Toresella (2245 m)


Publiziert von froloccone , 19. April 2017 um 16:45. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:15 April 2017
Wandern Schwierigkeit: T4+ - Alpinwandern
Klettern Schwierigkeit: I (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Portola-San Jorio   CH-GR   I   Gruppo San Jorio-Monte Bar   CH-TI 
Zeitbedarf: 9:00
Aufstieg: 1500 m
Abstieg: 1500 m
Strecke:Come Waypoints
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Uscita Bellinzona Sud,a Giubbiasco seguire per Valle Morobbia sino a Carena per poi proseguire sulla sterrata sino alla sbarra. Possibilità di parcheggio limitate(5/10 macchine)

La Toresella è una cima poco frequentata e risulta essere ostica da raggiungere, non tanto per le difficoltà tecniche limitate ma più per il lungo avvicinamento da qualsiasi parte la si "attacchi".

La recente relazione di paoloski (che ringrazio!) ci ha "schiarito" le idee sulle condizioni del versante S di questa montagna e sull'itinerario da valutare  per l'avvicinamento.

Scegliamo di partire dalla Valle Morobbia,lasciando la macchina alla Barriera della strada dell' Alpe Giumello.
Si seguono le indicazioni per il Passo San Jorio e attraverso un bellissimo sentiero che dapprima  risale il corso del torrente(Cima di Cugn), poi piegando  a S negli stupendi boschi di faggio e aghiformi, raggiunge il bel nucleo di baite di Giggio. Sempre su bel sentiero segnalato si risale la costa boscosa sbucando in terreno aperto nei pressi dei ruderi di Giggione,da qui in breve si raggiunge il Passo(T2).

Dopo una piccola pausa,ripartiamo seguendo il sentiero" alto" non segnalato che attraversa tutto il versante S della Cima di Cugn e della Marmontana e con alcuni saliscendi raggiungiamo la Bocchetta di Stazzona.
Ora la nostra meta è ben visibile.
Si scende ancora qualche decina di metri su bella traccia sino alla successiva Bocchetta di Mugiogna.
Da qui,comincia una lunga traversata in direzione NE con duplice possibilità di "ingaggio",si può traversare sotto cresta,su terreno erboso ripido in alcuni punti "delicato" e spesso privo di traccia oppure stare sul filo,con  bei passaggi su roccia nell'ordine del I°(un passaggio di II) a volte esposti ma logici e su roccia generalmente buona;quando si è in prossimità della cima,si può continuare sul filo o traversare ancora verso NE su bella traccia di capre e piegare decisamente a N verso la vetta a proprio piacimento,o su terreno ripido erboso/sassoso o raggiungendo la più comoda cresta  ESE.

Il panorama,anche se parzialmente offuscato dalle nubi,è decisamente bello,soprattutto sulla catena dei Muncech. Qualche metro sotto la cima visioniamo il canale N, percorso da itineralp durante una delle sue interessanti  gite.
Il ritorno lo percorriamo quasi tutto sul filo di cresta dal medesimo itinerario con qualche aggiramento e il sottoscritto si salva da una pericolosa scivolata sulla paglia ancora secca grazie alla picozza,davvero utile quando si affrontano i traversi sull'erba in veste invernale o detta "ciularina"(cit .Menek).
Purtroppo,dalla Bocchetta di Stazzona scendiamo dal sentiero bollato,che restando più basso scende troppo di quota portandoci all'alpeggio Avert Possolo e ci tocca risalire di quasi 100 m per tornare al Passo di San Jorio transitando dall'ancora chiuso Rifugio.
Il resto del ritorno avviene dal medesimo  e veloce sentiero di andata.

CONSIDERAZIONI:Questa Toresella,è davvero una bella cima selvaggia,dove si può godere di  totale tranquillità. Le possibilità di salita sono molteplici e di diversa difficoltà ma in comune hanno tutte il lungo avvicinamento. Il consiglio a chi volesse ripercorrere il medesimo itinerario è di, una volta raggiunta la Bocchetta di Mugiogna, seguire quanto più possibile il filo della cresta SW(Difficoltà Tra il T4 e il T5, passaggi di I/II°) sino alla cima,sicuramente più sicuro e divertente della più noiosa e in alcuni punti delicata traversata su tracce di capre del versante SE(T4) della lunga e particolare cresta sopra citata.

