Monte Bo di Valsesia -2071 mt- (dall' Alpe della Piana di Piode).


Publiziert von GAQA , 25. Oktober 2016 um 22:38.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:22 Oktober 2016
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 4:00
Aufstieg: 700 m
Abstieg: 700 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Gallarate - Besnate - Autostrada Genova/Gravellona Toce - direzione Genova - uscita Romagnano Sesia - direzione Alagna S.P 299 - Borgosesia - Varallo - Balmuccia - Scopa - Piode - da Piode imboccare la strada di montagna per l'Alpe Meggiana (asfaltata 17 tornanti) - parcheggiare giunti al tornante numero 14 (numerazione segnalata e segnavia escursionistici evidenti),in alternativa proseguire fino al piazzale piu' ampio poco sotto il rifugio Alpe Meggiana).
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Alpe Meggiana 1550 mt. aperto da Aprile / Maggio fino agli inizi di Novembre. Contattare per migliori informazioni.

Mentre percorriamo in auto, la strada provinciale 299 della Valsesia, incomincia a piovere e anche con una certa intensità.

Abbandoniamo l'idea di salire al Monte Bo Valsesiano dalla frazione Piedimeggiana di Piode, ovvero dal sentiero integrale, preferiamo mantenere la stessa destinazione ma dimezzare il percorso. Quindi traditi dal meteo instabile, optiamo per il piu' breve sentiero che prende il via dall'Alpe della Piana 1450 mt, avendo in questa maniera una via di fuga più agile qualora tornasse nuovamente a piovere.

Giunti a Piode 752 mt, risaliamo in auto la strada che termina al Rifugio Alpe Meggiana 1550 mt, bisogna affrontare diciassette tornanti. Al quattordicesimo, notiamo una piazzola (1400 mt circa), capiente per due posti auto, proprio in quel punto, si incrocia il sentiero numero 43 che proviene da Piode e che prosegue per l'Alpe Pizzo 1704 mt. Le segnalazioni escursionistiche sono evidenti, come anche la numerazione dei tornanti.

Iniziamo a camminare sul sentiero 43 o 243 guadagnando quota velocemente con una serie di risvolti, arrivando all'Alpe Pizzo 1704 mt. Purtroppo oggi le nuvole coprono tutta la catena alpina, altrimenti sarebbe stato un punto panoramico di assoluta bellezza, considerando la notevole distanza ravvicinata dal Monte Rosa.

L'Alpe Pizzo, e' caratterizzato da: baite ristrutturate, collocate sulla dorsale divisoria tra la conca di Meggiana e la Val Sorba; punto di collegamento tra i comuni di Piode e Rassa, paesi del fondovalle Valsesiano.

Proseguiamo la camminata. Oltre una cappelletta religiosa si trova il Lago del Pizzo 1714 mt, ridotto ad uno stagno. Dopodiche', il sentiero riprende a salire con buona pendenza tra cespugli di rododendri e affioramenti rocciosi.
L'ultimo tratto, breve ma ripido, e' ricoperto da uno strato di neve solida, non troppo ghiacciata da infuire negativamente durante la progressione. Senza problemi raggiungiamo la vetta caratterizzata dal massiccio basamento di pietra che sostiene la statua della "Madonna e il Bambino" che rappresenta: il Monte Bo di Valsesia 2071 mt.

Per la via del ritorno, optiamo per una variante. Scendiamo sulla cresta di collegamento tra: il Monte Bo di Valsesia e il Testone Tre Alpi 2081 mt, (cima che avremmo anche potuto raggiungere, ma rognoso residuo di verglass sul versante Nord). Mantenendosi in cresta, sul sentiero 44 o 244, aggiriamo uno sperone roccioso con notevole salto verticale e arriviamo alla Colma Colora o Bocchetta del Bo 2023 mt, valico alpino collocato sulla dorsale divisoria: Sorbella-Meggiana.

Ora si segue il segnavia 41A o 241A, scendendo puntiamo l'Alpe Meggiana, la discesa avviene per un sentiero appena riqualificato,con segnalazioni (bianco-rosso) ben in evidenza. Difatti il tutto si svolge in ambiente selvaggio e nei punti disagevoli sono ben sistemati utili ometti in pietra come segnavia.

Giunti al Rifugio Alpe Meggiana 1550 mt, sostiamo: buon cibo, vino e amari locali, veramente accogliente questo locale !
Dopo la sosta, proseguendo su sterrato/carrozzabile ritorniamo alla piazzola di parcheggio, concludendo questo bel giro (di riserva) ad anello.


NOTE: Stupenda gita autunnale con favolosa vista sul Monte Rosa e le grandiose montagne della zona (eccetto nel nostro caso visuale ridotta). Il sentiero 43 o 243 con partenza da Piedimeggiana di Piode e' segnalato nella sua totalità e attraversa una favolosa faggeta, superando un dislivello di (1150 mt circa).
Se invece si vuole dimezzare l'escursione come nel nostro caso (causa meteo), il dislivello si riduce a (700 mt circa). La discesa sul sentiero 41A o 241A e' anch'essa segnalata seppur bisogna prestare più attenzione. Classificazione tecnica: T2 agevole.

Tourengänger: GAQA


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T2
26 Mai 17
Monte Bo di Valsesia Mt. 2071 · ralphmalph
WT3
11 Mär 17
Monte Bo Valsesiano · beppe
WT2
3 Feb 18
Monte Bo Valsesiano · Massimo
28 Jan 18
Monte Bo Valsesia · ciolly
WS

Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

numbers hat gesagt:
Gesendet am 26. Oktober 2016 um 09:47
Bel giro comunque,
utile avere sempre un piano B......

Mario

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 26. Oktober 2016 um 13:01
Ciao grazie Mario.
Tutto sommato,siamo tornati a casa soddisfatti,visto e considerato la pioggia mattutina,e' uscito un buon giro.
Merita anche il rifugio:)
Alessandro

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 27. Oktober 2016 um 21:38
Giro molto bello, Ale. Bravi. Quota neve decisamente bassa, vedo.
Ciao

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 27. Oktober 2016 um 22:50
Ciao Emi grazie! Sarebbe stato un privilegiato punto panoramico sul Monte Rosa,ma da un'altra prospettiva (rispetto al Tracciora di settimana scorsa),purtroppo meteo imprevedibile. Per quanto riguarda la neve,a vista d'occhio sembrerebbe che ne abbia fatta di più nel Biellese.
Ci sentiamo per le prossime:)
Alessandro


Kommentar hinzufügen»