Rapsodia Verzaschese - attorno alla Val Carecchio


Published by blepori Pro , 10 June 2018, 15h54.

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike: 9 June 2018
Hiking grading: T6- - Difficult High-level Alpine hike
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Poncione Rosso   Gruppo Cima dell'Uomo 
Time: 7:30
Height gain: 2200 m 7216 ft.
Height loss: 2200 m 7216 ft.
Route:Lavertezzo - Eus - Bocchetta del Venn - Sella - Pizzo Piotta - Bocchetta di Leis - Lavertezzo
Accommodation:Giro facilmente divisibile in due giorni con pernottamento alla Capanna Cornavosa appena sotto la bocchetta del Venn.
Maps:CNS 1293 Osogna

La rapsodia è una composizione musicale che unisce brani di aspetto molto diverso per ritmo ed armonia. E così si presta bene per descrivere questo itinerario fra le cime attorno ad una delle valli più selvagge della Vezasca, la Val Carecchio, lungo antichi sentieri e la parte più ardita dell'Alta Via della Verzasca.

andante con brio La partenza da Lavertezzo è a orari da GIBI, sono le 11.30 quando mi fiondo sul sentiero che sale a Rancone e poi entra dolecemente in val Carecchio alto sopra il torrente. Il rombo di tuono del torrente colmo di acque di fusione chiude questa ouverture annunciando il prossimo motivo.

forte e aspro è il tono della 'scala santa' che porta ad Eus, ardito e ripido percorso che si svolge fra le placche del Pizzo d'Eus, domate dai nostri antenati a forza di scale e tacche sulla roccia. Il sole picchia violento e rende più dura questa salita nell'ora del meriggio.

dolce e pastorale è l'arrivo alla sella di Eus, un luogo incantato in ogni stagione, dolcemente adagiato su di una sella fra Carecchio e Fiumegna; e il verde tenero dei larici che contornano il bel sentiero ripristinato per la Cornavosa, mentre i panorami si aprono sulla selvaggia Carecchio, sul Vogorno e là in fondo sulle dolcezze del Verbano.

allegro con moto è la bella cresta di cima Pianca dall'aspetto ardito, ma facile a percorrrere, un incedere su grandi placche sospesi sui catini dell'Alpe Cornavosa da un lato, sugli abissi della Carecchio dell'altra. La felicità dello sguardo che vaga sulle cime della Verzasca, il mitico Poncione Rosso là in fondo, l'Alnasca come tagliato da una scure alle spalle e l'infinita cresta dell'Alta Via che mi attende.

piano, con garbo e quasi prudenza è il percorso dell'alta via che incrocio alla bocchetta del Venn che si snoda con percorso astuto fra cime enigmatiche e fra le meno conosciute della Verzasca, superando scalini di roccia, con traverse esposte e discese mozzafiato. Grande il merito di chi ha ricuperato questo percorso commovemente.

con timore e tremore è lo spirito con cui affronto la cresta del torno di Piotta, la parte chiave della sezione meridionale della via alta, fra passi di arrampicata, esposti fili di cresta, traversate sospese sugli abissi del fondovalle.

dolce con un senso di liberazione è l'arrivo sulla bella cima del Poncione di Piotta da dove lo sguardo si apre a 360 grandi su valli, creste e cime e si spegne solo verso la pianura, quell'ultima cresta che porta a sud che rappresenta la cifra di tanti viaggi nelle Alpi.

piano con un senso di fatica è la discesa infinita negli abissi della Val Carecchio, su di un sentiero che resiste a fatica al tempo e all'incuria, fra cascate spumeggianti, pareti di roccia, resti di valanghe fin sul fondovalle. Mentre le luci della sera si spengono man mano sulle cime.

Nota tecnica: percorso molto lungo preferibilmente da dividere in due con pernottamento alla Capanna Cornavosa.
Salita a Eus T4, questo tratto traversa diverse placche con gradini intagliati nella roccia, assolutamente da evitare con tempo umido (la variante che sale da Monte della Valle è molto più semplice). Da Eus sul sentiero bianco e blu che è stato ripristinato dalla SEV come accesso alla capanna Cornavosa, quando il sentiero comincia a traversare a sinistra sotto la Cima Pianca prendere il sentierino che si stacca verso destra che sale ripidamente in cima (anche se si va in Cornavosa la variante alta è molto più panoramica), difficoltà T3.
La cresta dalla Cima Pianca alla bocchetta del Venn sembra ardita, ma è facilmente percorribile sul filo, si aggira solo l'ultima torre a sinistra raggiungendo la via alta poco sotto la bocchetta del Venn.
Il tratto di Via Alta che conduce al Piz Piotta presenta difficoltà attorno al T5 fino all'inizio del Torno di Piotta, T6 in alcuni punti sulla cresta finale. I punti più difficili sono attrezzati con grappe di ferro e cavi d'acciaio, il che riduce la difficoltà attorno al II grado, ma ci sono passi esposti. I punti più difficili all'inizio della cresta e prima del risalto finale, dove c'è un'esposta traversa su una placca.
Discesa alla bocchetta si Leis T5, poi scendere in Val Carecchio verso l'Alpe di Rognoi dove passa il sentiero (bisogna scendere a destra del torrente, a sinistra c'è un salto). Il sentiero è abbastanza evidente ma in condizioni molto mediocri fino a Monte della Valle.