Grazie ai soci per la bellissima condivisione.  

Poncione
 Da un po' il Toresella (o Torresella, o Mater di Torresella) era in cantiere: ed eccolo qui, con la sua lunghissima ed elaborata cresta SW da affrontare nella sua interezza. A guardar bene ci sono altri itinerari possibili, specie dai laghi di Rogg, dove s'intuiscono diversi canali di salita alla suddetta cresta, ma va benissimo così... visto che due anni fa' un po' il caldo asfissiante, un pò le nubi avevano interrotto il nostro primo tentativo proprio da questa cresta (http://www.hikr.org/tour/post94955.html). Salita non banale e abbastanza selvaggia, con un terreno - specie nei traversi - a tratti piuttosto balordo e malfermo: in cresta, stando più possibile sul filo (I-II), è decisamente un altro viaggiare.
Grazie ad Ale e Cristian... Avanti così.

Tourengänger: Poncione, froloccone, ramingo


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (31)


Kommentar hinzufügen

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 17:04
Anche una cima lunga da raggiungere e con subdole insidie (pendii erbosi secchi) non vi ha fermato, quindi COMPLIMENTI veri e meritati...

Meno male che la picozza ti ha aiutato Ale...!

Purtroppo la scarsissima pioggia caduta in questi ultimi due mesi e la poca neve caduta ha reso tutte queste montagne più pericolose.. soggette ai soliti incendi dolosi.. ( ..vedi Grona e Bregagno) e anche piuttosto tristi da vedere!
Ora, sinceramente, occorrerebbero almeno una decina di giorni di pioggia intensa... sperem!

Complimenti bis anche per le belle foto...

Salutoni a Tutti...

Angelo


froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 21:22
Grazie Angelo!!!! Si dovrebbe piovere almeno 10 giorni......Brutto dirlo ma la natura ha bisogno di acqua ora!! Ciao a presto.
ALE

Menek hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 17:13
Osti Ale, vuoi dire che ti sei salvato il culo con la picca? Maledetta ciularina...
Cmq bravissimi, era un giro pieno di insidie.
Saluti
Menek

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 21:24
Si Dom!!! Mi ha salvato il culo davvero.......Funziona come su un ghiacciaio,se riesci a piantarla ti arresti quasi subito!

Grazie!! Ciao e saluta Rosa!

ALE

paoloski Pro hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 17:21
Grazie per la citazione ed il ringraziamento .
Vedo con piacere che qualcun'altro ha l'abitudine di usare la piccozza sui pendii di erba secca invece degli inutili e pericolosi bastoncini!
Ciao, buone gite

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 21:28
Mi sembrava il minimo.....!

Si devo dire,che una volta ero scettico,ma poi...La picozza è una vera sicurezza,anche sul'erba.Si può usare in mille modi, Qualcuno la usa persino per fare una sicura !!

Ciao e buone gite a te!

ALE

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 22:28
"Inutili e pericolosi bastoncini"... che musica è mai questa? :)
Grazie Paolo, ora mi sento meno "solo".

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. April 2017 um 19:38
Bastoncini "inutili e pericolosi"??? ... mi sembra un pochino esagerato, come tutti gli attrezzi vanno usati (o messi via) quando serve (o quando sono di intralcio).
Sicuramente sul paglione non offrono nessuna "garanzia" in più ... mi è capitato più spesso di mettere i ramponi su quel tipo di terreno.
Andrea

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 17:45
Vedo che vi piace farvi del male....
Potevate, a quel punto, partire da Isone o da San Lucio....
Non era meglio salire al Giovo e risparmiare un paio d'ore? Va bè che poi le perdevate di auto...
Bei posti...

PS: trovate le vostre bestiole preferite?

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 21:31
Ciao Doc!!! Lo so.........Ma sino al Giovo non si può ancora arrivare,sotto il Motto di Paraone mi sembra di aver visto ancora neve sulla strada.......e poi sarebbe stata sicuramente più noiosa!!! I posti meritano!!

Zecche???:Solo un paio sui vestiti e prese sul sentiero marcato!! In compenso mi sono trovato faccia a faccia con un'Aspis!! Ciao e a presto.

