AV Val Maggia: Pizzo di Corbella 2068 m - Pizzo di Orgnana 2219 - Mott di Pegor 2169 m e Cima 2100


Publiziert von cristina , 27. Oktober 2017 um 11:46. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:21 Oktober 2017
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Poncione Piancascia 
Zeitbedarf: 1 Tage
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano-Chiasso. Autostrada A2, uscita di Bellinzona Sud, seguire le indicazioni per Locarno, percorrere la galleria che sorpassa Locarno e seguire le indicazioni per Valle Maggia e Centovalli, a Ponte Brolla proseguire per la Val Maggia, passare Avegno ed entrare in paese a Gordevio. Posteggio al cimitero.

Lasciata l’auto al cimitero di Gordevio imbocchiamo il sentiero Domna che raggiunge gli alpeggi di Or e Mergozzo. Da qui è già ben visibile la casa di Pizzit, a picco sulle nostre teste.

Una ripida salita e la raggiungiamo. Facciamo una breve sosta e riprendiamo con un comodo traverso in direzione della B.tta di Orgnana. Veloce salita al Pizzo di Corbella. Uno sguardo al proseguimento del giro che non sappiamo ancora come terminare. Seguire le orme di igor o proseguire per l’Alpe di Nimi che, tramite l’AV è data a 3.15 dalla B.tta di Orgnana.

Ritornati alla B.tta imbocchiamo l’AV della Val Maggia. Un bel mezza costa con qualche ripido strappo, un passaggio su placche, un breve tratto attrezzato e nel punto in cui il sentiero comincia a scendere leggermente imbocchiamo la traccia che, tornando indietro si porta verso il Pizzo di Orgnana. La traccia, probabilmente di capre, c’è e non c’è. Quando ci rendiamo conto di essere quasi sotto la cima, tiriamo su diritti, raggiungiamo la parte più rocciosa e usciamo in cresta a pochi metri dall’ometto di vetta alla nostra dx. Dalla cima individuiamo la B.tta di Nimi e, non sembra troppo lontana.

Non volendo scendere lungo il pendio erboso, rimaniamo in cresta o poco sotto e raggiungiamo il Mott di Pegor. Purtroppo speravamo di vedere l’Alpe di Nimi ma da qui ancora non si vede. Proseguiamo in cresta, mai troppo difficile, perdiamo un po’ di quota e risaliamo alla Cima dove si trova un’antenna GPS per le capre. Qui troviamo il custode della Capanna Nimi alle prese con l’antenna, che ci confessa come, secondo lui, il sistema migliore per rintracciare le capre rimanga ancora la campanella!

Continuiamo per la F.la di Nimi dove le indicazioni danno l’alpe a un’ora, ci si impiega meno!

Alla capanna facciamo sosta pranzo dopodiché imbocchiamo il sentiero a mezzacosta per Brugnasco. Entriamo nel bosco e prendiamo la dorsale che raggiunge l’alpeggio. Proseguiamo per Malai dove un simpatico local ci augura buona discesa…un augurio ironico?

Dopo un suggestivo traverso cominciamo a scendere ripidamente su mulattiera a gradoni. Ben conservata e molto bella, come il ponte che attraverseremo ma tanto tanto spacca ginocchia.

Ad Archeggio, facciamo una breve pausa e quindi ancora a gradoni torniamo a Gordevio. Alle prime case svoltiamo a sx e velocemente siamo al cimitero.

Bell’anello, dove a parte due trekkers e il custode della capanna non abbiamo incontrato altri!


Tourengänger: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (7)


Kommentar hinzufügen

igor hat gesagt:
Gesendet am 27. Oktober 2017 um 12:19
Bel giro me lo ricordo bene ! Instancabili macinatori di vette,ciao.

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. Oktober 2017 um 14:11
Bello veramente, poi noi abbiamo trovato tutto asciutto :-)))

irgi99 hat gesagt:
Gesendet am 27. Oktober 2017 um 15:20
Che bel ricordo.... Complimenti per l'ottima scelta!!!

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 27. Oktober 2017 um 21:39
Bello il Pizzo d'Orgnana... forse la salita da Lavertezzo è ancor più suggestiva....
Ciao

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. Oktober 2017 um 09:01
Molto bella la cresta...

blepori Pro hat gesagt:
Gesendet am 29. Oktober 2017 um 19:07
bel giro per gente resistente, bravi! Benedetto

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. Oktober 2017 um 09:01
Grazie. spacca gambe la mulattiera, bella ma devastante per le ginocchia!


Kommentar hinzufügen»