Chi non mangia un Colombine a Pasqua?


Publiziert von Menek , 18. April 2017 um 19:26. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:16 April 2017
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Zeitbedarf: 7:30
Aufstieg: 1650 m
Abstieg: 1650 m
Strecke:Alla Sofonisba Anguissola, di Km 21,400
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Brescia- Gardone V.T.- Collio- Tizio fraz. Collio. Discreta possibilità di parcheggio (gratis) nei pressi della Chiesa.
Unterkunftmöglichkeiten:Collio- Bivacco Grazzini
Kartennummer:Kompass Tre Valli Bresciane

Oggi è Pasqua e di fare code in posti lontani da Brescia proprio non se ne parla, optiamo così per la vicina Val Trompia, e più precisamente l’Alta Val Trompia, laddove Collio rappresenta l’abitato più importante. E la partenza di questo giro è a Tizio, la frazione che sta proprio attaccata a Collio.

Lasciata l’auto nella vicina Chiesa, ci si incammina proprio verso di essa, e come da consiglio di una local, pieghiamo subito a sinistra e continuiamo per un bel pezzo proprio su strada asfaltata. Come dice Aldo grandemago mai fidarsi dei locals, e difatti… il nostro sentiero (355) partiva dietro la Chiesa. Mannaggia!

Comunque in culo al depistaggio, siamo già avanti un pezzo e di ritornare a Tizio per riprendere il sentiero giusto proprio non ci gusta, proseguiamo così ancora su questa strada che poi diventa cementata e subito dopo sterrata. Dopo circa un 1h di cammino però intercettiamo la deviazione per Invino, e ora con un allungamento di percorso di almeno 30 minuti andiamo ad immetterci sul sentiero 355.

Siamo sempre su una stretta sterrata e la ripidità mette a dura prova fiato e polpacci, passiamo una serie di baite e malghe, e ad un certo punto la sterrata diventa sentiero vero e proprio. La ripidità diminuisce in località Marmor e da qua al M. Colombine, passando per l’ex Caserma di Pian delle Baste,  la salita risulta essere molto più godibile. Il panorama dal Colombine è veramente bello. 3h30 tolte le soste.

Come spesso accade da queste parti, gli escursionisti si contano sulle dita di una mano, sfruttando questo assordante silenzio ci posizioniamo sul bel gradino posto sotto la croce e finalmente ci godiamo il nostro bel riso con lenticchie e tempeh!  :)))

Neanche il tempo di fare il classico rutto a fauci spalancate ed ecco che in maniera improvvisa spuntano delle nuvole minacciose provenienti da Est, dopo aver stramaledetto il 3b Meteo che dava sole pieno anche il pomeriggio, alziamo i tacchi molto velocemente e proseguiamo il nostro giro visto che abbiamo in previsione alcune deviazioni sul percorso.

Ci buttiamo così verso la dorsale che punta verso Sud, passiamo la vicina zona rocciosa, e una volta ritornati sul sentiero erboso  giungiamo prima sulla Quarta Colombina e poi subito dopo al Goletto di Gludona dove troviamo una palina con varie indicazioni, incuriositi dal Bivacco Grazzini, imbocchiamo l’evidente sentiero che scende verso Ovest in maniera ripida.

 

Dall’alto avevamo visto che c’era un po di neve nella bella conca, ma mai avremmo pensato che quel “po” voleva dire 40/50 cm di “pappa molle” dove si sprofonda che è una meraviglia, arrivati in una zona dove i massi nascondono varie insidie, decidiamo di ritornare sui nostri passi rimandando a data da destinarsi il giro al Grazzini.

Ritornati al Goletto, come da una prima idea, tentiamo di ridiscendere un vallone dopo averlo studiato sulla cartina, ma visto che la cosa si fa decisamente lunga, anche in questo caso decidiamo per un onorevole ritirata e cominciamo a camminare nella stessa direzione di salita.

