Punta Terrarossa-Wasenhorn (3246m)


Publiziert von Max64 , 19. August 2016 um 08:23. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Wallis » Oberwallis
Tour Datum:17 August 2016
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: WS-
Klettern Schwierigkeit: I (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS   I 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 1300 m
Abstieg: 1300 m
Strecke:Km 13,5

ivanbutti Mi aggrego a Max e Gianluca, avendo peraltro proposto pure io la stessa meta, per l'ascesa al Wasenhorn. Alla partenza al Sempione è limpido, tranne che sul Leone dove i nuvoloni si addensano; oggi sono la zavorra del gruppo e, poco dopo la partenza, i 2 soci, senza dir nulla, mi lasciano davanti per un bel pezzo per fare il passo.
L'ambiente è molto bello, già la salita alla Capanna Leone, dove non ero mai stato, merita davvero. Ma è da lì che comincia la danza vera; purtroppo il cappellotto del Leone ora si è esteso anche alla nostra cima; ad un certo momento arriva anche qualche goccia di acqua trasportata; decidiamo di salire dalla via normale, arrivando al nevaietto e poi vedremo il da farsi. Max passa il nevaio, davvero molto ripido, senza i ramponi, la neve non è dura ed è ben scalinato; prudenzialmente Gianluca ed io comunque li mettiamo. Dopo il nevaio in breve si è in vetta, ma occorre non distrarsi mai perchè l'esposizione non è da poco. Purtroppo in vetta non vediamo nulla e soffia un bel vento; decidiamo di scendere per la cresta, anzichè percorrere a ritroso il cammino dell'andata. Nella nebbia e nel vento ci facciamo ingannare da un falso ometto e, anzichè proseguire in cresta come dovremmo fare, scendiamo tutto a sx andando a complicarci un pò la vita. Ad un certo punto Max poggia la mano su un masso enorme che inaspettatamente rotola a valle, per fortuna non si era appoggiato di peso e sotto non c'era nessuno; procediamo con molta prudenza infilandoci in un canalino bello ripido e franoso; poi, con già la Capanna in vista sotto di noi, scendiamo il risalto che sovrasta la Capanna stessa su una pseudo cengetta, ma qui il materiale sotto i piedi è fine e meno pericoloso che sopra. Sosta pranzo fuori dalla Capanna, caffè corroborante e poi rientro in relax con birra finale a Varzo. Che dire, peccato per il tempo che ci ha un pò beffato, ma a me l'escursione è piaciuta davvero; un grazie ai 2 soci, senza di loro, visto anche il meteo, non sarei mai salito in vetta.
Max64 Punta Terrarossa,una bella montagna ma non banale,presenta molti tratti esposti da affrontare con attenzione e concentrazione.Decidiamo di salire dalla cresta Est per affrontare l'insidioso nevaio in salita.Una piccola perturbazione ci raggiunge poco prima di superarlo,ma la visibilità nel medio/breve rimane accettabile.Superata l'insidia neve in poco tempo raggiungiamo la prima cima.Il vento non ci permette di fermarci a lungo e per cresta continuiamo fino alla seconda cima con la croce.Anche qui la sosta è limitata,causa i continui schiaffi che Eolo si diverte a darci.Percorriamo la cresta Ovest per un buon tratto,poi la visibilità peggiora e tratti in inganno da un ometto di segnalazione ci portiamo troppo a sx.Ci accorgiamo quasi subito dello sbaglio,ma vedendo sotto di noi la Capanna Monte Leone e stanchi del forte vento,intuiamo una via di fuga per accorciare il giro,attraverso un ripido canalino.Arrivati alla capanna,come alle volte capita,la Terrarossa si è liberata dalle nuvole che l'avvolgevano rivelando la sua bellezza estetica.Comunque un'ottima escursione e un buon banco di prova in condizioni non proprio ottimali.Un ringraziamento ai due forti compagni di giornata. 

Jkuks Protagonisti assoluti di questa escursione sono stati il vento e il ghiacciaio del Leone.
il primo perché non ci ha mai abbandonati e ci ha fatto dubitare della buona riuscita dell'ascesa. Il secondo perché dal versante opposto della vallata morenica ci ha estasiato con le mille tonalità del suo bianco manto...
Ci tenevo molto a questa salita, tanto da rischiare una meteo non proprio eccellente. Io giocavo in casa (ferie) mentre Max e Ivan si sono sfangati un bel mucchio di kilometri... ma è comunque andato tutto per il meglio. Anzi, le nubi che sulla cima ci hanno circondato, hanno reso tutto ancora più speciale (gotico come dice Max).
Salita molto bella sino all'ultimo e discesa con qualche grattacapo.
Felicissimo di aver conosciuto Ivan.


Tourengänger: ivanbutti, Max64, jkuks


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (17)


Kommentar hinzufügen

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 19. August 2016 um 09:21
Un suo fascino anche così....
Bravi

Max64 hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. August 2016 um 16:54
Grazie!
Vero,in più è un buon addestramento in condizioni avverse.
ciao Dani
Max

froloccone hat gesagt:
Gesendet am 19. August 2016 um 09:41
Complimenti!!!! Bella!!!!!! Certo che questa cresta w.........Voi poca visibilità,noi giornata ottima ma con verglass..........Però è una signora cima davvero!! Ciao ALE

Max64 hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. August 2016 um 16:57
Che ci vuoi fare è una montagna un po' scontrosa...come certe donne!
ciao Ale e grazie
Max

froloccone hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. August 2016 um 18:04
:)))))

Menek hat gesagt:
Gesendet am 19. August 2016 um 11:20
Trio inedito per una bella cima!!!

Max64 hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. August 2016 um 16:58
Un bel tris d'assi!
ciao Dome
Max

Amedeo hat gesagt:
Gesendet am 19. August 2016 um 16:02
Bella cima, l'ho fatta anch'io, bellissima la cresta!
Ciao
Amedeo

Max64 hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. August 2016 um 16:59
Bella e impegnativa...ma da soddisfazione!
ciao Amedeo
Max

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 19. August 2016 um 16:53
Bravi, Raga. Ciao.
roby

Max64 hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. August 2016 um 17:07
Grazie Roby ci siamo divertiti!
ciao
Max

igor hat gesagt:
Gesendet am 19. August 2016 um 19:40
Complimenti bella vetta Igor

Max64 hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. August 2016 um 20:23
Grazie Igor
non ci siamo fatti mancare niente,compresi i brividi!
ciao
Max

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 20. August 2016 um 01:14
Un osso davvero duro per tutti il Wasenhorn negli ultimi tempi... bravi ad averlo sfidato con una meteo un po' avversa.
Ciao

Max64 hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. August 2016 um 12:11
Grazie Emi,non ci siamo fatti intimorire dalla meteo e con determinazione l'abbiamo cavalcata!
ciao
Max

rochi hat gesagt:
Gesendet am 21. August 2016 um 06:52
Ricordo questa gita come una delle più belle in assoluto. Bravissimi.
Ciao!!
R.

Max64 hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. August 2016 um 14:16
Grazie Rocco
poco panorama ma tanto impegno!
Bella montagna
ciao
Max


Kommentar hinzufügen»