Rochers de Vuibé (3051.5 m)


Published by Sky , 29 August 2018, 22h31.

Region: World » Switzerland » Valais » Mittelwallis
Date of the hike:12 August 2018
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: PD-
Waypoints:
Geo-Tags: CH-VS 

Due anni fa tentai le Rochers de Vuibé. (Curioso, ero convinto fosse l’anno scorso, ma, andando a cercare il rapporto, ho scoperto che era il 2016. Come passa in fretta il tempo!) Allora, mi fermai a quota 2990, prima che incominciassero le difficoltà vere e proprie. C’era della neve, poco meno di un centimetro, caduto la notte prima, ma che non mi dava la sicurezza di procedere. La sensazione era che la salita non fosse semplice, soprattutto per stabilire che linea seguire e nonostante il Brandt lo quoti come F, ma da quello che avevo potuto vedere quel giorno non potevo concludere granché. La metto quindi in programma per questo 2018. Dopo le due débâcle nei primi giorni qui in Vallese, ho bisogno di arrivare in vetta. Forse questa non è la scelta migliore per farlo, ma le Rochers de Vuibé mi intrigano molto, non posso aspettare!

Parto tardi, contando sul fatto che l’avvicinamento è veloce e temendo l’umidità del mattino sulle rocce. Incontro qualcuno che scende dalla Cabane des Vignettes. Il ghiacciaio è molto crepacciato, decisamente in cattive condizioni, ma fortunatamente fino al punto in cui devo abbandonarlo per incominciare la salita è completamente scoperto, quindi i crepacci sono visibili e si possono evitare anche andando in solitaria. Nel frattempo, osservo la mia meta. La scruto da sotto, mentre mi avvicino. Non riesco a individuare con esattezza dove sia la cima, né tantomeno a capire quale sia la via migliore per salirla. Dalla carta sembrano esserci due fasce rocciose e delle zone con una pendenza inferiore. Intravvedo un intaglio che sembra portare in cresta, forse in vetta, e decido di seguirlo. Mi imbrago, metto il casco, porto qualche fettuccia che mi può essere utile per riposarmi qualora mi dovessi trovare in una zona “delicata”. Setto il GPS sulla cima, in modo da avere un riferimento preciso su distanza e posizione. In una situazione come questa, in cui non è evidente dove sia la vetta, il GPS è fondamentale. La prima parte è semplice, su facili blocchi, poi le cose si fanno più complicate. Arrivo in un punto in cui non riesco a procedere. Provo a forzare, ma niente. Provo a spostarmi a destra, ma dell’erba insidiosa mi fa desistere subito. La vetta è a 50 metri in linea d’aria, sopra di me. Poi, ad un certo punto, ho un’idea: e se mi spostassi in orizzontale, verso sinistra? C’è una cengia. Non mi piacciono le cenge, mi hanno sempre dato l’impressione di essere pericolose, così come i traversi. Qui però non c’è erba, ma solo blocchi. Provo. Proseguo per una trentina di metri, in orizzontale. Poi, d’improvviso, mi accorgo di essere in una zona più tranquilla e, soprattutto, esattamente sotto la vetta. Insomma, nonostante il GPS, avevo compiuto un errore di orientamento: stavo puntando non alla vetta, ma ad un punto della cresta. Ancora qualche masso da superare e sono in vetta. Che gioia!! Ce l’ho fatta. Anche se altre vette mi hanno impegnato mentalmente molto di più, mi viene in mente il Petit Mont Fort, questa l’ho trovata impegnativa dal punto di vista dell’orientamento, della ricerca del passaggio. E nonostante avessi il GPS. Ma soprattutto questa vetta rappresenta esattamente la tipologia che io amo: un punto quotato, senza nome sulla cartina, ma con una sua identità, attorniato da montagne celebri e da ghiacci eterni. Una vetta che pochissimi andranno a visitare, ma proprio per questo motivo a me più cara.

Nella discesa ricalco esattamente la via di salita. In questo, il GPS mi è molto utile. Questa volta non invento niente. Sono giù. È fatta.

La mia prima cima di quest’anno. Uno dei miei obbiettivi, uno dei “pezzi forti”. Posso ritenermi soddisfatto fin d’ora di queste vacanze.


Hike partners: Sky


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

PD III
29 Jul 18
L'Evêque 3716m · marc73
AD III
T2
8 Aug 10
Glacier de Pièce · Sky
T3 AD III
T4 F
31 Aug 13
Capane des Vignette (3160 m) · alpinos

Post a comment»