Adottiamo tre bimbi?


Publiziert von UpTheHill, 19. April 2010 um 08:30. Diese Seite wurde 204 mal angezeigt.

Ciao a tutte e tutti,

come membro di questa comunità sono orgoglioso della risposta pratica immediata, per quello che potevamo fare, in relazione alla tragedia che ha colpito Elettra ed i suo tre bimbi.

In questi giorni abbiamo dato un contributo pratico, ma le necessità di questa famiglia non terminano domani. Così, vorrei proporvi di dare continuità nel tempo al nostro gesto, e adottare a distanza i tre figli di Rino ed Elettra.

Siamo più di 100 membri in questa comunità; se un terzo di noi inviasse ogni mese 10 Euro, cosa che penso non pesi sulle nostre tasche, potremmo dare loro un'opportunità di vita migliore . E secondo il principio "Da ognuno secondo la disponibilità, ad ognuno secondo la necessità", che se applicato per forza porta a storture, ma se fatto volontariamente è (secondo me) una bella cosa.

Il conto sul quale appoggiarci per le donazioni esiste già, al limite si tratterebbe di ottimizzare gli invii per far si che non vengano "mangiati" dalle spese bancarie...

Cosa ne pensate?

Nano, heliS, è fattibile?

Buona settimana e buona montagna a tutti.

Nino



Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

heliS hat gesagt: Non so che dire ....
Gesendet am 19. April 2010 um 16:19
Sono veramente commossa ...
Io non posso dare un aiuto economico ma mi sono offerta di tenere i bimbi quando serve.
Il tuo pensiero ... che dire ... mi commuove.
Io non credo che la cosa possa essere malvista, la vostra solidarietà è andata ben oltre ogni limite (in senso positivo ovviamente)
Aspettiamo Giuliano per sentire cosa ne dice.
Si potrebbe anche fare qualcosa di diverso, come ad esempio portare i bimbi in vacanza.
Non so ... mi piace molto questa idea ... ma aspetto di vedere cosa ne pensano anche gli altri.
Se si prende un impegno, poi andrebbe mantenuto e fare un'offerta sull'onda del momento è più semplice.
Meditiamoci e poi riflettiamo qui ad alta voce.

Un GRAZIE grande grande ...
S.

nano hat gesagt: Hai un cuore d'oro
Gesendet am 19. April 2010 um 21:47
Ciao Nino e ciao a tutta la comunità.

Io e la mia famiglia stiamo cercando di stare vicini in tutti i modi ad Elettra e ai suoi figli. Lei è una donna molto coraggiosa, ma quando parla del futuro le si apre un baratro.
Ora sull'onda del momento parecchie persone hanno dato qualcosa di tangibile. La comunità Italiana di HIKR si è distinta in modo commovente e io ne sono veramente fiero.
Ma giustamente come tu dici i problemi per Elettra verranno tra poco, quando passato del tempo lei si dovrà confrontare con le difficoltà economiche per crescere tre figli.
Qualunque aiuto le farebbe comodo e riuscire a dare un piccolo contributo mensile da parte nostra sarebbe veramente utile.
Ma! Io sono un pochino scettico che la cosa si possa realizzare. Ora sull'onda della notizia della morte di Rino molta gente si è mossa, ma poi tutti hanno i loro problemi, e un contributo mensile per un tempo lungo potrebbe essere visto come un problema.
Ma aspettiamo le reazioni anche degli altri componenti della comunità. Intanto Nino tu hai dimostrato di avere un cuore d'oro a lanciare questa idea.
Io sono ancora troppo scosso da questa perdita, sono andato ancora in montagna, due volte da solo e salendo verso la Valtellina mi assale una tristezza infinita . Ci vorrà del tempo!

Ciao e un grazie anche a nome di Elettra

Giuliano

UpTheHill hat gesagt: Siamo montanari
Gesendet am 19. April 2010 um 22:04
Ciao Nano,

sono fortemente convinto che chi, della comunità, accetterà di partecipare all'idea, non avrà paura a dare continuità nel tempo all'iniziativa. Se trenta di noi ogni mese versano 10 Euro, non faremo diventare ricca Elettra, ma sicuramente permetteremo a lei e ai bimbi di mantenere uno standard di vita più dignitoso.

Ci sono diversi gruppi che applicano questo principio, come ad esempio SOS Villaggi dei Bambini: con un contributo minimo mensile garantisci ad un bambino orfano tutte le cose di base che noi diamo per scontate, come istruzione, sanità e alimentazione. Ho due figli, grandi ormai, ma so cosa vuol dire tirarli grandi: le spese non finiscono mai, cambiano solo destinazione... All'inizio i pannolini, poi le scarpe e i vestiti perché crescono in fretta, poi gli studi e la paghetta, perché diventano grandi.

Ho una grande fiducia in chi va in montagna, come fate voi: l'aiuto reciproco è sentito in modo forte, ed è più importante di qualsiasi obiettivo personale, grande o meschino che sia. Ho avuto il piacere di conoscere personalmente alcuni dei membri della comunità, e ho la massima stima per ognuno di loro.

E' vero, è facile farsi prendere dall'emozione di un istante, ma è molto più maturo saper dare continuità ad un gesto d'amore nel tempo. Spesso facciamo tanto per persone molto distanti da noi, che hanno anche bisogno, e tendiamo a dimenticare il vicino di casa.

Rita ed io saremmo felici ed onorati di poter intrapprendere anche questo percorso, e fra 15 anni poter dire "Ecco, tre bravi ragazzi che hanno trovato il loro posto nella società, e questo grazie anche un pochino ino ino a noi".

E per passare ai dettagli pratici: penso che invieremo ogni anno tutta la quota annuale in una sola volta, perché le spese tra la Svizzera e l'Italia sono bestiali... Rischio che se mandiamo 10 Euro al mese, ad Elettra arrivi ben poco. Chiaramente dall'Italia il problema non è così grosso (spero)...

Non possiamo sostituire l'amore di Rino per i suoi ragazzi, ma possiamo fare in modo che Elettra abbia più tempo per loro, per sopperire a questo vuoto.

Dai, abbiamo fatto cose più difficili nella vita :-)

Ciao

Nino

Nevi Kibo Pro hat gesagt:
Gesendet am 23. April 2010 um 22:11
Beh, proviamoci.


Kommentar hinzufügen»