Schwarzhorn mt 3146-anello da parkplatz mt 2334


Publiziert von turistalpi Pro , 14. August 2018 um 20:58. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Oberhalbstein
Tour Datum:11 August 2018
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR 
Zeitbedarf: 7:30
Aufstieg: 1100 m
Abstieg: 1100 m
Strecke:Km.11,6 > come waypoints
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Il passo Flüela è un valico alpino del canton Grigioni, in Svizzera, situato a 2383 m di altitudine. Mette in collegamento la valle del Landwasser a Davos con l'Engadina a Susch, il punto di partenza è situato poco prima del passo nel versante verso Susch.
Unterkunftmöglichkeiten:Grialetschhütte SAC

Con Giorgio   GIBI   e mio fratello Alberto si va oltre l'Engadina nella zona del passo Fluela per fare un giro allo Schwarzhorn, Questi è a mio parere uno dei più facili ed oltremodo panoramici tremila. Dopo esserci fermati all'ospizio del passo ci portiamo al punto di parcheggio "Schwarzhorn" quotato 2376 e da qui partiamo. La giornata è freschina (meno male) e con sole e nuvole, tempo caratteristico di questo scorcio d'estate ma comunque le previsioni danno asciutto. Ho già descritto il percorso nei reports precedenti e quindi scrivo solo delle particolarità di oggi. Innanzitutto sono molto contento della partecipazione di Giorgio anche se mi preoccupa il suo passo di salita. In effetti Giorgio ed Alberto sono sempre avanti di un po' mentre io cerco di non farmi distanziare troppo….ma comunque desidero ugualmente godere dell'andare in montagna. Qualche rara pausa delle lepri permette alla tartaruga di fermarsi insieme. Ci sono come altre volte numerose persone soprattutto di lingua tedesca….Una bella sosta la facciamo alla Schwarzhornfurgga prima dell'ultimo tratto. Ripartiamo con Giorgio ed Alberto che arrivano in cima circa 30 minuti prima di me...Bella pausa pranzo e relax con foto e scrittura del libro di vetta. La bella croce di legno è stata un poco maltrattata dai temporali nei giorni e mesi scorsi ma c'è ancora…..penso che negli anni a venire dovrà essere ancora sostituita e sarebbe la terza da che vengo qui.Le nuvole vanno e vengono limitando a volte il bellissimo panorama che conosco... In cima abbiamo la gradita sorpresa di sentire parlare italiano e sono alcuni escursionisti di Monza la mia città originaria….A sentire i loro discorsi hanno intenzione di salire diversi tremila….Scendiamo sino al bivio della forcella e prendiamo il sentiero che porta alla Fuorcla Radont. Il percorso è abbastanza vario ma in effetti si tratta di attraversare un lungo ammasso di ghiaie abbastanza camminabile con usuale sosta al laghetto da cui si possono fare belle foto del piz Linard...oggi però con qualche poca nebbia in cima. Con un'ultima salita perveniamo alla forcella e qui il panorama si allarga al gruppo del Grialetsch, Vadret e Scaletta con i relativi residui ghiacciati. Per la discesa ricordo che c'era un sentierino che dopo pochi metri volgeva verso est per ricollegarsi con il sentiero proveniente dalla Chamanna Grialetsch verso Cant Sura. Notiamo un segno bianco rosso su un sasso nella direzione voluta e proseguiamo per codesto sentierino…..ma poco dopo  un laghettino il sentierino si perde nel prato cosparso di pietre. Però è ben visibile più sotto  il largo sentiero che porta a Cant Sura. Discesa per i prati sino al sentiero predetto. Proseguendo per il lungo traversone arriviamo ad un bel laghetto quotato 2502 e qui facciamo una bella sosta con fotografie. Poi ricominciamo a salire e scendere sino ad arrivare sulla cantonale nei pressi della cascata di Cant Sura, Trascuriamo l'altro tratto di sentiero e per asfalto arriviamo al parcheggio. Ringrazio Giorgio ed Alberto nell' aver mantenuto un passo consono alla mia veneranda età…...alla prossima


vista da GIBI 

Piacevolissima giornata in compagnia di Enrico turistalpi una vera autorità per quanto riguarda la conoscenza dell’Engadina e dei territori limitrofi e di suo fratello Alberto con obbiettivo lo Schwarzhorn un 3000 semplice  e di conseguenza decisamente frequentato ma pur sempre un 3000 che regala dalla sua vetta ( nebbie permettendo ) un bel panorama sulle cime circostanti e sui valloni sottostanti con lo sguardo che spazia fino a Davos.
Cima a parte ne è venuto fuori anche un bel giro ad anello che in tranquillità ci ha tenuto impegnati per tutta la giornata tra un laghetto e l’altro e che si chiuso nel tardo pomeriggio al punto di partenza di Parkplatz Schwarzhorn e quindi non mi resta che ringraziare Enrico ma anche Alberto  per l’invito e se vorranno farmi conoscere qualche altro angolo dell’Engadina e dintorni sarà nuovamente un piacere poter camminare insieme a loro.

Giorgio

Tourengänger: turistalpi, GIBI


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 14. August 2018 um 22:52
Ormai Giorgio sale in Engadina una settimana sì e l'altra ... pure!

GIBI hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. August 2018 um 22:06
già ... e non finisce qui !

Angelo63 hat gesagt:
Gesendet am 14. August 2018 um 23:01
Un gran terzetto ed una bella meta!
Complimenti ed un caro saluto
angelo

turistalpi Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. August 2018 um 20:32
Grazie Angelo e tanti auguri di buona continuazione in salute sui monti.
Ciao Enrico


Kommentar hinzufügen»