Punta Pozzolo 2081 m


Publiziert von cristina , 17. Mai 2016 um 15:33. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:14 Mai 2016
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1 Tage
Strecke:Beura-Cresta-Fiesco-Vaccareccia-Prov-Bivacco Pozzolo-Alpe Pozzolo-Punta Pozzolo-Alpe Pozzolo-Alpe Cortevecchio-Alpe Carregia-Alpe Croppo superiore e inferiore-Fiesco-Cresta e Beura
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano Varese-Gravellona Toce-Villadossola-Beura. Posteggi in paese.

Ossola sconosciuta e da noi poco frequentata…

Trovo su Hikr questa cima ma, come sarà messa a neve? Sicuramente fino al bivacco sarà pulito poi…chiedo info a Veget. Dopo questa settimana di acqua ininterrotta e di cieli coperti non è che possa dirmi molto ma, secondo lui, è un giro fattibile, cosa che effettivamente sarà…
 
Lasciata l’auto a Beura partiamo subito con una viscida e ripida mulattiera che fortunatamente termina all’Alpe Cresta. Il sentiero si fa ora meno ripido e più piacevole, passiamo vari alpeggi e resti di alpeggi e giungiamo al Bivacco Pozzoli dove facciamo una sosta. Bivacco molto bello, ben tenuto e con uno splendido panorama…e, penso di aver trovato l’errore!
 
Proseguiamo per l’Alpe omonima dove troviamo dei cartelli che indicano la Punta Pozzolo. Da qui non ci sono più bolli ma la traccia è ben visibile e segnalata da qualche ometto. In ogni caso, raggiunta la pietraia bisogna puntare all’intaglio della Scala di Pozzolo ben visibile alla nostra dx.
 
Raggiunta la dorsale il sentiero prende a scendere, per raggiungere la punta bisogna abbandonarlo e prendere a salire per traccia la ripida dorsale erbosa.
 
Appena prendiamo a salire comincia a tuonare. Le cime della Val Grande sono sotto una coltre nero pece e qui vicino sta già piovendo, qualche goccia arriva anche a noi che al momento siamo al sole. Prendere acqua su questo pendio penso sia molto sconsigliabile per cui, per quanto possibile, viste le pendenze, cerchiamo di affrettarci, raggiungiamo la cima, una foto veloce e subito in discesa. Tuoni e acqua continuano e spero che se il temporale deve raggiungerci ci dia almeno il tempo di arrivare alla Scala.
 
Raggiungiamo sia la scala sia l’alpe Pozzolo, il temporale sembra fermo sulla Val Grande per cui, anche se non nel modo che volevamo, continuiamo verso Cortevecchio prendendo il traverso che unisce l’Alpe Pozzolo a Cortevecchio.
 
Raggiunte le baite ne troviamo una con tavolino e ci fermiamo per la sosta pranzo. Su di noi torna il sole ma in lontananza ancora si vedono nubi minacciose.
 
Ripresa la discesa, per non ripassare tutti gli alpeggi fatti in salita seguiamo l’indicazione Cai per scendere direttamente a Quarata. Ora vorrei fare un piccolo appunto al Cai. Se si mette un cartello segnavia, almeno qualche bollo e qualche altro cartello dovrebbe esserci anche in seguito, per lo meno ai bivi, invece dopo quest’unica indicazione più nulla! Scendiamo quindi ripidamente seguendo la traccia, troviamo dei bolli gialli ma è subito evidente che non sono da seguire per cui continuiamo il ripida discesa e raggiungiamo l’Alpe Carregia. Fino a ora tutto bene. Qui il sentiero un poco si perde ma si ritrova facilmente rientrati nel bosco. Il sentiero è ora più evidente grazie al fatto che rimane in mezzo ai mirtilli. Il problema sorge, almeno per noi, una volta giunti all’alpe Croppo inferiore (ruderi). Il sentiero più evidente continua a scendere a dx dell’Alpe ma ben presto sembra sparire e poi secondo carta e GPS non dovrebbe andare da quella parte. Quindi passiamo in mezzo ai ruderi dell’alpe e seguiamo una labile traccia che sparisce tra rami spezzati e alberi abbattuti. Ritorniamo sui nostri passi provando a seguire l’altra traccia ma come previsto a breve sparisce. Ritorniamo quindi all’alpe, riprendiamo la traccia precedente e proseguendo ne troviamo una più evidente che prende a scendere piuttosto ripidamente. A un certo punto smettiamo di scendere e cominciamo a spostarci in traverso, tra gli alberi ci appare l’Alpe Fiesco e diventa evidente che ci stiamo spostando da quella parte. Ci siamo persi definitivamente il sentiero per Quarata. Poco male da Fiesco riprendiamo il sentiero fatto all’andata e torniamo a Beura!
 
Come detto in precedenza qualche bollo o indicazione su quel sentiero sarebbe gradita, in alternativa forse sarebbe meglio non mettere nulla!

A Beura e al Bivacco Pozzolo c'è l'avviso sull'inagibilità del bivacco Ragozzale a causa degli animali.

Tourengänger: cristina, Marco27

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (11)


Kommentar hinzufügen

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 17. Mai 2016 um 20:05
Purtroppo, i sentieri, non sono più segnati da tempo. Siete stati bravi, come sempre.
roby

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2016 um 09:33
Mi sa che quello per l'Alpe Croppo non lo è mai stato! :-))

Menek hat gesagt:
Gesendet am 17. Mai 2016 um 21:02
A causa degli animali???

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2016 um 09:35
Così diceva il cartello.

C'èra una foto dell'interno tutto rovinato e, per quanto anche dei bipedi a volte lascino i bivacchi in condizioni pietose, questa volta la loro unica colpa potrebbe essere di aver lasciato la porta aperta!

veget hat gesagt:
Gesendet am 17. Mai 2016 um 22:04
..... che bello rivedere l' ambiente dell' Alpe e il tracciato sulla cengia, l'intaglio con la scala che porta alla cima Pozzolo.Grazie!!! Complimenti per la forza e la tenacia, che "sempre" vi contraddistingue!!!
Per la mano della madonna con sei dita.....rimane comunque un mistero!!!! (non era difficile notare l'errore)
Buona Continuazione....
Ciao
Eugrenio

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2016 um 09:38
E' stato un bel giro, avremmo voluto proseguire per cresta ma il temporale che girava attorno ci ha fatto scappare la voglia!

Voi locals dovreste risolverlo questo mistero! Errore o voluto veramente? Ci sarà ben qualche storia o leggenda no...ce ne sono sempre!

Grazie ancora per le info.

Ciao ciao Cri

veget hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2016 um 16:56
Grazie a Voi.
Per il sesto dito, se capitasse di passare da Beura.... e ricordarmi, chiederò!!
Ciao
Eugenio

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 18. Mai 2016 um 11:07
Rispetto al mio di sabato questo si che è un bel dislivello speso per qualcosa di decisamente interessante !

ciao Giorgio

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2016 um 11:49
Questo invece è un bel giro, che puoi allungare rimanendo sulla cresta, noi con il temporale abbiamo preferito evitarlo, poi io sono notoriamente una fifona con i temporali, al primo tuono mi spuntano le ali!

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 18. Mai 2016 um 13:14
Bella salita... la ricordo tuttora anch'io con piacere.
Peccato che il temporale "girovago" vi abbia rovinato in parte il progetto di cresta. Sarà per la prossima, bravi come sempre.


cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2016 um 13:22
Bosco sabato e bosco domenica, qui però è stato molto più piacevole!


Kommentar hinzufügen»