 

L’idea di fare una discesa alternativa non ci è ancora uscita dalla mente,  così passata la zona della “Sfinge” notiamo sulla destra una sorta di traccia (abbiamo costruito un ometto), con spirito d’avventura scendiamo per il largo canalone e passando prima per un baita diroccata (Malga Diavola), perdiamo ancora quota sino ad intercettare un vecchio traverso erboso,  tenendo la destra proprio sotto la Loc. Marmor, sempre su flebile traccia andiamo finalmente ad intercettare il sentiero 356 che porta a Collio. Il canalone non ha difficoltà evidenti, ma  ovviamente bisogna avere un minimo di senso dell’orientamento.

 

Seguendo una sorta di dorsalina si scende fino ai ruderi della Malga Mericolo, si entra in un bel bosco di conifere sino a sbucare nei pressi di un piccolo invaso (Ponte Re), tenendo la destra e seguendo la strada a.s.p., con diversi saliscendi oltrepassiamo diverse cascine, arriviamo alla Conca (Passo), e seguendo la stradina che scende verso Sud (dir. Memmo) dopo 15/20 minuti giungiamo in un grande spazio  erboso (Plagna), come da segnalazione Oruxmaps viriamo decisamente a sinistra e seguendo la bella stradina (con vecchia bollatura gialla) spuntiamo nei pressi di Letes, ancora qualche passo su strada a.s.p. ed eccoci di nuovo al punto di partenza… con nostra grande gioia, visto che le gambe e il tempo cominciano a fare le bizze.
 

Nota 1): Anche questa è una zona che merita di essere visitata, di gente in giro non se ne vede molta e se siete fortunati incontrate qualche animale selvatico, peccato che si cammini spesso su strade sterrate. Non esteticamente belli nemmeno i tralicci dell’alta tensione. I sentieri non sono sempre perfettamente segnalati ma fuori dal bosco si viaggia a larghe visuali ed il T3(EE) è solo per il canalone di discesa, per il resto T2.

 

Nota 2): Con Eric…e CAIO.

 

                                                                                                CAIO.

 

Io parto dalla piazza e faccio il primo guaio,

credevo in una vetta ma sono sul solaio,

qualcuno un po sgamato c’ha fatto un canapaio.

Caio,

riprendo il mio cammino seguendo un pifferaio,

ma invece dei topini io trovo un formicaio,

non era forse meglio seguire un gran liutaio?

Caio,

io punto verso l’alto ma il passo è sol carraio,

la sbarra chiude strade e ci vuole  un portinaio,

chi tenta di forzarle è quel pirla di Di Maio.

Il carbonio con il ferro si trasformano in acciaio, e in fondo mi domando: chi cazzo chiama  CAIO?

 

A’ la prochaine!       Menek,Rosa


Tourengänger: Menek, rossa


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (21)


Kommentar hinzufügen

ralphmalph hat gesagt:
Gesendet am 18. April 2017 um 19:56
...ottima idea quella di passare Pasqua lontani da code e caos vari, anche noi, vedrai, abbiamo optato per questa scelta...
Complimenti a te e Rosa, bei posti e dislivello da paura!!!
Ciaoo
Graziano

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 10:53
Caro Graziano, va da se che stare lontano dai casini, almeno sotto le feste comandate, sia la cosa migliore. Va tutto calibrato, a volte con una botta di culo la cosa riesce e a volte purtroppo entriamo nel vortice del nulla. Ci è andata bene... e anche a voi, visto la tua relazione.
Grazie dei complimenti.
Menek

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 18. April 2017 um 21:19
Titolo pasquale azzeccatissimo...!!!

Bello camminare in luoghi poco frequentati e... COMPLIMENTI per la gran camminatona!!!

Ciaooo...

Angelo

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 10:58
Il titolo era scontato, e anche a noi come a te, ci piace molto camminare lontani dalla folla, purtroppo non è sempre facile. Bisogna inventarsi dei "ravanage"... :)
Grazie e ciao, a Ele. :)
Menek

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 11:23
Noi durante tutto il lungo anello fatto in Valsolda abbiamo incontrato solo due persone..!!!

