Cima di Gollien - Vetta Nord


Publiziert von Poge Pro , 9. Januar 2017 um 22:06.

Region: Welt » Italien » Aostatal
Tour Datum: 4 Januar 2017
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Ski Schwierigkeit: WS+
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Aufstieg: 1435 m
Strecke:13,0 km a/r
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Rhemes Notre Dame (Bruil), Val di Rhemes - Val d'Aosta.

L'invito per una gita con gli sci cade a fagiolo e non mi faccio sfuggire l'occasione per iniziare la mia stagione scialpinistica. Dopo aver affrontato il lungo viaggio fino in Val di Rhemes, iniziamo la progressione nel bosco, lungo una bella traccia resa solo un po' dura dai numerosi passaggi.

Usciti dal bosco si prosegue per ampii pendii e risaliamo al Colle Gollien per godere di una pausa al sole. Proseguiamo e tralasciamo la prima "deviazione" per la spalla sud di Cima Gollien, andando invece a prendere la traccia che sembra portare ad un colletto più alto, compreso tra la Cima Sud e la Cima Centrale.

Oggi il programma del gruppo prevedeva il raggiungimento "solo" della spalla sud, senza toccare cime, e già l'aver leggermente allungato fino al colletto poteva aggiungere una piccola soddisfazione alla giornata. Giornata in cui mi ero messo il cuore in pace, pensando che tanto era la prima gita con gli sci e andava bene tutto ma arrivo al colle e ... con stupore ... alla mia sinistra appare come d'incanto una cima ... su cui, tral'altro, nessuno delle decine di persone arrivate qui nei giorni scorsi sembra aver messo piede.

Come non farsi tentare da un'occasione così ghiotta?

In quattro e quattr'otto io e Vincenzo montiamo i ramponi e ci avviamo verso la vetta, mentre i nostri compagni di gita iniziano a scendere, visto che tira un vento molto forte. La cima dista poco tra dislivello e sviluppo e sembra per buona parte percorribile senza troppe difficoltà, a parte un intaglio a circa metà percorso ... appunto ... a parte un intaglio a circa metà percorso!

Questo passaggio ci fa tribolare parecchio, sia in salita che in discesa, inoltre il vento teso che alza cristalli di neve, non aiuta a mantenere l'equilibrio e la concentrazione. Con fatica forziamo il passaggio e dopo pochi minuti giungiamo in vetta ... che grande soddisfazione oggi, una vetta non prevista con un passaggio molto ingaggioso.

Tornati agli sci abbiamo tanta voglia di levarci da questo vento che ci sta facendo congelare. La discesa nella prima parte è su neve discreta ma i miei quadricipiti in fiamme e qualche pietra (più o meno affiorante) richiedono una sciata molto tranquilla. Poi nel bosco le cose migliorano un pochino anche perchè i numerosi passaggi hanno creato, per buona parte del tragitto, dei bei toboga e, gambe a parte, si riesce a scendere senza problemi.





P.S.:
1) se dovessi valutare (e confrontare con altri) il passaggio su roccette in base a quanto ci ha fatto tribolare, probabilmente azzarderei un III grado ma ... c'era vento, avevamo scarponi da sci e ramponi ai piedi ... ho quindi preferito segnare un più cauto II grado.


2) la cima raggiunta non è ben definita sulle carte. Dalla mappa Kompass non è chiaro se le "Cime di Gollien" siano composte dalle tre quote di 3116 a sud, 3116 al centro e 3125 a nord (queste ultime due intervallate da un colletto a quota 3058) oppure si riferiscano soltanto alle tre elevazione nei "dintorni" di quella di quota 3116 (con la scritta leggermente più grande sulla cartina).
Io ho seguito la prima ipotesi, perchè mi sembrava strano che la quota più alta della serie di cimette tra il Colle di Sort e quello di Entrelor non avesse nome mentre lo avesse quella un pochino più bassa. Nella foto numero 6 potete osservare le due ipotesi.








Tourengänger: Poge

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T4-
10 Aug 13
Punta Basei (3340 m) · stefi
T2
WT3
29 Dez 12
Col Gollein (2597 m) · stefi
WS-
13 Mär 16
Rifugio Benevolo 2287m · goppa
WS
22 Feb 15
Cima d' Entrelor · Laura.

Kommentare (7)


Kommentar hinzufügen

jkuks hat gesagt:
Gesendet am 10. Januar 2017 um 06:34
Bellissima salita. Elementi meteo che rendono tutto ancora più tosto! Complimenti.
Gianluca

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Januar 2017 um 22:18
Grazie, se vi può interessare per buona parte è ciaspolabile.
Solo il tratto finale per arrivare al colletto sotto la vetta è un pochino più ripido.
A.

jkuks hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2017 um 08:19
in effetti il tracciato mi intriga... ultimo tratto con ramponi? ciao

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2017 um 09:21
Dal colletto alla vetta meglio avere ramponi e forse anche una picozza (anche se nelle condizioni in cui l'abbiamo fatta noi non serviva).

Per arrivare al colletto, diciamo gli ultimi 200 metri di dislivello, probabilmente a piedi si sprofondava e sarebbe stata un po faticoso.

Non so dirti come sarebbe con le ciaspole ... devi andare a testare ... :))))

Andrea

PS: tieni solo conto che il vento in questi giorni potrebbe aver fatto "disastri" sul manto nevoso. Magari indurendolo per facilitare la salita ma magari anche creando lastroni instabili.


Daniele hat gesagt:
Gesendet am 10. Januar 2017 um 09:58
Bello... però eravamo d'accordo che mi avvisavi quando iniziavi la stagione! :-(
Ciao.
Daniele

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Januar 2017 um 11:33
Azz ... hai ragione ... scusa.
A mia discolpa posso solo dire che abbiamo deciso all'ultimo.
A.

Daniele hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Januar 2017 um 11:42
Per stavolta sei perdonato. Anche perchè il 4 io... lavoravo...


Kommentar hinzufügen»