ALE

danicomo hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 23:39
L'Aspis può esser omologato,
solo se vien fotografato....

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 09:30
Faceva a gara con il vento a chi soffiava di più.....!!!!!

igor hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 18:38
Bravi bella cima ciaooo

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 21:32
Si confermo Igor!!! Bella cima!!! Ciao

ALE

Giansa hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2017 um 20:06
Bravi!
Ma secondo voi,utilizzando il sentiero n° 950 del Brenna che parte dalla capanna Gesero e tocca Biscia,sud della cima Cicogne, nord cima di Cugn e Marmontana, fino alla bocchetta del Lago,si risparmierebbe sul dislivello e sulla tempistica?
( naturalmente non a inizio primavera)
Grazie e cari saluti

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 21:38
Sul dislivello sicuramente,ma sulla tempistica non credo si "lima" tanto.......Anche quella che sale da Biscia è lunga!! Per me l'itinerario più interessante è quello dalla Valle Roggiasca,meglio se dal sentiero più diretto per Cortin!!! Ciao

ALE

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. April 2017 um 22:58
Due anni fa facemmo un itinerario simile, svariando a nord dopo il Corno di Gesero, e toccando Cugn e Marmontana, senza arrivare sul Toresella... forse dislivello minore, ma sulle tempistiche non giurerei.

Chiara hat gesagt:
Gesendet am 20. April 2017 um 10:24
Cavoli! Bello stò girone! Anche se a me la crestina metterebbe un pò di ansia..... Bravi! Ciao

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 12:49
Bello davvero!!!!!!

Secondo me tu la crestina te la mangeresti a colazione!!

Ciao

ALE

Chiara hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 13:15
Mmmmmmhhhhh....... allora una colazione un pò agitata e trafelata ;-) ..... Ciao Ale!

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 20. April 2017 um 11:06
Fino alla Cima di Cugn o al Marmontana mi sento un po' come a casa anche salendo dal versante Mesolcina ... ma voi ragazzi mi fate sempre scoprire dei mondi e degli obbiettivi diversi ... complimenti !

ciao Giorgio

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. April 2017 um 12:51
Grazie Giorgio!!!!! E sappi che oltre la Toresella c'è ancora da scoprire..........Ciao!!!! Saluta Claudio e Warry

ALE

Amadeus hat gesagt:
Gesendet am 21. April 2017 um 06:35
Bravi ragazzi, sempre con quell'aria un po' da Indiana Jones x 2 s'intende.

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. April 2017 um 10:51
:))))) Grazie Alex!!! Ciao.
ALE

veget hat gesagt:
Gesendet am 21. April 2017 um 20:42
Acc.che ambienti....Alcune foto mostrano passaggi poco "cattolici"....bel Trio.Del resto non è la prima volta.....Il fegato non vi fa difetto......
Complimenti a tutti gli audaci
Cari saluti.
Buon proseguimento.
Eugenio
.

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. April 2017 um 10:52
Grazie Eugenio!!! Si diciamo che non è banale per nulla......Ma la zona merita più di una visita!! Ciao e a presto.

ALE

Poge Pro hat gesagt:
Gesendet am 25. April 2017 um 19:42
Anche io nella mia cartella "walk in progress" ho il Toresella, avvistato durante la traversata che avevo compiuto in zona ... ma quella volta proprio non ci stava allungare fino a la.

Bravi.
A.

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. April 2017 um 19:57
No direi visto la lunghezza del tuo giro........Dovresti abbinarla alla Ganda Rosso(Gana Rossa) e alla Punta Valstorna con anello dalla Valle Roggiasca......Se ti interessa ti do qualche spunto!! Anche se penso tu non ne abbia bisogno. Grazie!! E a presto.
ALE

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. April 2017 um 20:26
Bene bene.
Grazie per lo spunto.
A.

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. Juli 2017 um 17:18
Ciao.
Ma le cime Toresella, Gana Rossa e Valstorna sono collegabili via cresta da persone "umane"?
Grazie.
A.

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. Juli 2017 um 21:50
Collegabilissime!!!! Qualche eventuale aggiramento di difficoltà ma fattibile senza problemi!!


Kommentar hinzufügen»