Kurzbericht 

Abbiategrasso e l'Abbazia di Morimondo.


Publiziert von paoloski Pro , 11. Oktober 2018 um 18:04.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 7 Oktober 2018
Wandern Schwierigkeit: T1 - Wandern
Wegpunkte:
Zeitbedarf: 6:00
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Nord Abbiategrasso è facilmente raggiungibile tramite la superstrada che congiunge l'aereoporto di Malpensa alla cittadina di Magenta, da questa Abbiategrasso dista pochi chilometri. Morimondo si trova a breve distanza verso Sud. I parcheggi alla domenica ad Abbiategrasso sono a pagamento solo in centro, appena fuori sono gratuiti. La visita guidata all'abbazia di Morimondo costa 7,00 euro.

Oggi decidiamo di continuare quello che ormai abbiamo battezzato il nostro "Tour d'Italie" andando a scoprire un angolo di Lomellina: l'abbazia di Morimondo e la cittadina di Abbiategrasso.
Partiamo con calma da Varese e in poco più di un'ora arriviamo alla prima delle nostre mete odierne.
Parcheggiamo nei pressi del fossato, oggi trasformato in un giardino pubblico, e in un attimo siamo in centro città, Abbiategrasso non è molto grande in effetti. Nella chiesa  di Santa Maria Nuova è in corso la messa per cui ci limitiamo ad ammirare il quadriportico esterno ed il grande pronao che ripara l'affresco della Madonna con Bambino in facciata. Entriamo quindi nella prospiciente chiesa di San Bernardino, decisamente più bella all'esterno che all'interno.
Pochi passi e siamo in piazza Marconi, piccola e triangolare, caratterizzata da bei portici e da un palazzetto con torre che ospita il Municipio. Proseguiamo il nostro giro perdendoci fra strade e stradine, ad ogni angolo si trovano esempi di un passato lontano: palazzi rinascimentali e sei-settecenteschi che spesso inglobano vestigia di un passato più antico: resti di finestre, archi e decorazioni medioevali.
Il castello che oggi ospita la biblioteca è piccolo ma ben conservato, ricorda il coevo Castello Sforzesco di Milano in miniatura: architettura in mattoni e le grandi finestre gotiche che caratterizzano le corti interne del fratello milanese. Torniamo verso Santa Maria Nuova per approfittare dell'intervallo fra le due messe e visitare l'interno. Quando arriviamo un'autentica folla si sta riversando dalle uscite, moltissimi inforcano le biciclette parcheggiate nel quadriportico, altri si soffermano sul sagrato, molti si avviano verso le vicine pasticcerie e bar. Entriamo, il rifacimento settecentesco, ad opera di Francesco Croce, ha completamente stravolto quelle che doveva essere il ben più sobrio aspetto rinascimentale, il successivo intervento ottocentesco ha ulteriormente appesantito il tutto.
Restano degne di nota però alcune cappelle fra cui quella in cui si trova una bella Vergine dipinta dal Cerano ed un'altra con una Madonna nera racchiusa in una splendida cornice rinascimentale in pietra.
Un ultimo giro per ammirare alcuni palazzi rimarchevoli e torniamo alla nostra auto per dirigerci verso Morimondo, lungo la strada però facciamo la nostra sosta per pranzare in uno dei tanti agriturismi che caratterizzano la zona. Ad Ozzero, a breve distanza da Morimondo, vediamo le indicazioni dell'agriturismo Calcaterra, le seguiamo e giungiamo nei pressi di una grande fattoria convertita, con molto buon gusto, in ristorante: i piatti forti della casa sono i salumi e gli arrosti ma non sono decisamente nelle nostre corde per cui decidiamo per un risotto che si rivela ottimo, ed un piatto di formaggi veramente eccezionale, un quartino di rosso, acqua e caffè. Il prezzo in due è pari a quello che avremmo speso singolarmente a Varese!
Facciamo una breve passeggiata nei dintorni per ammirare la bella campagna, vi sono canali, rogge e risorgive e molte libellule a testimoniare la buona qualità delle acque.
È ora di raggiungere l'abbazia di Morimondo così da poterla visitare con la prima visita guidata che inizia alle15. Intorno al borgo vi sono una miriade di parcheggi a pagamento ma abbiamo la fortuna di trovarne uno gratuito nei pressi del cimitero. Un breve tragitto a piedi ed oltrepassiamo la porta che adduce al prato in cui sorge la chiesa. Vi facciamo una breve visita e poi ci rechiamo nella vicina piazza Municipio per acquistare i biglietti, ci guardiamo un po' intorno nell'attesa delle 15 e finalmente veniamo raggiunti dalla nostra guida, con noi c'è un'altra dozzina di persone.
Il tour guidato, che dura più di un'ora inizia dal refettorio per proseguire poi con il chiostro e la sala capitolare, si passa quindi agli altri ambienti, disposti su quattro piani: locali di lavoro, celle, scriptorium... e si conclude con la chiesa. Una visita ben condotta e ricca di informazioni e di spunti.
Torniamo all'auto e ci avviamo verso casa decisamente soddisfatti della nostra giornata.

Tourengänger: paoloski, annna


Galerie


In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen