Il saluto a Walter


Publiziert von heliS, 14. September 2011 um 17:44. Diese Seite wurde 728 mal angezeigt.

Walter Bonatti, mito dell’alpinismo mondiale, si è spento questa notte all’età di 81 anni. Nato a Bergamo il 22 giugno del 1930, Bonatti è stato una leggenda vivente dell’alpinismo, nonchè membro onorario dei Ragni di Lecco. Sabato, 17, nella sala Don Ticozzi di via Ongania si celebreranno i funerali civili.

Sabato 17 settembre, nella sala Don Ticozzi di via Ongania a Lecco si celebreranno i funerali civili del grande alpinista. Bonatti ha mosso i primi passi sulle Prealpi, iniziando a farsi conoscere nel 1949 con la ripetizione di vie storiche come la Detassis nelle Dolomiti (seconda ripetizione) e la Cassin sulla parete nord delle Grandes Jorasses (sperone Walker) compiuta con l’amico Andrea Oggioni, e ancora sulla parete nord-ovest del Pizzo Badile.

Fonte Ballabio news

Rettifica:
Sabato 17, anzichè in sala Don Ticozzi come inizialmente previsto, la camera ardente verrà allestita a Villa Gomes (Maggianico). Le visite alla salma si potranno effettuare sabato, dalle 14 alle 20 (alle 17 si terrà un momento di raccoglimento) e domenica, dalle 9 alle 12.

Ora penso sia defitivo luogo e orario.

Io ci saro' ...
Ciao
S.




Kommentare (18)


Kommentar hinzufügen

nano hat gesagt: Era il mio mito
Gesendet am 14. September 2011 um 18:26
Invincibile! questo è l'aggettivo giusto per definire il personaggio Bonatti.
é scampato a tante tragedie in montagna ma con il tempo che passa non c'è partita.
A chi ancora non lo conosce a fondo consiglio di leggere qualche suo libro, si innamorerà di questa figura che ha sfidato tutto ciò che era possibile sfidare in montagna risultando sempre vincitore.


Nano

Zaza hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2011 um 19:08
Era davvero un uomo e un alpinista mitico, anche molto conosciuto fuori dall'Italia!

Bolivar hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2011 um 20:52
Parece que Bonatti era un hombre muy sincero y definitivamente uno de los alpinistas mas grandes en la historia. Yo lei su libro "motanas de una vida" y quedaba encantado. Que descanse en paz, se lo merece!

UpTheHill hat gesagt: Un grande
Gesendet am 14. September 2011 um 21:17
Lo seguivo già bambino, negli anni '60, con i suoi racconti di viaggio e reportage fotografici da tutto il mondo pubblicati su "L'Europeo".
Mi faceva sognare ad occhi aperti già allora, e lo invidiavo per come poteva girare il mondo.
Un esempio di Uomo che ha saputo cogliere il meglio della montagna e di tutte le persone che ha frequentato.
Buon viaggio, Walter.

tignoelino hat gesagt: WALTER BONATTI
Gesendet am 14. September 2011 um 21:48
un grandissimo per tutti noi che, penso, non arriveremo mai al suo livello. ciao Walter

Pippo76 hat gesagt:
Gesendet am 14. September 2011 um 22:47
Se ne è andato un grande Uomo, prima che un grande Alpinista.
Un pensiero

Luca_P hat gesagt: Grandissimo!
Gesendet am 15. September 2011 um 07:36
E' stato davvero un Grande nelle sue avventure in montagna, ha sempre affrontato la natura con mezzi leali.
Mi ha appassionato moltissimo fin da bambino quando me ne parlava mio padre e attraverso i suoi libri che ho letto.
Ora non cè più, ma restano le sue imprese per chi le saprà capire ed apprezzare.
Ciao Walter.

andrea62 hat gesagt: IL ragazzino del Resegone
Gesendet am 15. September 2011 um 09:39
Molti anni fa, un ragazzo di 15-16 anni che doveva diventare un mio parente, incontrò nei boschi del Resegone un ragazzino di 2-3 anni più giovane, seduto in difficoltà perché si era perso. IL "grande" lo accompagnò sul sentiero giusto e gli chiese come si chiamasse. "Walter ... Bonatti" rispose il "piccolo".

