Saile o Nockspitze (2403 m)


Published by siso Pro , 27 September 2016, 22h00.

Region: World » Austria » Zentrale Ostalpen » Stubaier Alpen
Date of the hike:10 September 2016
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: A 
Time: 4:00
Height gain: 800 m 2624 ft.
Route:Bergstation Muttereralm (1608 m) – Pfriemesköpfl (1801 m) – Pfriemeswand (2103 m) – Saile Nordostgipfel (2379 m) – Saile / Nockspitze (2403 m).
Access to start point:Dalla Svizzera: Feldkirch – Tunnel dell’Arlberg – A14 – A12 – Innsbruck – Wipptal – Mutters – Parcheggio stazione di partenza della funivia Muttereralm (953 m).
Accommodation:Mutters.
Maps:Extra Tourenkarte Stubaital, Kompass. 1:35000; Wanderkarte Stubai, Alpenwelt Verlag Bruneck– 1:40000.

Salita alla “cima di casa” di Innsbruck, sulla propaggine più nordorientale delle Alpi di Stubai.

 

Inizio dell’escursione: ore 10.00

Fine dell’escursione: ore 14.00

Temperatura alla partenza da Mutters: 17,5°C

Sorgere del sole: 6.41

Tramonto del sole: 19.41

 

La funivia Muttereralmbahn mi permette di raggiungere il punto di partenza poco prima delle dieci. Anche alla stazione a monte di questo comprensorio sciistico e di svago, denominato Muttereralmpark, constato che la quota che campeggia sull’impianto è stata arrotondata alla grande verso l’alto. Per regolare il navigatore satellitare e l’altimetro da polso ricorro quindi alla più affidabile carta topografica.

Fra le consuete attrazioni turistiche presenti in quasi tutti i centri, qui c’è una novità per me: i “Mountain Carts", dei moderni tricicli simili ai go-cart, snza motore. Dal momento che si scende solo su strade forestali, quelle che in inverno sono adibite a piste da slitta, il piacere è in armonia con la natura. Casco, robuste ruote, freni a disco idraulici con sistema frenante a doppio circuito e il buon senso garantiscono la sicurezza degli utenti.

Alle 10 in punto parto dal Mutterer Alm (1608 m) seguendo il sentiero 42/12 per la Nockspitze. L’avvio, molto dolce, si svolge su una pista di sci che offre uno spettacolare panorama su Innsbruck. Dopo circa 40 minuti di cammino il bosco si esaurisce, lasciando spazio ai cespugli di pino mugo e alla prateria magra. A circa 2055 m di quota arrivo ad un bivio: a sinistra si sale verso la Pfriemeswand, dalla quale si sviluppa la via un po’ più esigente, che richiede passo sicuro e assenza di vertigini: “Trittsicherheit und Schwindelfreiheit”. È un’accoppiata di termini che ho sentito o letto innumerevoli volte qui in Tirolo. A destra il sentiero porta dapprima alla Naturfreundehaus am Birgitzköpfl (2035 m), in seguito, su facile terreno adatto anche ai bambini, alla vetta della Saile.

 

Scelgo la via più avventurosa, che prevede un paio di tratti assicurati con una fune d’acciaio.

In questa parte del Tirolo non c’è un cocuzzolo che non abbia una croce di vetta. Per questo motivo si è invitati a brevi deviazioni dalla via normale, per scattare una foto ricordo su ogni cima, anche se secondaria. Ne è un esempio la Pfriemeswand (2103 m), dalla quale si gode per altro di una stupenda veduta su Innsbruck. Da questo versante la Nockspitze sembrerebbe appannaggio di scalatori esperti. Un po’ indeciso sul da farsi, chiedo informazioni ad una signora della regione. Mi rassicura osservando i miei scarponi: con queste calzature “ist gar nicht so schlimm!", “no Problem!

Fugati i dubbi, mi avvio deciso verso lo stretto passaggio tra le guglie, assicurato da una fune d’acciaio.


            Il tratto più interessante della salita alla Saile / Nockspitze

Nulla di che! Anzi, ho il piacere di incontrare una bambino, assistito dal papà, mentre affronta in discesa il canalino. Superato il “punto chiave”, il sentiero continua sul ripido fianco del vallone ghiaioso che la cartina chiama Weites Tal.

A 2379 m scrivo una prima volta i saluti sul libro di vetta dell’anticima, e 380 m più avanti sull’altro libro della cima principale: Saile (2403 m) geschafft!

Dalla via meridionale gli escursionisti arrivano a fiumane, con bambini e cagnolini. Oltre ai turisti, essendo sabato, oggi si aggiungono anche gli abitanti della regione. Appaiono tutti felici e rilassati, sembra di essere ad una camminata popolare, come quelle organizzate dall’ufficio sport e tempo libero dei comuni. Non per niente, al rientro all’alpeggio Mutterer Alm, rimango stupito dal numero considerevole di gitanti, in particolare di bambini, attratti dai numerosi giochi appositamente preparati per loro.

 

Bella escursione nei pressi di Innsbruck, su una cima molto amata dagli abitanti della regione. Viene definita dalle guide “beliebtes Wanderziel”. La via più breve parte dal Muttereralm (2 h), quella più lunga da Telfers, nella Valle dello Stubai (4 h).

 

Tempo di salita: 2 h

Tempo totale: 4 h

Tempi parziali:

Bergstation Muttereralm (1608 m) – Pfriemeswand (2103 m): 1 h 10 min

Pfriemeswand (2103 m) – Saile / Nockspitze (2403 m): 50 min

Saile (2379 m) – Bergstation Muttereralm (1608 m):

Dislivello in salita: 800 m

Sviluppo complessivo: 7,2 km

Difficoltà: T3

Copertura della rete cellulare: buona

Telefono d’emergenza: 140 o 112

Libro di vette: sì.

Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»