Hike partners: blepori


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3+
17 Sep 16
Pizzo d'Eus · Giaco
T4+ F I
T3+ I
15 May 16
Piz D'Eus, 1730 m. · viciox
T2
T3 PD-

Comments (22)


Post a comment

danicomo says:
Sent 10 June 2018, 16h31
Woww, grandissimo....
Non disturbato da residui di neve?
Daniele

blepori Pro says: RE:
Sent 10 June 2018, 16h35
No la cresta è tutta libera c'è ancora neve nelle conche si passa bene ovunque - avevo comunque i ramponcini per sicurezza ciao benedetto

igor says:
Sent 10 June 2018, 16h40
Bravo !,veramente un bel giro ! Me la ricordo bene la via alta fatta con quelli della sev verzasca spettacolare !
Ti sei fatto una bella macinata ! Ciao

blepori Pro says: RE:
Sent 10 June 2018, 17h19
Grazie Igor, devo dire che ho un'ammirazione infinita per chi ha scovato il percorso dell'alta via torvando il modo di passare in posti selvaggi con delle difficoltà tutto sommato accettabili. Ciao.

m323 says: Bravo
Sent 10 June 2018, 18h28
Urca che giro. Complimenti. Anche per le poesie che crei nei commenti

ciolly says:
Sent 10 June 2018, 19h39
Che sgambata! ...e che bei posti!
C'era qualcun altro impegnato a batter cresta?

blepori Pro says: RE:
Sent 10 June 2018, 23h10
orde di bagnanti nella verzasca a parte nessuna anima viva giornata di solitudine assoluta

Menek says:
Sent 10 June 2018, 22h19
e meno male che sei partito ad orari GIBI! datti una calmata Benedetto! :)))
cmq bravo!
Menek

blepori Pro says: RE:
Sent 10 June 2018, 23h09
Beh presto o tardi mi tocchera calmarmi davvero quindi meglio non anticipare i tempi...

cristina says: RE:
Sent 11 June 2018, 09h52
Purtroppo hai ragione....finchè si può si va anzi si deve...per avere tanti bei ricordi...

Bei posti e bel giro, comply!

saimon says: alla faccia del...
Sent 11 June 2018, 07h05
... riposo... peggio di me, non riesci a stare fermo ;).

Complimenti belle zone e bel giro.
saluti ci sentiamo buona giornata.
saimon

blepori Pro says: RE:alla faccia del...
Sent 11 June 2018, 08h26
beh cerco di tenermi allenato...

cristina says: RE:alla faccia del...
Sent 11 June 2018, 09h53
Beh di sicuro l'allenamento non ti manca :-))))

irgi99 says:
Sent 11 June 2018, 09h53
mmmmm splendido giro...!!!! Complimenti!
Irene

blepori Pro says: RE:
Sent 11 June 2018, 09h59
grazie irene, sono posti che ho nel cuore, montagne magari non troppo appariscenti ma che regalano grandi emozioni. Vi consiglio veramente la via alta. Ciao Benedetto

Poncione says:
Sent 11 June 2018, 13h43
Brividi verzaschesi... Grande Benedetto.

cai56 says:
Sent 11 June 2018, 15h44
Val Verzasca, di cui ho letto e riletto nelle guide del Brenna, senza praticamente nulla di paragonabile sulle mie montagne: ma purtroppo preclusami da una logistica impraticabile.
Ciao Marco

blepori Pro says: RE:
Sent 11 June 2018, 15h48
perché mai? forse per giri di giornata, ma la via alta completa forse vale il viaggio, almeno spero! Ciao Benedetto

GIBI says:
Sent 11 June 2018, 19h40
già di per se la Valle Carecchio è bella di suo anche nel fondovalle figuriamoci quindi in cresta ... grazie per la citazione ed è certo che una chicca così darebbe lustro alla mia comunità : Mountain at lunchtime " nà par muntagn o par bricch in dal mument del mangià " ... come orario saresti perfettamente nelle regole !

comunque complimenti per la veloce cavalcata

ciao Giorgio

blepori Pro says: RE:
Sent 11 June 2018, 19h53
ciao giorgio, è fatto! sono onorato di far parte di questa comunità molto esclusiva e particolare. Non garantisco però di poterci contribuire regolarmente, a meno che estendiate il lunchtime fino all'ora di colazione. A presto Benedetto

Simone86 says:
Sent 12 June 2018, 12h52
Grande Benedetto, angoli segreti e di arduo accesso della Verzasca. Alla prossima!

blepori Pro says: RE:
Sent 12 June 2018, 13h03
ciao simone, bello risentirti, dovremmo pensare a far qc. insieme una di queste settimane, prometto di moderarmi e trattarti più dolcemente che con Saimon, lui sopporta tutto per amore dei suoi 3000 :) Ciao Benedetto


Post a comment»