Pizzo di Sceru m.2628, centralità in Val Malvaglia.


Publiziert von Poncione , 13. Juli 2016 um 00:03. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum: 9 Juli 2016
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Cima di Gana Bianca   Gruppo Cima Rossa   Gruppo Rheinwaldhorn 
Zeitbedarf: 8:30
Aufstieg: 1150 m
Abstieg: 1150 m
Unterkunftmöglichkeiten:Capanna Quarnei.

Arriva il caldo... e ci costringe all'ultimo a cambiare meta, che ci chiamava a gran voce ma imponeva una partenza dal basso che probabilmente avrebbe influito negativamente sull'ascesa. Tanto non scappa, nulla di male.
 Rispolveriamo così una delle varie cose da fare, pensata da tempo, e adatta proprio quando più a valle si boccheggia: si torna nella sontuosa e spettacolare Val Malvaglia, sotto lo sguardo solenne di una catena  dominata dal gruppo dell'Adula: anche stavolta stiamo sul lato orografico destro della valle, così da poter ammirare sua Maestà la Regina in tutta la sua bellezza.
Il gruppo Gana Bianca-Gana Rossa offre scenari di grande varietà, ma anche cime all'apparenza secondarie e, sembrerebbe, decisamente snobbate.
É il caso del Pizzo di Sceru... che pur essendo proprio al centro della valle, in totale isolamento, e solo collegato da un'esile cresta franosa alla Cima di Gana Rossa, in pochi notano. Eppure, ovunque la si osservi, fa la sua bella figura di slanciata ed elegante piramide, proprio di fronte alla Capanna Quarnei, e pur circondata da una corona di cime altezzose che la guardano dall'alto in basso. Tranne una, che pure desideriamo raggiungere.
  Potremmo risalirla di petto direttamente dal parcheggio, ma decidiamo di "prenderla larga", anzi larghissima, portandoci con facile sentiero alla bella piana di Quarnei, e risalendo in Capanna a fare scorta d'acqua. Non siamo saliti, comunque, qui per caso... l'idea iniziale prevedeva di salire anche una terza cima "secondaria", ovvero il Pizzo Forca, ma entrambi siamo "stanchini" e decidiamo di tenerla per un'altra occasione, magari abbinandola ad altro. Dalla Capanna si ammira il Pizzo di Sceru proprio dalla parte opposta, e con lo sguardo accompagniamo l'ampio giro della valle che ci toccherà fare per giungervi sotto. Ripartiamo, e seguendo l'evidente e marcato sentiero per l'Alpe Sceru, gradualmente guadagniamo quota, oltrepassando l'evidente pendio di salita alla Cima di Gana Bianca, e scendendo a solcare un torrentello, dove abbandoniamo il sentiero marcato. Ora risaliamo tagliando diagonalmente in direzione E per prati e ganne, sino a raggiungere la cresta ENE del Pizzo di Sceru. L'ambiente è bellissimo, e ciò che sta intorno è quanto di meglio si possa desiderare, poichè la Regina vigila dall'alto ogni nostra mossa. Montati in cresta, che si fa sempre più ripida ma comunque larga, è un susseguirsi di ganne e blocchi, finchè questa improvvisamente s'assottiglia proprio quando la cima ci si staglia davanti. Qualche prudente passo, ma alcuni metri di salto c'impongono un delicato dietrofront: perdiamo tuttavia solo pochissimi metri e, poggiando al lato S, proseguiamo su sfasciumi malfermi e prati ripidissimi riguadagnando la cresta terminale a lato di una placca, e in breve la vetta.
  La "centralità" del Pizzo di Sceru è così confermata, perchè la Val Malvaglia è ai suoi piedi e la si può osservare in ogni lato: lo spettacolo dell'Adula, della Gana Rossa e delle altre cime che la cingono sono il meritato premio. Uno spartano omino senza libro di vetta lascia chiaramente intendere quanto la cima sia "dimenticata". Godiamo la nostra conquista, mangiamo, e il nostro sguardo si sposta ora sulla seconda cima, che da qui sembra poco più che una collinetta circondata e derisa dai giganti.
 La discesa si svolge sul lato W e in breve ci conduce per prati e rocce gradinate sulla sella che la separa alla cresta di congiunzione con la Gana Rossa. Qui il terreno cambia totalmente conformazione, ed è un annaspare su scivolosi detriti rossastri che tuttavia ci portano al centro del monumentale plateau di ganne e sfasciumi circondato dalle cime di Gana Rossa e di Piancabella. Ci rivolgiamo quindi a E, verso la nostra buffa "collinetta": procediamo sempre su sfasciumi, e man mano che s'avvicina essa "subisce" una graduale trasformazione sino a diventare stretta e affilata punta, con fianchi ripidi ed espostissimi. Quasi una testa di serpente issatasi dal nulla...
  Notammo questa "stranezza" due anni fa' durante una salita alla Cima di Piancabella, ed è giunto il momento di vederla da vicino: si chiama Sasso Luzzone, e ora sembra sfidare senza timore reverenziale la catena immane che la circonda e chi tenta di salirci...
  Raggiunta con ampio giro la sella tra Sasso Luzzone e Cresta di Piancabella, iniziamo ad avvicinare questo muro improvviso, il quale peraltro impone una salita che si direbbe abbastanza breve. Si attraversa su sentiero di capre, aggirando e poi risalendo la scogliera W quando il lato N inizia a esporsi eccessivamente. Giunti quasi in vetta la cresta s'assottiglia, lasciandoci due possibilità: Ale, con agile acrobazia, supera un breve ma scomodo intaglio, mentre io m'abbasso lievemente sull'altrettanto esposto lato S, affrontando un breve e facile caminetto che mi porta all'intaglio stesso. Superatolo, la vetta è ormai lì, e s'attraversa ancora su prati esposti fino all'omone di vetta. Nonostante la gamella, anche qui nessuna traccia del libro di vetta.
  La discesa, che vista da lontano sembrerebbe più facile, offre in realtà un ambiente di cresta ripido e tortuoso, dominato da scomodi blocchi, che ci catapulta su prati. Qui, anzichè virare a N verso la non lontana Alpe di Sceru, scendiamo senza sentiero evidente (più avanti traccia e radi bolli bianchi) a E verso il nucleo di Trusvalt, da cui poco dopo ci si raccorda al "sentiero dei monti". Ma la traccia prosegue ancora ripida e in breve siamo sulla strada di Cusiè, poco lontani dal parcheggio.

