Culmine di Dazio mt 921- anello da Paniga


Publiziert von turistalpi Pro , 8. April 2018 um 15:29.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 7 April 2018
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 7:15
Aufstieg: 1000 m
Abstieg: 1000 m
Strecke:come waypoints

Oggi con Pinuccia andiamo a trovare mio fratello Alberto nella sua casa di vacanza a Caspano nella costiera dei Cech in Valtellina e vicino a dove ho abitato per 3 anni 18 anni fa. Per camminare un po' di più partiamo da Paniga nella bassa Valtellina ed anche per conoscere meglio il versante solatio del Culmine di Dazio, infatti non sono mai salito da qui. Giornata spettacolosamente serena e calda. Lasciamo l'auto al comodo parcheggio gratuito della chiesa nuova di Paniga e l'obiettivo è di percorrere il cosidetto "Sentee dal Tarci".  Per l'inizio del sentiero dobbiamo chiedere  conferma  a qualche locale poiché non esiste tabella, comunque l'inizio del sentiero si trova fra le case a poche decine di metri dal parcheggio con anche un segno bianco-rosso piuttosto sbiadito. Subito il sentiero è con gradoni irregolari e molto ripido ma abbastanza largo.....la salita non dà requie, a volte è veramente ripido salendo tra roccioni.....con anche a tratti specie di parapetti in legno. Facciamo una breve sosta presso un grande muro residuo di vecchia costruzione e qui vedo di sfuggita appena sopra passare con eleganza e tranquillità due animali di grossa taglia dal mantello di colore credo marroncino ma di cui non ho fatto in tempo a vedere la testa per via dell'intricato bosco. A me parevano cervi (ed infatti  poi in cima il gentilissimo gestore del rifugio mi conferma la mia supposizione.....d'altra parte so che il Culmine è zona oasi proprio per i cervi....allora erano circa 600, ora non so). Riprendiamo l'erta salita e superata una zona piuttosto accidentata, sempre senza respiro perveniamo alla bella posizione di Porcido con chiesetta (se si parla di Porcido con qualsiasi locale, il commento è "posizione ideale per un bellissimo relax con temperatura quasi tropicale"). Da Porcido salgono 2 sentieri per la cima: il sentee dal Tarci e la direttissima che poco prima di Lagunc confluisce nel precedente. Il mio desiderio è di evitare la direttissima per conoscere in toto il sentee dal Tarci ma Pinuccia, visto il cartello "direttissima" insiste per salire ivi. Decisione storicamente ovvia: si sale dalla Direttissima (che ci vuoi far Enrico?). La Direttissima è comunque sulla falsariga della parte precedente ad eccezione degli ultimi 30 minuti che ha tratti un poco esposti e passaggi su alcuni roccioni da fare con attenzione.....ed è faticosa specie con il caldo di oggi (figuriamoci in estate dove tutti i sentieri di questo versante a mio parere sono sconsigliabili per la grande calura e la quota bassa).  Tra l'altro ad esempio anni fa a Porcido crescevano i banani, cosa quasi incredibile!  Finalmente arriviamo a Lagunc dove c'è il cippo ligneo a ricordo di Tarcisio da cui prende il nome il sentiero percorso. Pochi minuti ed attraverso un piacevole e mosso boschetto siamo al rifugio "La Casermetta". Il sito del rifugio è spettacolare sia per panorama che per riposo e meditazione. Bellissimo!! Conosciamo il bel cane Pastore Svizzero femmina del proprietario del rifugio e che si chiama Brina, molto socievole e coccolona. Il sig. Cadregari sin dal 2006 aveva sistemato un vecchio rudere in accogliente sua casa privata, poi dal maggio 2016 si è deciso per la trasformazione in rifugio. Vantaggio/svantaggio di codesto rifugio è che è raggiungibile da una strada sterrata da Dazio, strada  percorribile con jeep e fuoristrada. Dopo aver parlato con lui di montagna e di Dazio lo salutiamo ed iniziamo la discesa lungo la monotona strada. Dopo pochi minuti ci ricordiamo che dobbiamo mangiare e quindi ci fermiamo al bivio segnalato per Desco/Dazio e sopra alcune belle roccette panoramiche sostiamo. Riprendiamo poi la discesa giungendo a Dazio nei pressi del cimitero. Traversiamo il paese immettendoci nella via S. Anna che porta all'omonima chiesetta. Da qui parte segnalato il sentiero per Cadelpicco, sentiero comodo nel bosco. Poi da Cadelpicco con poca strada asfaltata giungiamo a Caspano da mio fratello. Sia lui che la moglie Grazia passavano il tempo tra siesta e studio del tedesco....ed i lavori dell'orto o giardino? Alberto dice che sono già stati fatti. La casa di mio fratello è altamente panoramica sulla bassa Valtellina e sui monti del versante opposto: Legnone,Rosetta, Olano, Tre Signori ecc.....E' veramente in un bel posto (ma secondo me il clima è migliore a Dazio dove ho vissuto.....). Dopo circa un'oretta salutiamo Grazia ed Alberto ed iniziamo la discesa fino a Dazio lungo il sentiero dell'andata. Poi ovviamente non volendo risalire al Culmine scendiamo via Torchi Bianchi per dapprima stradina e poi mulattiera acciottolata a moderata pendenza sino alla chiesa dei Torchi Bianchi. Da qui in avanti invece il sentiero peggiora sempre più, invaso da sassi, fango e sterpi, salto ad un certo punto il bivio per Paniga (non segnalato) e proseguo nella discesa allo scopo di terminare quanto prima questo tratto malagevole. Così facendo arrivo sulla strada Valeriana poco dopo Campovico ed all'inizio di Paniga che è un paesino piuttosto lungo. Poi su asfalto traversiamo il paese arrivando finalmente al parcheggio. Siamo stati contenti nell'aver fatto una sorpresa a mio fratello e nell'aver percorso questo sentiero "dal Tarci" veramente interessante e piacevole e Pinuccia......assolutamente non stanca sembra che non abbia nemmeno camminato!! Tra l'altro questa zona sabato 14 o domenica 15 sarà teatro di una corsa in montagna.

Tourengänger: turistalpi


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (3)


Kommentar hinzufügen

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 10. April 2018 um 16:52
Bel giro Enrico ... in posti che non conosco per nulla ma che mi potrebbero tornare utili aspettando lo scioglimento delle nevi ... e bel ricordo di quando eri ancora un giovanotto !

turistalpi Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. April 2018 um 20:16
Grazie Giorgio.....avevo poco meno della tua età....ed il tempo passa...inesorabile! Comunque se hai voglia di fare qualche giretto intorno al Culmine di Dazio ti consiglio se non l'hai già fatto di leggere alcune relazioni di CAI56 che avendo la casa di famiglia da 40 anni a Dazio è un ottimo conoscitore ed esplicatore della zona, ben più di me che vi sono stato solo 3 anni ( occhio che lui è ancora un runner....corre, corre ecc).
Ciao

turistalpi Pro hat gesagt:
Gesendet am 12. April 2018 um 20:20
......è anche interessante visitare il sito:
www.paesidivaltellina.it


Kommentar hinzufügen»