esempio, la guerra.

(Gianni Rodari)

 
 
   
 

           Vista da Paolo   -    (brown)                        

 

Per il compleanno di Gimmy ci voleva una new entry.
E cosi' dopo varie proposte la scelta e' caduta sul Campel Bas.
Ottima scelta per il caso nostro. Il meteo ormai si sta portando sull'invernale e con piogge e nebbie credo sarà ormai difficile poter ritagliare un'escursione con vetta allegata.
Il rifugio e stato riattato dal gruppo cacciatori di Lostallo. Hanno proprio effettuato un bel lavoro e si meritano sicuramente i complimenti per aver dato vita a un rifugio ormai in pessime condizioni.
Noi di Girovagando l'abbiamo sicuramente testato alla grande .
Grande festa per Gimmy con un elenco di cibarie da pranzo di matrimonio...
Musica dal vivo del grande Francesco  tanta allegria hanno reso la giornata speciale .
Tanti auguri Gimmy festeggiare cosi' non e' da tutti ma soprattutto noi sappiamo apprezzare questi momenti in posti unici.
A presto

Paolo
 

 

 
 
   
 

            Vista da Luciano   -    (barba43)


Un' altra bella festa di compleanno, stavolta il festeggiato è Gimmi, che come capanna ha scelto il Campel bass, una capanna sistemata a dovere, l'avevamo già visitata anni fa, ma allora era un tugurio, adesso è come una casetta in Canadà.
Si parte sempre con un meteo che promette solo pioggia, oltrepassato il ponticello ci si inerpica su un sentiero abbastanza viscido per le piogge dei giorni scorsi, pian piano raggiungiamo il rifugio, ed alla prima vista, rimaniamo esterefatti dalla bellezza.

Quando entri ci si rimane senza parole, dalla qualità e dalle comodità che mette a disposizione.
Cominciamo a svuotare gli zaini ricolmi di ben di Dio, poi Gimmi inizia a preparare l'antipasto, mentre io inizio a far bollire l'acqua per un bel Kilo di Polenta.

Mentre il festeggiato riscalda un arrosto con funghi da leccarsi i baffi (un grande complimento alla Rosi), cotta la polenta, Gimmi inizia a riempire i piatti, io verso un bel cazzuolo di polenta ciascuno, quindi riempiti tutti i piatti, ci si siede a mangiare.

Assieme al profumo della polenta e dei porcini, si emana un profumo di Bacco, di nettare favoloso.

Più tardi si inizia ad assaporare le torte, sempre ben inaffiate di un Ferrari e Franciacorta doc, per poi terminare con caffe e varie calorie.

Dulcis in fundo un bel vin brule
Dopo aver sistemato tutto, pulito pagato il dovuto, siamo ridiscesi sotto un pioggia che ci ha accompagnato fino all'auto.
 

Un grazie a Gimmi per tutto l'impegno che a avuto per rendere una festa stupenda, ed ancora Auguri,
 

ciao a tutti belli e brutti


 
 
 
   
 

              Vista da Gimmy-    (gimmy)

 

Anche quest 'anno festeggio come da rituale il compleanno con i miei amici della girovagando, oltre a loro ho esteso l'invito ad Amedeo e Francesco, amici anche loro da vecchia data

Il meteo domenicale non è certo dei migliori, ma l'importante non è prendere troppa acqua e cosi è stato
Il Campell Bas propostomi come location è certo un bel rifugetto, non molto grande, ma completo di tutto, direi un ottima scelta anche perchè visto il periodo si scalda abbastanza velocemente.
In capanna ci siamo scatenati: oltre ad un ottimo pranzetto , con musica, suonata con l'immancabile armonica di Francesco, con canti vari (e che stonature) ed allegria a go! go!
Insomma una delle belle cose da ricordare

 

grazie agli amici per aver festeggiato in montagna con me le mie 59 primavere

CIAO ALLA PROSSIMA

 

 
 
   
 

              Vista da Francesco   -    (franceco)


Grazie Gimmy per avermi invitato alla festa del tuo compleanno,colgo l'occasione per rinnovare ancora gli auguri con tanti incontri , allegria e convivio in montagna.

La scelta del rifugio,quasi obbligata ma comunque molto azzeccata,non si poteva chieder di meglio : Nuovo,accogliente ,intimo e confortevole,Campel Bas,è uno di quei posticini che metto la  stellina per far ritorno a modo mio,trascorrendo anche la notte godendo appieno di tutte le sfumature che la valle concede e il giorno dopo magari, ascensione al vicino Piz Campel.

Giornata trascorsa serenamente,in modo sobrio e responsabile,unico neo: ogni tanto bisognava spalancare finestre e porta per ossigenare l'aria viziata che si respirava...ah.ah..ah...
Ciao a tutti.

 

  

            "AMICI MIEI"
Quando ti prende la malinconia
pensa che c'è qualcuno accanto a te.
Vivere non è sempre poesia
quante domande senza un perché!