Pizzo di Sceru e Sasso Luzzone, due cime davvero intriganti e tutt'altro che banali, a conferma che non è l'altezza o il nome a fare grande una montagna. Grazie ad Ale per l'ennesima bellissima e divertente giornata... Avanti così.


froloccone
 La Malvaglia........ottimo rifugio dalla calura estiva!!!!!! Salire due cime snobbate e per nulla banali,ci ha rigenerato da una stanchezza collettiva che ci toglieva un po di ispirazione......Il Pizzo di Sceru è il fulcro di questa valle e permette una visione a 360 °:Piancabella,le due Gane,Forca,Forca di Casseo,Uomo di Sasso,Cima del Laghetto..............Sfilata di 3000,dall Grahuorn alla Cima dei Cogn,per finire con Ramulazz,Strega e i 2 torroni!!! Davvero impressionante il panorama che offre questa cima da poco più di 2600 m.........Il Sasso Luzzone,purchè privo di difficoltà tecniche di rilievo,non si fa avvicinare facilmente,soprattutto se affrontato dalla sella 2314,che lo collega alla Cresta di Piancabella.Giornata più che positiva,in cui il caldo l'abbiamo sentito poco.Meteo ottima. Grazie  a Emiliano per la condivisione.


Cusiè-Alpe di Quarnei =T1/T2

Alpe di Quarnei-Attacco Cresta  ENE del Pizzo di Sceru=T2

Cresta Ene Pizzo di Sceru-Pizzo di Sceru(vetta)=T3+/T4- ## Itinerario  763 (nota iniziale)Guida delle Alpi Ticinesi vol 3,Difficoltà EE

Vetta Sceru-Valle di Sceru-Sella 2314=T3+##Itinerario 764 Guida dellew Alpi Ticinesi vol 3Difficoltà  EE

Sella 2314-Sasso Luzzone(vetta)T4##Itinerario 771 Guida delle Alpi Ticinesi vol 3 Difficoltà F III+(totalmente evitabile)

Sasso Luzzone(vetta)-Trusvalt=T3##Itinerario 770 Guida delle Alpi Ticinesi vol 3 Difficotà EE(Modificato nella parte finale,deviando verso Trusvalt)

 Trusvalt-Cusiè=T2##Sentiero non ufficiale ma ben visibile.