Salutoni a Rosa...
Un abbraccio a Rosa...
Un bacione a Rosa...
:-))

Ma si dai...
Sarò buono...
Quindi...
Una bella (..e seconda) manata sulla schiena nuda a Te Domenico...
:-)))

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 11:30
Come naturale ambasciatore porterò a rosa i tuoi "messaggi"...e magari ci aggiungerò qualcosa di mio!
W il sadomaso avec le bondage! Schiaffoni a go-go.
Menek

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 11:41
:-)))

numbers hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 10:11
Un bravo anche a Voi !
Che inflazione di camminatori pasquali su hikr.......

A presto.

Mario

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 11:01
Pasqua? I veri amanti della Montagna si vedono in questi momenti... :) E' una questione di priorità.
A presto
Menek

veget hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 15:46
Quando l'amore e l'attrazzione per la montagna,è preponderante non c'è Pasqua che trattenga.....
Poi l'appetito viene "assaggiando le colombine",malgrado l'infido tratto innevato...
Portare a casa soli soletti, questa non semplice escursioncina (EU femismo), credo vi abbia soddisfatto pienamente.....
Sempre determinati e mai domi... Complimenti!

Ciao carissimi
Eu

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 15:53
Caro Eu sei sempre prodigo di complimenti, anche quando sono immeritati... :) Cmq hai ragione, siamo soddisfatti pienamente e ora pensiamo già alla prossima. Ho un paio di idee niente male. :)))
Ciao Eu e Giancarla
Menego

Chiara hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 19:23
Buono il riso con lenticchie e tempeh ;-) ;-) ;-) ;-) ........ Comunque 3B e altri meteo hanno beffato anche noi.... Ma che ci importa!!!!...... Ciao. Saluti anche a Rosa. E.....sempre bella la Val Trompia. Anche se è da un sacco che non ci vado....

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 12:07
Hai ragione, il meteo ci ha giocato qualche scherzo, ma alla fine abbiamo portato a casa il nostro giro. Inoltre eravamo caricati a tempeh!!! :)))
Un abbraccio
Menek

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 20:52
Probabilmene, il Local era rincoglionito. ciao, Menego

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 12:09
Rincoglionita...
mi domando, a parte la gentilezza, perchè ci si sforzi di "aiutare" gli escursionisti quando anche loro sono scevri di notizie. Cmq niente, noi ce l'abbiamo fatta e diamo un bacione alla signora. :) Ciao Roby
Menek

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 22:10
Lontani dal casino della Pasqua avete passato comunque una buona Pasqua... e pure con ottimo dislivello. :)
Ciao dome e Rosa

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 12:10
A modo nostro con la Pasqua siamo rinati un po anche noi... :))) Giro cmq bello. A presto Emi
Menek

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 20. April 2017 um 17:07
Ma da voi a Pasqua non c'è il classico Luna Park con la musica a palla ... giù il gettone ragazzi che si parte ... o il mercato con le bancarelle per poter socializzare un po' ?

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 21:16
Non vado al Luna Park dal '78! :) Giù il gettone e: nata sotto il segno dei Pesciii, e mio padre è un ingegnere, che lavora in una radio...

O che disastro io ti maledico, ho scelto te una donna per amico...

Gianna,Gianna,Gianna sosteneva, tesi e illusioni...

E' la pulce d'acqua che l'ombra ti rubò e tu ora sei malato...

Il triangolo no, non l'avevo considerato, d'accordo ci proverò...

Adesso per me la Pasqua vuol dire solo Montagna!!! :)))

Ciaooo

gbal hat gesagt:
Gesendet am 28. April 2017 um 12:13
Non c'è peggior consigliere del local comune. Solitamente di "local" ha solo il nome, probabilmente è dell'Est e non ha la minima idea di dove volete andare e perchè mai lo vorreste fare. Per cui si industria a complicarvi la vita!
Alla larga; meglio il GPS

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 28. April 2017 um 12:47
Generalmente hai ragione Julius, ma questa è la seconda volta di fila che a fregarmi sono i "locals originali", con tanto di pedigree... stupido io a non stare più attento. Mi farò più furbo in futuro? Le prox relazioni lo riveleranno! Ciaooo


Kommentar hinzufügen»