Monte Guglielmo (m 1948) - Val Trompia


Publiziert von Alberto C. Pro , 1. März 2016 um 23:25.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:20 Februar 2016
Ski Schwierigkeit: WS-
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 4:15
Aufstieg: 1120 m
Abstieg: 1120 m
Strecke:Pezzoro (875); Rifugio Val Trompia (1259); Malga Pontogna (1384); Monte Guglielmo, vetta (1948); Malga Pontogna (1384); Rifugio Val Trompia (1259); Pizzoro.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Provenendo da Milano, percorrere la A35 (BreBeMi) e prendere l'uscita per Venezia. Percorrere la SP 19 fino a Concesio, dove si svolta a sinistra sulla SS 345. Superato Gardone Val Trompia si prosegue sulla medesima fino oltre Tavernole sul Mella. Raggiunta la località Lavone si svolta a sinistra per Pezzoro, che si raggiunge dopo circa km 6.

Escursione classica della Val Trompia, lo si capisce dall’affollamento, si più effettuare in tutte le condizioni di innevamento, in quanto pressoché priva di pericoli. Meno banale di quanto si pensi, offre un ampio panorama che va dalla pianura, al lago d’Iseo all’arco alpino.
 
LOCALITA' DI PARTENZA.  Pezzoro (m 875)

DIFFICOLTÀ.    (PD-/MS+) Il tratto nel bosco è abbastanza ripido e richiede numerose inversioni (buon allenamento). La scarsa copertura nevosa nella parte bassa, in discesa, ci ha costretto ad un vero e proprio fra le gobbe (divertente).

QUOTA MASSIMA:  m 1948, la vetta del Monte Guglielmo.

QUOTA MINIMA:  m 875, alla partenza.

SVILUPPO:  km 10,40

TEMPO DI SALITA:  3h 25’

TEMPO DI DISCESA:   50’

NOTE SUL PERCORSO.     Un tratto di strada asfaltata, poi si calzano subito gli sci, anche se la neve è poca e le chiazze di prato emergono copiose. Si risale il ripido pendio fino a raggiungere la mulattiera che conduce al Rifugio Valtropia (m 1259); giunti nei pressi del Rifugio si devia leggermente a sinistra e si raggiunge Malga Pontogna (m 1384). Poco oltre, ai piedi di un ripido pendio, un evidente cartello in legno, invita gli scialpinisti a tenersi sulla destra e a entrare nel bosco. Si risale il ripido pendio con numerose inversioni, fino ad uscire sull'ampio crinale – sulla sinistra si intravede il tetto di Malga Stalletti Alta (m 1684). A questo punto si risale l’ampio crinale fino a raggiungere il monumento al Redentore, che sorge a pochi metri dalla cima topografica (m 1948).
La discesa si svolge per lo steso itinerario di salita, senza però entrare nel bosco, ma tenendosi sulla destra scendendo il ripido pendio (il Ratù).

METEO.   Sereno con qualche nube da condensa; foschia sulla pianura. Temperatura sopra lo zero; vento assente. Una bella giornata.

NEVE.  Varia. In basso, scarse e molto dura per i numerosi passaggi. In alto, invernale e con copertura buona.

COMPAGNI:Andrea e Fabio. 

Tourengänger: Alberto C.


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 2. März 2016 um 08:19
Non sono uno scialpinista, ma so per certo che il Golem da quel versante è "invaso" da spericolati sportivi! :)))

Alberto C. Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. März 2016 um 20:57
Infatti: in cima una vera folla, e lungo la salita una processione.
Ciao


Kommentar hinzufügen»