Tourengänger: Poncione, froloccone


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (32)


Kommentar hinzufügen

igor hat gesagt:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 06:44
Belle come malvagia Wild ! Ottima scelta ! Mi avete fatto venir voglia di calcare un bel 3000 ! Ma. Purtroppo vado in vacanza !

Grandi ciao Igor

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 10:04
???? Purtroppo vado in vacanza ?????




igor hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 10:18
E nel senso che poi le montagne che volevo fare né lo sogno al mare ...

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 10:21
:)

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 13:30
Ti avrei risposto sul "purtroppo", ma vedo che mi ha anticipato Andrea. :)
Se vai in Liguria guarda che ci sono belle montagne anche lì. ;)
Ciao

grandemago hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 14:25
Se poi vai al mare a Tenerife ti trovi con un "quasi" 4000 alle spalle: la montagna più alta di Spagna!
Ciao a tutti.
Aldo

cristina hat gesagt:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 08:41
Avete fatto bene a partire alti, noi domenica in Trentino, siamo partiti da 700 m, e con l'afa e l'umidità di siamo squagliati

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 13:31
Invece sabato si respirava, ma di partire a 700m. nemmeno l'idea. :)
Ciao

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 09:49
Dovreste cominciare a completare, come faceva il compianto Tapio, il "ferro di cavallo" valle per valle. Su Malvaglia e Pontirone sareste a buon punto.....

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 13:34
Ciao Dani,
scusa ma "compianto" suona proprio brutto e qualcuno potrebbe intenderlo molto male...
Per il resto sì, l'idea di chiudere il cerchio non è male. Ma non è un obbligo, contano le idee e l'ipirazione.

danicomo hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 16:29
Hai ragione, dovevo virgolettarlo. Sempre sperando di rileggerlo quanto prima.....

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 19:15
In effetti visto il commento di Danicomo stavo per preoccuparmi ...
A.

danicomo hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 19:36
In effetti il termine giusto doveva esser "rimpianto"......

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 21:42
Lo speriamo tutti, credo.

tignoelino hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 19:34
"Compianto", mi pare esagerato. Ciao, doc

danicomo hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 21:13
Infatti.... ho già fatto ammenda.
Forse... perché mi manca!!

Menek hat gesagt:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 10:59
Bellissimo ambiente... veramente un bel giro! Big!
Menego

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 13:35
Grazie Dome,
una delle valli più spettacolari del Ticino, senz'altro.

Ciao

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 13:41
Complimenti! Cime dimenticate,terreno fertile per esaltare le vostre capacità:)
Un saluto ad entrambi.
Alessandro

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Juli 2016 um 13:49
Ciao Ale,
grazie. Era un po' che era in cantiere questo bel giro... e ne abbiamo approfittato.

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 08:15
Spettacolare l'ambiente !
Spettacolari le immagini !
Spettacolari gli interpreti !

Emiliano ed Ale chi vi ferma più !

ciao Giorgio

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 23:39
Grazie Giorgio, troppo gentile: era giusto rendere onore anche a queste due cime, si direbbe scarsamente frequentate. Oltretutto meritano davvero e son tutt'altro che banali.
Ciao

giorgio59m hat gesagt:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 16:40
Belle cime, belle foto e ottima relazione con i dettagli sulle foto.
Siete grandi!

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 23:40
Grazie Giorgio, buona montagna.

cappef hat gesagt:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 17:47
bravi...complimenti per le foto (molto utile l' ultima) e per la relazione!
Ciao ...Flavio

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 23:42
Ciao Flavio, grazie.
Speriamo di aver colmato degnamente un piccolo vuoto...

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 19:35
Grandi esploratori!! ciao, Ragazzi

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Juli 2016 um 23:42
Grazie Robi, a presto.

gbal hat gesagt:
Gesendet am 15. Juli 2016 um 19:07
Avete scoperto l'ombelico della Val Malvaglia e l'immensa vista che si gode di lì.
Bravi

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. Juli 2016 um 22:03
Vero Giulio, una bella "scoperta" che ci è parso giusto segnalare a chi ama la montagna come noi.

Ciao

veget hat gesagt:
Gesendet am 16. Juli 2016 um 14:33
Ciao Ragazzi,
da buon ultimo, dopo aver letto il vostro racconto. posso solamente aggiungere elogi , ai numerosi altri. Le molte foto, danno l'idea del grande ambiente che avete scelto.
Complimenti!
Eugenio

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 16. Juli 2016 um 23:59
Grazie Eugenio,
elogi sempre ben graditi i tuoi. A presto


Kommentar hinzufügen»