Mondo dell' infinitamente piccolo e del grandioso: Fuorcla Val Sassa (2857m).


Publiziert von micaela , 21. August 2017 um 23:33.

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Unterengadin
Tour Datum:16 August 2017
Wandern Schwierigkeit: T4+ - Alpinwandern
Klettern Schwierigkeit: I (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR 
Zeitbedarf: 8:00
Aufstieg: 1100 m
Abstieg: 1100 m
Kartennummer:CNS 1218 - Zernez / CNS 1238 - Piz Quattervals.

Volevo vedere coi miei occhi questa valle.
La Val Sassa.
Volevo calpestarne sasso dopo sasso, granellino di sabbia dopo granelllino di sabbia la superficie grigia.
Volevo annegarmi nel suo silenzio. Perdermi nella sua maestosità. Immensità.
Magari volevo un po' morire, in questa valle. Chissà...

Avevo visto una foto, anni fa. Non so dove sia finita.

Perciò mi toccava salire quassù per vedere coi miei occhi quello che avevo visto su una foto sparita.
Che mi aveva colpita con immensa potenza, qua, in mezzo alla pancia.

Ho visto come con occhi nuovi un mondo dell' infinitamente piccolo.
Cento volte mi sono fermata a contemplare una macchiolina su una pietra, una sfumatura di colore nel mare grigio, una pianticella appena accennata, un insetto così minuscolo che solo un lieve movimento sul grigiore te lo fa vedere, minuscolo, eppur vivo.

Ho gioito di ogni minuscola cosa vista.

Ho visto come con occhi nuovi un mondo dell' infinitamente grandioso.
Fiamme di pietra che s' innalzano fiere, gigantesche onde rocciose che sembrano appena emerse da un oceano primordiale, un mondo esclusivamente minerale, con mille sfumature di grigio.
La pietra. Elemento primordiale.
La nascita del pianeta Terra.

Su questa Terra io sono. Viva.



Non ho voglia di raccontare.
Tanto, non ho più parole fresche a disposizione.
Tanto, basta seguire gli ometti, i segni di pittura bianco-blu, i pali.
Basta aver fiducia, anche se è un rotolare continuo di sassi e pietrisco sotto i piedi.
Basta non pensare troppo forte che nel lasso di tempo più breve di un pensiero si può scivolare nel vuoto, su punte, guglie aguzze che sghignazzano laggiù.
Magari cinquanta metri, non so dire. 
Sulla Fuorcla mi sono fermata poco, avevo paura della discesa.
Ho appena guardato dall' altra parte, senza soffermarmi.

Invece, io salgo sempre, sempre! per vedere cosa c' è all' altra parte.
Dall' altra parte: è magia!
E' un mondo perfetto.
E' un paradiso.

Sulla Fuorcla (ci sarà chi mi crocifiggerà per questa confessione?) mi sono accucciata, come un animale impaurito, per defecare. Come un animale impaurito.
Poi ho mormorato una preghiera.
Poi sono discesa.

Sghignazzavano le guglie grigie, pronte a trafiggere l' animale impaurito...
Magari cinquanta metri, non so dire. Un eternità.





Tourengänger: micaela


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3
T2
8 Okt 12
Marathon im Nationalpark · Salerion
T4
29 Sep 11
Fuorcla Val Sassa (2857m) · أجنبي
T4
9 Sep 15
Über die Fuorcla Val Sassa · Rhabarber
T4 L I

Kommentare (12)


Kommentar hinzufügen

jkuks hat gesagt:
Gesendet am 22. August 2017 um 08:17
che posto "lunare". eppure i dettagli mostrano una vita in continua evoluzione, aggrappata ovunque, sporgente ovunque, lanciata verso la luce... bellissima

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 23. August 2017 um 22:34
Grazie, Gianluca.
E' stato un Bildungsroman, quella gita, per me...
Micaela.

Angelo & Ele hat gesagt: SEMPRE BELLO LEGGERTI...
Gesendet am 22. August 2017 um 09:09
...e constatare, anche attraverso esperienze altrui, che per accrescere la consapevolezza in Montagna occorre sempre vera umiltà.. docilità.. e ricettività.

Per padroneggiare le "guglie grigie" nulla è più importante della consapevolezza... per approfondire la consapevolezza occorre capire i nostri limiti... per capire i nostri limiti nulla è più importante dei nostri miglioramenti... e per far nostri tali miglioramenti e la vita stessa occorre sempre essere umili e capire il Giusto Tempo per ogni situazione...

BRAVA Micaela e un abbraccio...

Angelo

micaela hat gesagt: RE:SEMPRE BELLO LEGGERTI...
Gesendet am 23. August 2017 um 22:49
Sempre bello ricevere i tuoi, i vostri (perché so bene che Ele è partecipe di tutto quanto scrivi, almeno a me) commenti, caro Angelo.
E' profonda gioia, onore, sapere con certezza che posso condividere profondamente, sino al cuore, quello che è più prezioso per me quando cammino in montagna...
Grazie per questa condivisione, Amici.
Micaela

Menek hat gesagt:
Gesendet am 22. August 2017 um 10:48
E brava Mic... come ha detto J posto lunare ma allo stesso tempo pieno di vita.
Alla prossima
Menego

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 23. August 2017 um 22:37
Grazie, Menek.
Un avventura primordiale, per me.
E non c' è età per farne di nuove e così sconvolgenti...
Un abbraccio, Micaela.

atal hat gesagt:
Gesendet am 22. August 2017 um 13:55
Ciao Micaela, il tuo racconto ma ha fatto pensare che, quando si è da soli, è più facile "tornare alle cose stesse", come diceva il filosofo. Ad esempio, essere consapevoli del fatto che, quando arranchiamo su una ripida china è per vedere il mondo perfetto che c'è dall'altra parte.
Un saluto,
Andrea

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 23. August 2017 um 22:39
Bellissime le tue parole, hai colto il succo di questo mio Bildungsroman...
Grazie, Andrea.
Micaela

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 22. August 2017 um 17:11
Ambiente lunare, e un singolo raggio di luna a illuminare ogni singolo dettaglio da te notato...
Ciao Mic

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 23. August 2017 um 22:41
Grazie, Emiliano.
Non posso che ripetermi: un esperienza primordiale, in luoghi primordiali...
Ciao, Micaela

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 25. August 2017 um 15:27
visto il paesaggio è proprio il caso di dire " Stregata dalla Luna ! " e tu Mic ci hai preziosamente reso partecipi delle tue belle emozioni !

grazie ... Giorgio !

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. August 2017 um 22:08
Giorgio, grazie...grazie.
Micaela.


Kommentar hinzufügen»