Capanna Pian d'Alpe 1764 m


Publiziert von cristina , 16. Februar 2017 um 11:01. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:12 Februar 2017
Schneeshuhtouren Schwierigkeit: WT2 - Schneeschuhwanderung
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Molare   CH-TI 
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano-Chiasso. Proseguire con A2 fino a Biasca dove si devia a dx per il passo del Lucomagno. Percorsi pochi chilometri si svolta a sinistra per Loderio. Posteggio a sx dopo il ponte.

Ieri nonostante fossimo vicini abbiamo trovato il modo di fare tardi…

Sistemata in qualche modo la ciaspola, dovrebbe tenere pensiamo…decidiamo di rifare il giro di francesco della settimana scorsa.

Mentre commentiamo gli avveniristici bagni dell’area di sosta di Bellinzona, incontriamo Flavio cappef in attesa dei Girovagandi. Sembra che questo fine settimana sia dedicato agli incontri casuali. Anche ieri abbiamo rivisto due delle Franciacorta incontrati sul Misone in Trentino, queste sono cose che fanno capire quanto sia piccolo il mondo….quello della montagna poi!

Giunti a Loderio comincio a pensare che forse alla Pian d’Alpe ci siamo stati secoli fa da Semione per salire al Matro. Ho un vago ricordo di un posteggio nei pressi del fiume, dove Marco aveva lasciato il portafoglio sul sedile….ritrovandolo!!! Fosse stato da noi non so….

Comunque partiamo. Saliamo la ripida mulattiera che in discesa ci farà penare per lo zoccolo di foglie e nevischio che si formerà sotto gli scarponi.

Troviamo la neve ai primi alpeggi ma le ciaspole le calzeremo un centinaio di metri sopra, intorno ai 1100 m circa.

All’inizio nel bosco di neve ne troviamo ancora poca ma mano che saliamo aumenta e diventa una schifezza…ogni volta che tiro su una ciaspola mi trasporto una grande quantità di neve, lo stesso dicasi delle rotelle dei bastoncini.

Diventa una pena la salita e giunti a Pozzo finalmente vediamo i tempi. Ancora 40 minuti, in queste condizioni un’eternità…il lungo traverso dove si sale sono di una cinquantina di metri mi sembra infinito e al termine mancano ancora 30 minuti, miiiii non finisce più!!!

Risaliamo un ultimo breve e ripido tratto poi lentamente cominciamo a spostarci verso sx e finalmente raggiungiamo la capanna.

Proviamo a far partire il camino ma, tra che siamo incapaci e che comunque non staremo qui abbastanza da scaldare un poco, ci arrendiamo velocemente, e a questo punto si sta meglio fuori che non all’interno.

Abbandoniamo l’idea di fare l’anello, la neve è veramente pessima e di continuare a battere non ne abbiamo assolutamente voglia è stato più che sufficiente arrivare fino a qui.

Torniamo quindi sui nostri passi affrontando con grande cautela il ripido tratto di discesa diventato una vera saponetta!


Tourengänger: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (6)


Kommentar hinzufügen

Francesco hat gesagt:
Gesendet am 16. Februar 2017 um 16:35
...Ma dai ch'è stata una bella gita e ciaspolata,un bosco incantato,tante belle baite è una capanna tutta per voi che attendeva un po di calore-

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Februar 2017 um 09:26
Ma si tutto sommato è andata bene. Noi non eravamo molto in forma, Marco come ti dicevo la sera con 39 di febbre io....come sempre l'influenza me la faccio senza febbre. Poi le prime uscite su neve sono sempre un massacro....

Il calore in capanna? Mi sa che dobbiamo fare un corso di fochisti :-))))

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 17. Februar 2017 um 08:47
Hai fatto bene Cristina a lasciar perdere il tentativo di accendere la stufa, ci ho provato anni fa e quando appena appena si sentiva un po' di tepore era oramai ora di tornare a valle !

E' molto bello anche il giro ad anello da Sobrio passando se si vuole anche dal Matro ... ma ovviamente non con queste condizioni !

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Februar 2017 um 09:33
E' vero anche quello, noi difficilmente facciamo soste lunghe a sufficienza per riscaldare l'ambiente....con l'umidtà e il freddo all'interno anche senza sole si stava meglio fuori!!!

Quando siamo arrivati in capanna abbiamo avuto la certezza che sul Matro c'eravamo stati anni fa ma salendo da Semione.


giorgio59m hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Februar 2017 um 10:39
Posso anche aggiungere a quanto detto dal mio omonimo, che sia il camino che la stufa scaldano pochissimo, il locale è troppo grande per riscaldarlo bene, se non si resta per un pò di tempo è tempo sprecato.
ciao!

Flavio, mi ha detto che vi siete visti, eravamo già lì anche noi, ci si poteva salutare di persona :-)

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Februar 2017 um 14:19
Uno in un autogrill e gli altri in quello accanto immagino:-))) noi quello lo abbiamo visto uscendo, tra l'altro era quello che cercavamo ma lo abbiamo visto dopo:-((((. Solitamente ci fermiamo alla dogana di Chiasso ma domenica c'era troppa gente, un corso CAI di scialpinismo. Peccato questa volta ci siamo proprio sfiorato....


Kommentar hinzufügen»