Pointe d'Orny (3270 m)


Publiziert von Sky , 25. Juni 2017 um 21:04.

Region: Welt » Schweiz » Wallis » Unterwallis
Tour Datum: 8 August 2016
Wandern Schwierigkeit: T4+ - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS 

Non ero mai stato da queste parti.. ma avevo “conosciuto” la cabane d’Orny quando, a Luglio, proprio lassù posi fine alla mia sofferta partecipazione ai 111 km dell’X-Alpine, ritirandomi al 35° chilometro.. Nonostante l’arrabbiatura per la gara buttata alle ortiche, rimasi colpito dalla bellezza di questi posti.. per la seconda volta, dopo Cabane Panossiere, qualche anno fa, ecco un’altra capanna vallesana che non avevo mai visitato e che si rivela molto interessante. Per questo motivo, ad Agosto, in occasione delle mie vacanze estive, colgo l’occasione per tornarci con calma. E, ovviamente, approfittare per fare una cima. La Pointe d’Orny, nella fattispecie.

Se, quel giorno maledetto della gara, i 1300 metri di dislivello tra Champex-Lac e Cabane d’Orny mi parvero tremendamente duri, pur fatti in scarpette e zaino da trail “minimal”, oggi, con scarponi, zaino da alpinismo completo di piccozza e ramponi, la salita mi pare una passeggiata. Bene, vorrà dire che quando proverò di nuovo quella gara (l’idea è di riprovarla nel 2019..) quella salita mi farà meno paura..

Passo da Cabane d’Orny senza fermarmi e proseguo per Cabane du Trient lungo il ghiacciaio. Solo al ritorno mi renderò conto che la via normale non passa più da lì, ma sulla morena, evitando di toccare il ghiacciaio. Ad ogni modo, pericolo di crepacci non ce n’è, quindi vado tranquillo. Arrivato al Col d’Orny, mi si apre lo spettacolare anfiteatro del Plateau du Trient. In lontananza scorgo tante cordate che vanno a fare le numerose cime della zona. Io sono più che contento, in solitaria, di fare la più semplice, “belvedere classico degli ospiti della Cabane du Trient”, come la descrive il Brandt.

Un attimo di riposo in capanna e sono pronto ad attaccare la cima. La salita è breve e divertente.. solo qualche punto con un po’ di sabbia, per il resto blocchi! E sono in cima. Il panorama è, ancora una volta, spettacolare e spazia su zone a me fin ad ora pressoché ignote (Trient), fino a d’altre assai famigliari (Cervino, Weisshorn & co.) per finire con una visuale un po’ “insolita” del mio amato Grand Combin.

Per la discesa dalla capanna, scelgo la nuova via, segnata bianco-blu. Mi fermo ad osservare dei ragazzi che arrampicano, poi un po’ davanti a Cabane d’Orny, a prendere il sole e a riguardare quel posto in cui ero stato solo un mese prima, con nausea e vomito. Ma, irrequieto come sono, non resto lì a lungo. Anche per la discesa a Champex-Lac scelgo una via diversa, lontana dalla gente che arriva in massa dalla Breya, con la sua seggiovia.


Tourengänger: Sky


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»