andrea62 hat gesagt: RE:IL ragazzino del Resegone
Gesendet am 15. September 2011 um 10:03
Ho voluto scrivere un piccolo aneddoto perchè alle giuste celebrazioni avete già pensato voi e non per sminuire la figura di Bonatti. E' capitato anche ad altri campioni (uno su tutti: Merckx) di trovarsi almeno una volta in difficoltà da ragazzi. Ciao. Andrea

roberto59 hat gesagt:
Gesendet am 15. September 2011 um 10:19
Grazie Silvia per averci informato sul luogo e gli orari, era un mito, ho letto diversi suoi libri, non solo di montagna ma anche quelli pubblicati dopo che aveva abbandonato l'alpinismo nel 1965, grande uomo a mio avviso "un signore" in tutti i sensi, coerente fino alla fine come tutto il percorso della sua vita.
Unico nel suo agire, leale con tutti soprattutto con la montagna che affrontava con rispetto e umilta' nonostante le sue immense capacita', con mezzi semplici senza deturparla ...........GRANDE........
Ciao Mr.Bonatti

Francesco hat gesagt: Riposa in pace.
Gesendet am 15. September 2011 um 10:57
Grande Walter,che la montagna possa accompagnarti sulle vette celestiali.

silberhorn Pro hat gesagt:
Gesendet am 15. September 2011 um 12:38
... vielleeicht einer der letzten wirklichen Abenteurer. In unterschiedlichsten Länder dieser Welt und auf verschiedene Weise unterwegs. Zuest "nur" in den Bergen. Ab 1965 mit dem Kanu, allein im Urwald auf der Suche eines Tiegers usw. Verweilte aber immer wieder in den geliebten Bergen. Ein sehr sympathischer aussergewöhnlicher Mann.

Aendu hat gesagt: Berge - meine Berge
Gesendet am 15. September 2011 um 13:57
Einer der ganz GROSSEN verlässt diese Welt. Ein wirklich aussergewöhnlicher Mensch.

Ein stiller Gruss

CIAO WALTER

gbal hat gesagt: Un altro dei Migliori....
Gesendet am 15. September 2011 um 14:59
....ci ha lasciato, o meglio, lui che era più volte sopravvissuto a tragedie dove anche i più forti non ce l'avevano fatta ora è stato chiamato ad altre imprese, tra i monti celesti. Ma ci ha lasciato una grande eredità, ha insegnato tenacia, coraggio, forza d'animo, ardimento a coloro che oggi vanno e vengono dagli 8000, che fanno l'Eiger Nord Wand in 2 ore e mezza, che concatenano cime terribili in tempi risibili. Ecco, lui faceva parte di quelli che con pochissimi mezzi, senza soldi nè sponsor hanno costruito le imprese con la I maiuscola. Ricordo ancora, bambino, la copertina della Domenica del Corriere che annunciava la vittoria di Compagnoni e Lacedelli al K2, vittoria alla quale, lui, ragazzo 24enne, aveva forse contribuito più d'ogni altro ricavandone davvero poca gloria e anzi vivendo una poliennale polemica che tanto dovette rattristarlo.
Beh, come si dice....per saperne di più ecco un link ad una ministoria delle sue imprese: http://it.wikipedia.org/wiki/Walter_Bonatti
Alpinisticamente tanto più grande della maggior parte di noi "scarpinatori" delle vette pure sono sicuro che il ricordo di ciò che ha fatto sarà comunque di stimolo per noi tutti.
Giulio

adrimiglio hat gesagt: Montagne di una vita
Gesendet am 16. September 2011 um 10:33
Questo è il titolo di un suo libro a cui io sono molto legato, un capolavoro che procura emozioni fortissime, le stesse che ho provato leggendo questa triste notizia.

Ciao Walter

TeamMoomin hat gesagt: Lebe wohl...
Gesendet am 17. September 2011 um 11:37
Mit trauer im Herzen habe ich erfahren, dass der wohl grösste italienische Alpinist aller Zeiten und einer der grössten überhaupt von uns gegangen ist. Ich wünsche seinen Angehörigen Trost und Ihm eine gute Reise.

Lebe wohl Walter

heliS hat gesagt:
Gesendet am 18. September 2011 um 11:07
Ho stampato i vostri commenti e li ho portati a Walter. Nonostante la celebrazione sia stata ieri c'era ancora un sacco di gente, la moglie, i ragni, tanti amici ancora vicini alla bara a testimoniare il grande uomo che era.
Ciao Walter ...
S.

roberto59 hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. September 2011 um 15:42
Grazie S.
purtroppo per improvvisi impegni personali non ho potuto essere presente sia ieri che oggi, grazie gran bel pensiero.
Ciao
Rob.


Kommentar hinzufügen»