Cascata della Crosa, Valle di Peccia


Publiziert von ale84 , 19. April 2009 um 21:22.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:13 April 2009
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Schneeshuhtouren Schwierigkeit: WT3 - Anspruchsvolle Schneeschuhwanderung
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo di Rod 
Aufstieg: 675 m
Strecke:[LUNGHEZZA 6km] vedi cartina del tragitto
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Locarno si sale in Valle Maggia e seguendo la strada cantonale si raggiunge Bignasco, da qui si prende la strada a destra che sale in Val Lavizzara. A Peccia si prende la strada sulla sinistra fino a Piano di Peccia.

Fuori dai percorsi abituali settimana scorsa abbiamo risalito la Val Maggia e poi ancora su fino alla Val di Peccia fino a raggiungere la località di Ghiéiba. Proprio qui ci siamo recati per la nostra gita, la meta della giornata doveva essere il Rifugio Poncione di Braga ma purtroppo a causa del gran caldo che ha iniziato a sciogliere la neve fin dalle prime ore del mattino...non siamo giunti a destinazione. 
Siamo arrivati con l'auto fino al ponticello sul Fiume Peccia dove la strada diventa sterrata, da lì in poi c'era ancora della neve sulla carreggiata ed era impossibile proseguire. 

Ci incamminiamo sulla stradina fino ad attraversare il fiume, dopodiché troviamo dei cartelli che indicano il sentiero da seguire. Considerata la scarsa quantità di neve presente decidiamo di salire dal sentiero anziché dalla strada per tentare di accorciare i tempi. I problemi iniziamo poco dopo quando ci troviamo di fronte ad una lingua di neve e detriti lasciata da una slavina, per attraversarla nel punto più stretto e quindi meno rischioso ci "arrampichiamo" tra cespugli di ginestre e rovi fino a trovare un buon punto di passaggio. Superato questo primo problemuccio riprendiamo a salire più speditamente ma qua e là dei residui di neve marcia rallentano oltremodo la nostra ascesa. Fatti quattro calcoli sembra evidente che ci avremmo messo molto meno a salire dalla strada! Ad ogni modo riusciamo a raggiungere la galleria a quota 1400m circa dalla quale si gode di ottima vista sulla Cascata della Crosa
Qui indossiamo le racchette poiché la quantità di neve si è fatta piuttosto consistente. 
Dopo qualche foto alla cascata iniziamo a salire nell'evidente canalone che si tiene alla destra del sentiero marcato, in mezzo agli alberi è impossibile salire agevolmente con la neve così marcia. Il canalone però non ci infonde molta tranquillità, ci sono pochi alberi e il terreno è piuttosto ripido, la neve è già molle visto che il sole batte fin dalle prime ore della mattina e il gran caldo la sta sciogliendo rapidamente. 
Ci viene il dubbio che se alla mattina è già così molliccia nel pomeriggio a scendere sarà un vero disastro! 
La visione frontale sulla Cascata della Crosa ci distoglie per un po'dai nostri pensieri e ci lascia senza parole, davvero bellissima. Sotto di essa c'è ancora il grande ammasso di ghiaccio formatosi durante l'inverno, si sta sciogliendo lentamente...che spettacolo! 
Nonostante i dubbi decidiamo di salire comunque fino all'imbocco del ripido canalone descritto nel rapporto invernale di Floriano. Mentre ci avviciniamo siamo sempre più convinti a far dietro-front, la neve è davvero pastosa e pesante. Come previsto arriviamo fino all'imbocco del canalone a quota 1750m circa e ci rendiamo conto che proseguire sarebbe troppo rischioso, il terreno da qui via si fa molto ripido. Meglio dar retta al buon senso e tornare indietro, il Rifugio Poncione di Braga non si sposterà...ci arriveremo la prossima volta, magari in estate con allegata salita alla cima omonima. 
Torniamo sui nostri passi e scendiamo fino alla galleria dove ci fermiamo per la pausa pranzo. Relax al sole che oggi scalda davvero molto e poi giù seguendo la strada fino a rientrare a Ghiéiba. Durante la discesa ci troviamo di fronte a quel che resta di una slavina, davvero impressionante. 
Molti fiorellini colorati sono già sbocciati e cogliamo l'occasione per fotografarli, abbiamo tutto il tempo... 
Lemme lemme raggiungiamo l'auto e come stabilito durante la mattina, scendendo ci fermiamo a S. Antonio per fotografare le mucche scozzesi al pascolo e i loro vitellini, sono troppo belli!! 
Nonostante la meta principale non sia stata raggiunta la giornata è stata piacevole con tempo soleggiato e temperatura primaverile. 

Per ulteriori informazioni su questa gita vedi: Ariafina: Cascata della Crosa


 

Tourengänger: ale84, Mauro78

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 499.xol Tragitto

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»