Ciaspolata pre-panettone natalizio tra le montagne dell'alpe Devero


Published by Marco86 , 24 December 2017, 13h42. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:23 December 2017
Snowshoe grading: WT2 - Snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 5:30
Height gain: 550 m 1804 ft.
Height loss: 550 m 1804 ft.
Route:13,2Km
Access to start point:Raggiungere Domodossola tramite A26 e SS del Sempione. Uscire a Crodo, seguendo le indicazioni per la Val Formazza. A baceno, lasciare la strada principale, seguendo le indicazioni per l'Alpe Devero.
Accommodation:Svariate possibilità di alloggio all'Alpe Devero

Finalmente la neve è arrivata abbondante sulle alpi, così io e Dario decidiamo di cimentarci anche nell'escursionismo invernale. Per questa nostra prima esperienza con le ciaspole, la scelta della destinazione non può essere che l'Alpe Devero.
Optiamo per un itinerario semplice, senza troppe pretese, in modo da prendere confidenza con la nuova attrezzatura. Puntiamo a Crampiolo, ma, una volta raggiunta Corte d'Ardui, decidiamo di innalzare lievemente il grado di difficoltà dirigendoci verso l'Alpe Sangiatto. Il sentiero sale, ben battuto, in mezzo ai boschi di larici. In poco tempo arriviamo nel punto in cui ci sarebbe dovuto essere il lago inferiore del Sangiatto, ora trasformato in una piccola distesa piana innevata. Da lì, in circa 5 minuti, siamo all'alpe. Valutiamo l'idea di allungare ulteriormente il giro passando per la Corte Corbernas e l'Alpe della Valle. Alla fine, non sapendo bene come siano i sentieri in quella direzione ed essendo già mezzogiorno, decidiamo di non strafare e di scendere da dove siamo arrivati.
Raggiungiamo nuovamente la Corte d'Ardui e da lì, in breve, siamo a Crampiolo, dove ci fermiamo al rifugio la Baita per pranzare. 
Con la pancia piena di polenta e carne, riprendiamo a camminare un po appesantiti. Non torniamo direttamente verso l'alpe, ma ci concediamo una veloce deviazione al Lago di Devero, curiosi di vedere se anche questo è ghiacciato oppure no. In circa 15 minuti raggiungiamo la diga e constatiamo che, anche qui, al posto del lago, c'è un'immensa distesa di neve. Lo spettacolo è molto suggestivo e il contorno delle montagne innevate rende il paesaggio a dir poco stupendo.
Dopo le consuete foto di rito, ridiscendiamo in direzione Crampiolo e, poco prima di averlo raggiunto, deviamo a destra per raggiungere il lago delle streghe. Questo, a differenza degli altri due, non è ghiacciato e offre alla vista uno spettacolo ancora più sorprendente.
Il sole comincia a farsi basso e ad avvicinarsi alla cresta delle montagne, quindi è il momento di avviarci verso l'alpe Devero. Seguiamo il bel sentiero battuto di recente dal gatto delle nevi e, in poco più di mezz'ora, raggiungiamo la nostra destinazione. All'alpe non ci facciamo mancare una meritata cioccolata calda, quindi torniamo felici e soddisfatti alla macchina.
Prima esperienza con le ciaspole assolutamente bellissima. Camminare nell'ambiente innevato è veramente suggestivo e regala bellissime emozioni. La copertura della neve era buona (circa 50-60cm) e la condizione del manto ottima. Le temperature erano miti e si camminava volentieri anche senza la giacca.

Hike partners: Marco86, dario86


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»