Su una falesia situata poco sopra il famoso “Sasso d’Erba” mi sono fermato per un po’ ad osservare questo alpinista che, assicurato ad una corda calata dall’alto, piccola piccozza in una mano e scopa nell’altra, stava ripulendo coscienziosamente la parete dove si sviluppano vie di arrampicata. A sinistra sono ben visibili le corrugazioni che le rocce hanno subito in seguito alle spinte ricevute per essere sollevate dal fondo marino (queste zone sono anche ricche di fossili marini).
 


Kommentar hinzufügen»