Gli alpeggi di Croveo (Valle Devero)


Publiziert von adrimiglio , 18. Dezember 2016 um 12:20.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:17 Dezember 2016
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Aufstieg: 600 m
Abstieg: 600 m
Strecke:Sviluppo planimetrico 7 Km, sentieri mediamente frequentati, poco segnalati ma piuttosto obbligati.
Kartennummer:C.N.S. Helsenhorn n°1290

Si sta avvicinando il solstizio d’inverno e le ore di sole sono poche, non rimane che scegliere una zona esposta a mezzogiorno non troppo elevata di quota: gli alpeggi sopra l’abitato di Croveo fanno il caso nostro.

Oggi sono in compagnia di Ugo e Sergio (indigeno verace) il quale ci accompagnerà in questa stupenda zona a me sconosciuta. Parcheggiamo in località Bevola, alla fine dell’asfalto (consiglio di partire dalla chiesetta dove ci sono le indicazioni) dove abbiamo la fortuna di trovare la mulattiera che conduuce a Cima Chioso bella pulita dal fogliame, tutt’altra situazione troviamo nella parte successiva anche se il sentiero rimane sempre evidente. A quota 1180 perdiamo 80 metri per andare a visitare le baite di Sergio in località Balmella (sentiero inesistente) il toponimo è intuibile vedendo dove è collocata la baita a ridosso di una grande sporgenza rocciosa. Tornati sulla retta via proseguiamo fino all’incrocio per Mollio Alto / Suzzo dove invece di salire rimaniamo su terreno pianeggiante toccando i vari nuclei familiari di Mollio Basso, attraverso l’aiuto di Sergio ho creato i WPT riportati sulla Minimap (sentiero in parte invaso dalla vegetazione e senza segnaletica ma piuttosto intuibile), proseguendo in direzione nord/ovest andiamo ad intersecare il sentiero che sale dal basso raggiungendo il bell’alpeggio di Pioda Calva (il nome deriva dalla morfologia della zona, un balcone roccioso dove sono cresciuti pochi alberi).
Dopo uno spuntino torniamo sui nostri passi fino all’incrocio poc’anzi citato, dove iniziamo la discesa su Croveo, la percorrenza di questo tratto finale che da l’impressione di forte esposizione in realtà  invece bisogna dire che il sentiero risulta sempre ben percorribile senza problemi
.

Escursione di breve sviluppo planimetrico e dislivello contenuto ma molto interessante, trovato pochissime chiazze di ghiaccio sul percorso.

Tourengänger: adrimiglio


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (5)


Kommentar hinzufügen

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 18. Dezember 2016 um 18:19
Ah, bel ritorno, quando vuoi, chiama. Ciao, Adry.
roby

adrimiglio hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Dezember 2016 um 21:12
Ciao Roby
Beh in effetti i due report precedenti non erano niente di che, questa gita invece malgrado sia breve merita tantissimo, una zona finora sconosciuta, quindi doppiamente bella.
Spero di rimettermi in forma definitiva per il prossimo anno, al momento non sono ancora pronto per le vostre scorribande, grazie comunque.

Adry

tignoelino hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Dezember 2016 um 23:19
Gran bei posti, adoro Pioda Calva. Guarda che sto tirando i remi in secca, non ho più voglia di tirarmi giù la pelle. Ciao, Adry.
roby

adrimiglio hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. Dezember 2016 um 15:15
Pioda Calva è davvero un bel posto, deve essere interessante anche Costa ma purtroppo ci mancava il tempo, poi fare l'anello completo passando da Agaro penso diventi indimenticabile, sicuramente in programma per il prossimo anno, sarebbe bello venissi anche tu...sul fatto dei remi in secca ci credo poco...
Alegar

tignoelino hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. Dezember 2016 um 19:35
Mi prenoto, da fare in primavera od autunno, prima che geli.
Credici pure. Ciao, Adry.
roby


Kommentar hinzufügen»