Traversata Castor 4223m e Naso Lyskamm 4272m


Publiziert von marc73 , 10. September 2017 um 20:32.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum: 9 September 2017
Wandern Schwierigkeit: T5 - anspruchsvolles Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: ZS
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS   I 
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Staffal Beccaforte
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Staffal via Indren

Con Raffaele mio figlio si decide di fare un'ultima scappata al mare..prima di iniziare il Poli..per un bagno e focaccia genovese,..con piccola deviazione in quota, la scommessa fare qualche vetta e bagno nella stessa giornata, tra una perturbazione e l'altra tutto super finestra azzeccata, la prima ci regala 15cm di neve che ci permettono di tracciare soli in traversata il Castore,
Siamo al Rif. Quintino sella prima che arrivi la prima nevicata, giretto alla Perazzi, in serata decidiamo di salire il Castore poi decidere se fare i Lyskamm o il Naso, unico problema sarà arrivare in tempo per prendere la funivia alle 16:00.

partiamo alle 6am, facile salita anche se ripida fino al colle del Felik, i 15cm di neve nuova facilitano la salita, con 2 cordate di amici francesi ci si saluta loro proseguono per la traversata dei Lyskamm, noi invece soli iniziamo a tracciare veloci fino alla Cima Felik e poi Castore in 25min siamo invetta, alle 8:05am siamo gia su e decidiamo per un'opzione Naso, anche se so che non è mai messo bene a fine estate. Una guida giovane di Zermatt con 2 giovani clienti mi dice la sera prima che farà il Naso.

Scendiamo velocissimi, ma purtroppo la via tra i seracchi per tagliare verso il Naso non è visibile e in condizione sicura, quindi ci tocca scendere al bivio quasi al Rifugio e tagliare sulla via normale, aumentiamo il passo alle 9:15 da lontano notiamo 3 alpinisti in difficolta sullo spigolo di ghiaccio del Naso, sicuramente la guida con i 2 clienti, non avanzano se non molto lentamente restando quasi 2 ore sui 150m di ghiaccio ripido, arriviamo sotto il terminale appena ne escono con non poche difficoltà,
l'attacco è subito ripido e ghiacciato, purtroppo niente è scalinato, con 20m ripidi di ghiaccio raggiungiamo con difficoltà le roccie sul filo, sono con ghiaccio e neve fresca anche instabili, ad ogni modo si sale fino allo spigolo, anche qui non troviamo niente scalini nel ghiaccio e capiamo le difficolta della guida, ghiaccio con quel filo di neve che nasconde le insidie.

vado avanti io mettiamo le viti da ghiaccio, con grande sforzo ne usciamo sulla parte piu innevata ed infine sul passo del Naso, dove riposiamo 10minuti sfiniti, poi con qualche roccia e neve andiamo sul Naso,
la discesa veloce raggiungiamo dopo la neve delle roccie dove seguamo una via segnata da paletti con rocce instabili, giunti con scariche sul ghiacciao del Lys, risaliamo fino alla via principale sotto il Balmenhorn, da qui tra i soliti crepcacci di fine stagione ed oramai la nebbia e nuvole fino al Mantova, senza vedere poco, ci sbattiamo contro, ed infine per la via delle roccette arriviamo ad Indren alle 15:00 per prendere la funiva dino a Staffal,


la perturbazione arriva piano piano con la prima neve, noi ci dirigiamo al mare arrivando in serata giusto in tempo per montare la tenda e una buona cena di pesce :-)

Castore F+/PD
Traversata Naso in tali condizioni AD+ (era meglio l'opzione di fare i Lyskamm)

Tourengänger: marc73


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

WS+
T3+ WS+
27 Jul 14
CASTORE (4223 m.) · zar
T3 WS- L
ZS II
3 Jul 17
Spaghettitour · Matthias Pilz
T3+ WS
9 Jul 18
Castore - 4223 m · irgi99

Kommentar hinzufügen»