Approvvigionamenti capodanno 2016/2017


Publiziert von Alberto , 19. Dezember 2016 um 15:52.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:18 Dezember 2016

Questa giornata è dedicata ai rifornimenti di viveri (e beveraggio incluso) per festeggiare l'anno nuovo fuori dal fracasso dei petardi che nelle città risulterà abbastanza frastornante,inoltre,trascorrere 2 o più giorni in strutture situate in posti tranquilli dove la massa di escursionisti non l'ha invasa deturpandone la quiete (per la difficoltà che la neve comporta) direi che è una cosa più che mai stupenda,almeno per ciò che mi riguarda.

Ovviamente è anche bello trascorrere il capodanno anche in strutture gestite dove una serata piacevole con altri gruppi può diventare quasi difficile se la capienza va oltre le aspettative: per chi non ama l'affollamento,in questo caso basta saper scegliere strutture con limitati posti,ma,se non vi pesa il trasportare viveri per più giorni,mettervi a cucinare e farvi il mazzo dal tanto lavoro che comportano alcune strutture,allora scegliete l'autogestione che appaga le vostre fatiche e le aspettative desiderate.

Bene,anche per questo fine anno la mia ricerca di una struttura "adeguata" alle esigenze meteorologiche e di coloro che vorranno parteciparvi (trovare strutture che diano la possibilità di fare escursioni o raggiungere cime per coloro che si "annoiano" non sempre è facile) puntando sull'eventuale mancanza di neve,considerando l'anno precedente (quest'anno è peggio visto che non è sceso il mezzo metro in ottobre) ho dovuto pensare anche al fatto del' approvvigionamento idrico.

Non si deve pretende che vi sia acqua per forza all'interno della struttura, (si sa che in inverno sono ben poche le strutture che hanno l'acqua all'interno di essa,altre ancora non hanno nemmeno la possibilità di averla esternamente per varie ragioni) ma almeno la neve,quindi se anche questa viene a mancare,per necessità bisogna trovare soluzioni che possono,"alleviare" un poco di duro lavoro anche se abituati (sciogliere la neve,filtrarla,fare bollire l'acqua per poi raffreddarle e berla...a l'è un bel laurà!).

Oltre allo spirito di adattamento che la Montagna richiede,ci vuole la conoscenza,l'esperienza e,cosa non da ultimo importante,il "provare" le strutture nella versione invernale,con il bianco della neve che è tutt'altra cosa: è per tale ragione che il "bradipo delle Alpi" anche in solitaria va alla ricerca di strutture che,appena può le prova,quando la stagione invernale lo permette: dove la stagione estiva pare rendere tutto così "facile",quella invernale fa si che solo chi ha esperienza provata,possa evitare di trovare sorprese a cui seguirebbe una deludente rinuncia!

 

Con questa ultima pubblicazione chiudo questo anno 2016 che mi ha regalato soddisfazioni a dir poco gratificanti,nel contempo approfitto nell'augurare a tutti i lettori un sereno NATALE,che l'anno 2017 porti a tutti noi salute e saggezza (che raramente si riscontra al giorno d'oggi),ovviamente se vi sono altre richieste più importanti di queste citate...se si avverano ben vengano!

 

Alla prossima e tanti AUGURI di Buone Feste!


Tourengänger: Alberto



Kommentar hinzufügen»