Rifugio Croce di Campo m.1740-Cima Pianchette m.2158


Publiziert von Alberto , 16. Januar 2009 um 10:56. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 7 Dezember 2008
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Schneeshuhtouren Schwierigkeit: WT3 - Anspruchsvolle Schneeschuhwanderung
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1 Tage 3:00
Aufstieg: 1160 m
Abstieg: 1160 m
Strecke:percorso su carrareccia fino al rifugio,poi per dossi erbosi fino in vetta
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Milano prendere l'autostrada per Como,uscire a Como sud,seguire per Menaggio.Poi prendere per Porlezza,superato i comuni di Bene Lario,Grandola e Uniti,si trova la biforcazione sulla destra con l'indicazione per Carlazzo,Cavargna,S.Bartolomeo e S.Nazzaro.Giunti a Carlazzo,seguire le indicazioni per la val Cavargna ,si passa il paese di Cusino,S.Bartolomeo e all'inizio del Paese di S.Nazzaro,sulla destra si stacca una stradina che passa proprio in mezzo alle case (v.S.Antonio) si prosegue e si parcheggi vicino alle panche quota 998 m.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Dal parcheggio si prende la strada asfaltata che sale a destra (in estate si prosegue fino a quota 1250 circa) e che attraversa dei bei boschi,poi a quota 1350 si esce dal bosco e si è in pieno sole.Quì parte la carrareccia che si segue fino alla quota 1450 circa,una sorta di sella da dove si vede bene il rifugio e si sale il pendio tra pascoli innevati con pendenza accentuata (a secondo se la pista è stata battuta a zig zag o diritta) per pervenire al rifugio Croce di Campo m.1740 (rifugio di nuova apertura luglio 2008 gestito dalla guida Andrea Savonitto) aperto anche in inverno (chiedere per sicurezza) ottimo posto panoramico,ottima cucina e punto d'appoggio per traversate in estate.Da quì si sale lungo la dorsale che man mano offre scorci panoramici di grande bellezza,fino in vetta frequentata anche da sci alpinisti
Unterkunftmöglichkeiten:rifugio Croce di Campo
Kartennummer:carta naz.Svizzera n°287 Menaggio o Kompass 1:50.000del lago di Como

E' un'escursione a portata di tutti,non ci sono pericoli sostanziali,il percorso per la maggioranza è svolto su prati oltre ad un tratto di strada.Dato che è una zona battuta da forti venti (e vi posso assicurare che raramente ho trovato giornate senza vento)  è meglio attrezzarsi con abbigliamento anti vento.Consiglio vivamente a chi vuol intraprendere questa  salita,di partire dal parcheggio almeno alle 9.00: si eviterebbe il facile sfondamento nella neve che già dalle prime ore del mattino viene colpita dai raggi solari,rendendo pesante e ancor più faticoso il cammino.Le foto pubblicate sono dell'amico Giuseppe R. il reporter del gruppo a cui va un particolare ringraziamento per le belle immagini.

Tourengänger: Alberto, beppe

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»