Lago di Carì 2256m e Pizzo di Campello 2660m


Publiziert von Floriano , 29. Mai 2009 um 17:09. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:24 Mai 2009
Wandern Schwierigkeit: T5- - anspruchsvolles Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Molare   CH-TI 
Aufstieg: 1018 m
Strecke:Carì 1642m - Brusada 1956m - Pro da Lei 2154m - Lago di Carì 2256m - Pizzo di Campello 2660m - Pro da Lei - Q1875 - Stabbio1808 - Carì di Dentro 1742m - Cassinello 1706 - Carì 1642m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:A2 uscita Faido
In paese prendere la strada per Carì e seguirla fino alla fine
Grande parcheggio davanti la seggiovia

LA VALUTAZIONE T5- DEL GRADO DI DIFFICOLTA' L'HO MESSA PER IL PEZZO FINALE DAL LAGO ALLA CIMA. PER IL RESTO E' UN T3.

Oggi decidiamo per un percorso non troppo faticoso, a metà settimana sia io che Ewuska avevamo i polpacci di legno dopo la tirata all'Alpe di Nimi di domenica scorsa; inoltre cè con noi anche Marta che ha un piccolo problema al ginocchio. Decidiamo di andare al Lago di Carì e poi fare il giro verso il Rifugio Gana Rossa ... ma il diavolo fa le pentole e non i coperchi :-))
E' una bellissima giornata e già quando partiamo ci sono venticinque gradi, prendiamo il Sentiero del Montanaro (un percorso tematico sulla fauna locale) subito dietro la partenza della seggiovia di Prodör e dopo aver raggiunto Brusada 1959m seguendo la pista di sci andiamo verso Pro de Lei 2154m, abbiamo già attraversato dei brevi tratti con neve ma da ora in poi seguiamo le orme lasciate da altri escursionisti non senza fare qualche affondamento. Arriviamo al Lago di Carì 2256m: è ancora ghiacciato e solo una lingua turchese di acqua spicca nel candore che abbaglia. Troviamo un bel masso e ci godiamo panini,  tè e panorama: spiccano davanti a noi il Pizzo Forno e il Campo Tencia a S e verso O la zona del Passo del Gottardo, tutto ancora innevato abbondantemente.
Ripartiamo verso il Rifugio, ma dopo una decina di minuti guardando le cime sopra di noi io non resisto e propongo una vetta: figurarsi se le donne si tirano indietro e così accertatomi che Marta non ha problemi, cominciamo a salire il nevaio alla base del Pizzo di Campello 2660m. All'inizio un paio di zig-zag su pendio abbastanza ripido fino a trovare delle roccette; da qui per un centinaio di metri saliamo su un terreno praticamente a 45° di prato scivoloso, aiutandoci anche con le mani su quei rari appigli che incontriamo. Ancora un paio di piccoli nevai, questa volta belli marci ... un piacere affondarci dentro ad ogni passo, di nuovo roccette e terra, troviamo anche le tracce di un sentiero che però lasciamo stare vedendo con il binocolo che sì sale verso la cima ma va a finire in un'imbuto ripidissimo carico di neve;continuiamo perpendicolari sempre più ripidi e quando meno ce lo aspettiamo davanti a noi si apre il sipario sullo spettacolare susseguirsi di cime innevate intorno al Lucomagno: Pizzo d'Era 2618m, Piz Rondadura 3016m, Piz Lai Blau 2961m, Piz Gannaretsch 3040m, Scopi 3190m, per dire solo le più riconoscibili.
Soddisfazione enorme di tutti e tre per la fatica ripagata degnamente e foto a volontà. Non siamo esattamente sulla cresta ma su una piccola anticima: decido di provare a salire sulla cima e dopo neanche troppe difficoltà arrivo sù: la vista si apre veramente a 360° mostrandomi anche la parte verso la Val Blenio: spiccano Piz Terri 3149m, Adula 3402m. La discesa dalla cresta diventa un'impresa: le orme lasciate in salita non servono, la neve è  troppo molle ed effettivamente adesso mi rendo conto di come era in pendenza!! Ci impiego un tempo che sembra un'eternita e finalmente raggiungo le mie compagne.
Una mezz'ora di riposo e poi giù (con dispiacere): seguiamo la traccia di salita fino al sentiero, poi invece di andare verso il lago scendiamo giù in diretta fino a ritrovare la pista di sci che viene da Pro da Lei, la seguiamo un tratto per poi puntare decisamente verso l'Alpe di Carì a E. Raggiungiamo Q1875, da qui in direzione S verso Stabbio 1810m, poi Carì di Dentro dove non riusciamo a resistere alle tentazioni di un ruscello: via le maglie e rinfrescataaaa ....Con la strada passiamo per Cassinello e rientriamo a Carì. Provate ad immaginare cosa abbiamo fatto appena levati gli scarponi ... :-))


Percorso: 9,00 km circa
Tempi:
Carì - Lago di Carì 1,50 h
Lago di Carì - Pizzo di Campello 1,50 h
Tempo di discesa: 2,30 h

Tourengänger: Floriano, Ewuska

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»