Tre giorni in Bassa Engadina, Chamanna Tuoi, Piz Buin e Hinterer Jamspitz


Publiziert von stellino , 16. August 2017 um 14:25.

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Unterengadin
Tour Datum:13 August 2017
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Hochtouren Schwierigkeit: WS+
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: Buin-Gruppe   CH-GR   A   A-V   Dreiländerspitz-Gruppe 

Ponte di Ferragosto ben piazzato quest'anno, sfruttiamolo per raggiungere mete "lontane".
Lunga trasferta verso la Bassa Engadina, con meta Guarda, da cui saliamo lungo la Val Tuoi in direzione dell'omonima Chamanna. Allunghiamo un poco il giro passando dal Lai Blau, pubblicizzato come uno dei più belli dell'Engadina (carino, dai). Qui il sottoscritto si riposa mentre i più giovani galoppano senza zaino verso il Piz da las Cavigliadas. In poco più di un'oretta raggiungiamo la capanna, nostro rifugio per le prossime due notti.

Dopo un'ottima cena a nanna presto. Sveglia per "Bergsteiger" alle 5, colazione veloce e via per tracce di sentiero passando da Cronsel, da Plan Rai, Plan Mezdi, Fuorcla dal Cunfin fino alla Fuorcla Buin. Un lungo giro, se si pensa che il Piz Buin sovrasta direttamente la capanna.
Nei pressi della Fuorcla Buin vediamo "l'orda i barbari" che si avvicina al deposito materiale prima della rampa finale, provenienti dalla vicina Wiesbadenerhütte (austria).

Ed è incredibile quello che si vede.
Lunghe cordate affrontano il ghiacciaio senza ben sapere a cosa stanno andando incontro e soprattutto su cosa si stanno inoltrando.
Nodi approssimativi, conserve di corda abbozzate o decisamente inutili, incordamenti a 2-3 m di distanza l'uno dall'altro...
Il tutto su un ghiacciaio leggermente innevato dopo l'ultima perturbazione, con numerosi crepacci nascosti dalla nuova neve...
Ho veramente visto poca gente, tra la settantina di persone incontrate, comportarsi nella maniera appropriata...e di queste praticamente tutte accompagnate da guide (ci sono per qualcosa).

La rampa finale non presenta problemi rilevanti. Per quasi tutti i ca. 300 m di dislivello c'è un sentierino (sfido io, con tutti questi passaggi). Le uniche insidie sono rappresentate dal canalino di II, facile punto di incrocio e casino tra le cordate (sempre che qualcuno salga o scenda ancora incordato) e punto oggettivamente pericoloso per la caduta sassi.
Azzecchiamo il timing in modo perfetto. Siamo in cima veloci, foto ricordo, lasciamo il posto agli altri gruppi / cordate. Piccola pausa e poi giù verso il canalino. L'ultimo folto gruppo spunta a monte del canale proprio nel momenti in cui arriviamo noi. Nessuna attesa, seguiamo una guida con la sua cordata a breve distanza e passiamo il canale senza nessun patema.
Il resto della discesa è tranquillo, prima sul piattone verso la Fuorcla da Cunfin, e poi giù per tracce di sentiero fino alla capanna.

Il terzo giorno ci dedichiamo all'Hinterer Jamspitz. Saliamo verso Plan Furcletta lungo il sentiero che qui lasciamo, inoltrandoci per prati, sfasciumi e morene, seguendo gli ometti che ci indirizzano verso la bocchetta di accesso al Jamtalferner. Ramponati, su ghiaccio, breve traverso a bordo dei crepacci terminali e rampa finale per la cima. Il tutto in una giornata da sogno. La discesa per lo stesso itinerario si svolge senza problemi.

Giunti in capanna ci lasciamo tentare... noleggiamo le trotinette e ci lanciamo lungo la carrozzabile. In circa una mezzora siamo all'auto, senza nessuna fatica.

Splendida regione che val bene una visita. La prossima sarà invernale ???

Tourengänger: stellino


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

WS II WT3 WS
T5- L
WS+ II
23 Jul 12
Piz Buin 3312m, S-Couloir · Will
T2 WS II
26 Jul 15
Piz Buin, 3312m · Linard03
II S-
23 Mär 13
Piz Buin · orome

Kommentar hinzufügen»