Lema e Gradiccioli dal Ponte di Piero- Val Veddasca


Publiziert von morgan , 19. August 2016 um 22:48.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:13 August 2016
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Tamaro-Lema   I 
Zeitbedarf: 5:45
Aufstieg: 1760 m
Abstieg: 1760 m
Strecke:Ponte di Piero (549)- Curiglia (670)- Sarona (944)- Alpone (1200)- Alpe Arasio (1409)- Forcola d'Arasio (1481)- Monte Lema (1621)- Forcola d'Arasio (1481)- Piano del Poncione (1624)- Passo d'Agario (1552)- Rifugio Passo d'Agario (1560)- Monte Pola (1742)- Pianoni (1769)- Monte Gradiccioli (1936)- Pianoni (1769)- Monte Pola (1742)- Capanna Merigetto CAI (1498)- Alpe Corte (1354)- Alpe Polusa (1065)- Monteviasco (926)- Ponte di Piero (549)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Luino prendere la direzione per Dumenza e proseguire per Curiglia, dove si continua fino alla fine della strada dove c'è il parcheggio di Ponte di Piero e la stazione della funivia per Monteviasco.

Ennesima uscita in val Veddasca che, per me, rappresenta la regione con ambiente montano più accessibile e a portata di mano quando ho tempo limitato a disposizione. Avendo impegni pomeridiani individuo un anello interessante sia dal punto di vista paesaggistico che da quello dell'impegno fisico.
Lascio la macchina nell'ampio posteggio di Ponte di Piero (549) ed inizio il cammino tornando lungo la strada appena percorsa in auto. Risalgo al paese di Curiglia (670) dove, seguendo i cartelli di sentiero, attraverso le caratteristiche viuzze del borgo e prendo la direzione dell'Alpone di Curiglia. Seguo il sentiero che esce dal borgo e si immette sulla stradina asfaltata che sale nel bosco. La strada coincide con il "sentiero del castagno" percorso didattico tra Curiglia e Sarona che valorizza gli aspetti dell'utilizzo del castagno nella tradizione contadina. Seguendo la strada raggiungo il nucleo di Sarona (944) dove il sentiero segnato lascia la strada per salire decisamente nel bosco. Il sentiero ritrova la strada alle baite dell'Alpone. Salgo alla soprastante chiesetta della Madonna della guardia, che offre delle ampie panoramiche. Seguendo le indicazioni per il Lema prendo un comodo sentiero con tratti pianeggiante in un bel bosco di faggi. Entrato in territorio elvetico arrivo alla radura con le baite dell'Alpe Arasio (1409). Proseguo salendo alla Forcola d'Arasio (1481) immettendomi sulla traversata Lema- Tamaro. Prendo la direzione del Lema ed arrivo alla stazione di arrivo della funivia (1550) ed alla croce di vetta del Monte Lema (1621). Torno sui miei passi fino alla Forcola d'Arasio dove, invece di prendere il frequentato sentiero, salgo sulla ripida cresta erbosa che mi porta su un colle dal quale scendo al piano del Poncione (1624) per riprendere il sentiero della traversata. Ora seguo fedelmente la via segnata che mi porta ad aggirare, in successione, le cime dei monti Zottone, Magino e Magno. Raggiunto il bivacco del Passo d'Agario (1560), proseguo sulla costa erbosa che mi porta al Monte Pola (1742). Al bivio di Pianoni (1769) lascio il sentiero principale per deviare a destra sulla facile via di cresta che mi conduce in cima al Monte Gradiccioli (1936). Tornato sui miei passi fino al Monte Pola svolto a destra rientrando in Italia e scendendo alla Capanna Merigetto (1498). Passando dalle baite dell'Alpe Corte (1354) e dai ruderi dell'Alpe Polusa (1065) arrivo al caratteristico borgo di Monteviasco (926) dove prendo la bella scalinata che scende al posteggio di Ponte di Piero (549) dove concludo la mia escursione.
Tempi di percorrenza: all'Alpone 1h03', al Lema 1h55'. Lema- Gradiccioli 1h47', sosta 14', discesa 1h43'. Totale tempo impiegato 5h39' (comprese le brevi soste).
Lunghezza del percorso: 21,1km
Meteo: bello, nebbie a tratti sulle creste.

Tourengänger: morgan


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»