La risposta della REGA


Publiziert von gbal, 3. Juni 2013 um 21:47. Diese Seite wurde 1121 mal angezeigt.

Faccio seguito al post recentemente apparso sul forum a mio nome:
                http://www.hikr.org/post65334.html

Ho ricevuto oggi la risposta della rappresentante della Rega cui avevo trasmesso il nostro pensiero e che qui di seguito riporto (ho omesso il mio nome che sostituisco con gbal).


Egregio signor gbal,

innanzitutto la ringrazio per la sua e-mail e per la sua segnalazione.

A nome della Rega le porgo sincere scuse per aver urtato, con l’articolo apparso nell’ultimo numero del Magazine 1414, la sua sensibilità di lettore e di sostenitore Rega. Non era assolutamente intenzione della Guardia aerea svizzera di soccorso voler offendere qualcuno, men che meno criticare o giudicare il sistema sanitario italiano. La signora infatti ha ricevuto ottime cure e in maniera tempestiva, visto che poco dopo l’arrivo in ospedale era già in sala operatoria.

Concordo con lei che la scelta del registro adottato dalla collega sia stata quanto meno infelice, visto che ha dato vita a un’interpretazione poco lusinghiera da parte di un attento lettore come lei. Purtroppo non si è tenuto in debita considerazione lo stato emotivo della signora, già molto provata da una lunga serie di problemi di salute preesistenti, che le ha fatto vedere tutto a tinte più fosche di quanto non fosse in realtà. L’articolista si è limitata a riportare in modo fedele quanto raccontato dalla signora (conclusioni errate comprese), senza il dovuto distacco professionale e l’obiettività necessaria.

La ringrazio quindi per la sua critica costruttiva, di cui faremo tesoro, per cercare di fare ancora meglio il nostro lavoro, cominciando con la pubblicazione di una più che doverosa rettifica nel prossimo numero del Magazine 1414.

Colgo inoltre l’occasione per ringraziare di cuore lei e tutti coloro che riconoscono l’utilità e il buon operato della Rega, e che da anni rinnovano il loro sostegno. È proprio grazie a persone come lei se la Rega può continuare a volare, portando aiuto a chi si trova in situazioni d’emergenza.

Un saluto cordiale

Federica Mauri


Federica Mauri
Servizio stampa per la Svizzera italiana

 

Guardia aerea svizzera di soccorso (Rega)
c/o Rega Base Ticino
Aeroporto cantonale di Locarno
CH-6596 Gordola

Mobile +41 79 964 17 79
E-mail
federica.mauri@rega.ch

Visitate il nostro sito http://www.rega.ch

 

 

 




Kommentare (22)


Kommentar hinzufügen

Amedeo hat gesagt:
Gesendet am 3. Juni 2013 um 21:54
Una conferma della professionalità della Rega, sperimentata in prima persona.
Amedeo

patripoli hat gesagt:
Gesendet am 3. Juni 2013 um 22:00
Tanto di cappello.....!
A Giulio, per essere andato fino in fondo, e alla Rega, per aver presentato le sue scuse.

MicheleK hat gesagt: ottimo....
Gesendet am 4. Juni 2013 um 00:22
bravo Giulio e bEGA, la quale potra cosi migliorare la propria qualita' giornalistica.

Saluts,
Michele

heliS hat gesagt: Ottimo!
Gesendet am 4. Juni 2013 um 07:13
Lo sbaglio c'è stato e se non fose per Giulio non ci sarebbe stata rettifica, ma la tempestività è a dir poco incredibile ... occhi aperti alla rettifica ma per adesso sono soddisfattissima.
E spero che la giornalista che ha scritto l'articolo impari la lezione.
Ciao

zar hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2013 um 07:18
Chapeau et merci, monsieur gbal...
a bientot...
ciao
Luca

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2013 um 07:41
In Italia molto difficilmente ci sarebbe stata qualche rettifica, purtroppo.
Ennesima lezione di professionalità dai nostri amici svizzeri, e di cui fare tesoro, per citare le loro stesse parole.

roberto59 hat gesagt: Tanto di cappello
Gesendet am 4. Juni 2013 um 09:02
Giulio ti ho gia' espresso il mio bravo per aver colto la cosa, adesso tocca alla Rega, tanto di cappello, riconoscere i propri errori ( che tutti commettiamo) e' segno di intelligenza e professionalita', complimenti.

Alberto hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2013 um 09:47
Egregio signor Montecchi,



innanzitutto la ringrazio per la sua e-mail e per la sua segnalazione.

A nome della Rega le porgo sincere scuse per aver urtato, con l’articolo apparso nell’ultimo numero del Magazine 1414, la sua sensibilità di lettore e di sostenitore Rega. Non era assolutamente intenzione della Guardia aerea svizzera di soccorso voler offendere qualcuno, men che meno criticare o giudicare il sistema sanitario italiano. La signora infatti ha ricevuto ottime cure e in maniera tempestiva, visto che poco dopo l’arrivo in ospedale era già in sala operatoria.



Concordo con lei che la scelta del registro adottato dalla collega sia stata quanto meno infelice, visto che ha dato vita a un’interpretazione poco lusinghiera da parte di un attento lettore come lei. Purtroppo non si è tenuto in debita considerazione lo stato emotivo della signora, già molto provata da una lunga serie di problemi di salute preesistenti, che le ha fatto vedere tutto a tinte più fosche di quanto non fosse in realtà. L’articolista si è limitata a riportare in modo fedele quanto raccontato dalla signora (conclusioni errate comprese), senza il dovuto distacco professionale e l’obiettività necessaria.