Ma l'amicizia, sai, è una ricchezza
e' un tesoro che non finirà
Metti da parte questa tua tristezza,
canta con noi, la tristezza passerà.

Amici  miei sempre
pronti a dar la mano
da vicino e da lontano
questi son gli amici miei.
Amici miei pochi e veri amici miei
mai da soli in mezzo ai guai:
questi son gli amici miei.



 
 
 
   
 

              Vista da Amedeo   -    (Amedeo)


Con (sempre) immenso piacere sono stato invitato dai Girovagando al compleanno di Gimmy.

Con una serie di e-mail e ricerche in rete ho verificato non fossero segnalati dei dissesti sul percorso...."ponte saponoso" e guado quasi in piena facevano parte degli imprevisti accettabili e non prevedibili.
Giornata coperta e piovigginosa ma......per il resto fantastica!

La prossima  volta però porto anch'io la musica, bella la "pizzica" e le danze irlandesi di Francesco ma........integrerei con del bel latin -jazz e con le musiche scoppiettanti di Goran Bregovic, balli compresi! L'hanno scampata bella tutti perchè non ho trovato il corno delle alpi telescopico in carbonio  visto al Piz Beverin

 


....che  avrei suonato (forse.....) in duo con l'armonica di Francesco (gli svizzeri quando hanno saputo che lo cercavo l'hanno ritirato dal mercato per salvaguardare....le loro orecchie e la loro tradizione)!
Mentre all'andata il guado l'ho passato più a monte senza alcun problema, al ritorno, guado passato più a valle, il piede sinistro (quello incidentato sette anni fa) nella fase di richiamo.....si "raffreddava".....nell'acqua! 

Giornata bellissima, da ricordare!

   

 
 

     
 
RIASSUNTO del PERCORSO
Percorso Totale : 4,2 Km totali, 7h:00m totali, 3:30m di cammino
Andata : 2,1 Km, 1:30 lorde, 10m soste
Ritorno : 2,1 Km, 1:00 lorde, 00m soste
Dislivello : 470 mt di assoluto , 550mt di relativo
Libro di vetta: SI in capanna
Copertura cellulare: Buona sul percorso
Partecipanti :

Giorgio, Paolo, Roberto, Gimmy, Barba, Angelo, Francesco, Amedeo

 
 
   
   

Altre foto, diario, tracce sul nostro sito     

www.girovagando.net        escursione # 323

  

 

 
 



Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T6 WS II
8 Aug 15
Corni di Poz · Zaza
T4
27 Mai 18
Scima di Laghit 2275mt e Rifugio Alp de Bon 1811mt · giorgio59m (Girovagando)
T3+
17 Jun 18
Rifugio Setaggiè 1959mt · giorgio59m (Girovagando)
T3
T3
T5+ WS- II

Kommentare (8)


Kommentar hinzufügen

beppe hat gesagt:
Gesendet am 15. November 2018 um 21:09
Tanti auguri Gimmy e un saluto a tutti
Ciao
Beppe

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 16. November 2018 um 13:25
Bello ( e per me ) inedito rifugio da visitare assolutamente e tanti AUGURI al buon Gimmy !

ciao Giorgio

PS ... di questi tempi è sempre un privilegio e una sicurezza avere al seguito un esperto geologo !

Amedeo hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. November 2018 um 17:19
Grazie, per l'esperto....spacca...sassi!
Ciao
Amedeo

imerio hat gesagt:
Gesendet am 16. November 2018 um 19:03
Ma toglietemi una curiosità, al ritorno, il tratto che va dal ponte vicino all'Alp de Val d'Arbola fino ad arrivare a dove poi inizia la discesa verso Lostallo, si riesce a fare in auto ? Io 'ho tentato in mtb, ma sono sceso per spingere la bici, ricordo una pendenza impossibile.... Bella gita, ciao.

Gesendet am 16. November 2018 um 19:25
Caro Imerio, la strada è stata appena sistemata, anzi ci sono ancora lavori.
Ora è completamente asfaltata fino al ponte della val arbola.
Anzi per esdere più preciso il tratto che scende ripido in va arbola è cementato, certo è ripido ma ci sono molti tornanti es il fondo cementato aiuta per il grip. Noi ovviamente eravamo in auto.
Dalla val arbola all'alpe Montogn è sterrata ma è abbastanza pianeggiante e con fondo buono, ci si trovano parcgeggiate ogni tipo di auto.
Da ricirdarsi, se si va in auto, serve il permesso.

blepori Pro hat gesagt:
Gesendet am 17. November 2018 um 07:52
gita impegnativa per le migliaia di calorie di dislivello, auguri! Ero stato anni fa' al Campel Alt, posto bellissimo, ma che il basso fosse stato messo a posto...ciao Benedetto

Amedeo hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. November 2018 um 17:21
Ciao Benedetto,
con quello che abbiamo mangiato noi tu avresti fatto..la Marathon Des Sables!
A presto
Amedeo

Menek hat gesagt:
Gesendet am 19. November 2018 um 11:55
Auguri Gimmone!


Kommentar hinzufügen»