La ringrazio quindi per la sua critica costruttiva, di cui faremo tesoro, per cercare di fare ancora meglio il nostro lavoro, cominciando con la pubblicazione di una più che doverosa rettifica nel prossimo numero del Magazine 1414.



Colgo inoltre l’occasione per ringraziare di cuore lei e tutti coloro che riconoscono l’utilità e il buon operato della Rega, e che da anni rinnovano il loro sostegno. È proprio grazie a persone come lei se la Rega può continuare a volare, portando aiuto a chi si trova in situazioni d’emergenza.



Un saluto cordiale



Federica Mauri







Federica Mauri
Servizio stampa per la Svizzera italiana



Guardia aerea svizzera di soccorso (Rega)
c/o Rega Base Ticino
Aeroporto cantonale di Locarno
CH-6596 Gordola

Mobile +41 79 964 17 79
E-mail federica.mauri@rega.ch

Visitate il nostro sito http://www.rega.ch



Von: doveosanoleaquile2@libero.it [mailto:doveosanoleaquile2@libero.it]
Gesendet: Samstag, 1. Juni 2013 15:15
An: Mauri Federica
Betreff: {REGA-Spam? -0.09} alcune imprecisazioni
Wichtigkeit: Hoch



Buon giorno, mi chiamo Alberto Montecchi e sono da anni vostro abbonato, leggendo la vostra preziosa rivista ho riscontrato l'eccessiva negatività nei confronti dell'ospedale attinente al caso: forse è un po esagerata la cosa, ben sapendo che in Italia vi sono molte cose che non vanno nel verso giusto, mentre altre funzionano bene. Le metto il link dove leggere le varie opinioni che potrebbero seguire.

Buona giornata e grazie per quello che fate!

giorgio59m hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2013 um 09:48
Degna conclusione della storia.
Bravo Giulio per essere andato a fondo della questione, e bravi anche a quelli della Rega, risposta corretta e professionale.

adrimiglio hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2013 um 09:51
Grande Giulio, come ti ho detto ieri sei il nostro faro!

Adry.

Amelia hat gesagt: REGA
Gesendet am 4. Juni 2013 um 11:00

Ciao Giulio,
mi piacciono le persone che vanno a fondo e anche quelle che sanno chiedere scusa. :-)

Amelia

gbal hat gesagt: RE:REGA
Gesendet am 4. Juni 2013 um 15:35
Che piacere leggerti Amelia.
Anche tu come molti hai detto una grande verità: sapere chiedere scusa è una grande virtù.
E con questa riflessione ci mettiamo una bella pietra sopra contenti di esserci ritrovati uniti in questa Comunità.
O....come diceva mio figlio da piccolino....
"pace & carote!"

zar hat gesagt: RE:REGA
Gesendet am 4. Juni 2013 um 15:55
anche adesso, Giulio, i miei bimbi alla materna:
"pace, carote e patate!!!"
ciaoooo
Luca

gbal hat gesagt: RE:REGA
Gesendet am 4. Juni 2013 um 18:10
Sono contento di sapere di questa continuità con...arricchimento della dieta :):):)

roberto59 hat gesagt: RE:REGA
Gesendet am 4. Juni 2013 um 20:21
ragazzi ma la dicevo anche io a scuola materna............pace patate e carote............e sono vecchio ciao

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2013 um 21:55
Grande, G. fatta chiarezza.
roby

Marchino hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. Juni 2013 um 14:15
Bravo Giulio, anche mia moglie ed io ci siamo accorti dell'articolo ed anche Lei era per andare a fondo sulla questione, adesso sei il suo mito.

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. Juni 2013 um 15:28
Grazie mille a te e alla moglie.
Era una cosa che andava fatta e se non lo facevo io (o Alberto) l'avreste fatta voi altri.
In più....sono diventato pure popolare, che vogliamo di più ? :):):)
Ciao e buone gite con e senza l'amico Paoloski
Giulio

numbers hat gesagt: Rega
Gesendet am 5. Juni 2013 um 20:22
Onore a Giulio x essere andato a fondo, e alla REGA x aver chiarito il tutto.
La critica costruttiva è sempre utile.

Ciao.

gbal hat gesagt:
Gesendet am 6. November 2013 um 15:11
Come promesso la Rega ha pubblicato anche a pag.23 del n.81 di Novembre 2013 del suo Magazine un trafiletto di Errata Corrige relativo alla segnalazione da noi fatta.
Complimenti e onore alla Rega che, se ce ne fosse bisogno, ringrazio ancora una volta per il suo eccellente operato.

Marchino hat gesagt: RE:
Gesendet am 6. November 2013 um 16:50
Era oggi nella cassetta della posta ma non l'ho ancora guardato, ho dato la precedenza a Montagne 360° e al notiziario del CAI di Varese, adesso vado a guardare subito.

cristina hat gesagt:
Gesendet am 7. November 2013 um 13:34
Mi sa che da noi arriva sempre un po' dopo! Anche a Giugno avevo letto della vicenda prima qui, la rivista mi era arrivata qualche giorno dopo. Anche ora non l'abbiamo ricevuta ma non avevo dubbi che l'avrebbero fatto.

Bravo Giulio!

Ciao Cri


Kommentar hinzufügen»